La KTM debutterà con una wild card a Valencia con Kallio

Dopo aver fatto il suo esordio in mezzo alle moto della concorrenza nei test collettivi del Red Bull Ring, la Casa austriaca ha deciso di mettere alla prova la RC16 nell'ultima gara del 2016 con in sella il collaudatore finlandese.

Dopo aver negato a più riprese un possibile impegno in una delle gare della stagione 2016, la KTM ha ceduto: ieri la Casa austriaca ha confermato che la RC16 farà il suo debutto in MotoGP nella tappa conclusiva di quest'anno a Valencia, nella quale sarà portata in gara dal collaudatore Mika Kallio.

Tra le altre cose, la nuova creatura di Mattighofen ieri ha avuto la sua prima prova del fuoco, perché al Red Bull Ring ha diviso la pista con le moto che attualmente occupano la griglia di partenza della classe regina e il finlandese è anche riuscito a mettersi dietro la Honda di Tito Rabat, mentre Thomas Luthi ha chiuso in coda al gruppo. Il distacco di entrambi però è stato superiore di due secondi.

"Credo che tutti possiamo essere molto soddisfatti di questo inizio. Alla fine i tempi sul giro erano ad un buon livello e la moto si sta comportando davvero bene ma prima di arrivare a Valencia abbiamo ancora molto da fare e sarà un’occasione per confrontarci con i nostri futuri avversari in gara" ha detto Kallio.

Per quanto riguarda la prossima stagione, quella del debutto a tempo pieno, la KTM ha già messo sotto contratto l'attuale coppia di piloti della Yamaha Tech 3, ovvero quella composta da Pol Espargaro e Bradley Smith.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento Red Bull Ring, test di luglio
Sub-evento Martedì
Circuito Red Bull Ring
Piloti Thomas Lüthi , Mika Kallio
Team Red Bull KTM Factory Racing
Articolo di tipo Ultime notizie