KTM su Pedrosa: “Potremmo vederlo anche a Misano”

Pit Beirer e Mike Leitner commentano in esclusiva con Motorsport.com il ritorno di Dani Pedrosa in MotoGP e spiegano quali parti saranno utilizzate sulla KTM RC16 di Pedrosa.

KTM su Pedrosa: “Potremmo vederlo anche a Misano”

Il collaudatore KTM Dani Pedrosa farà il suo ritorno in MotoGP questo fine settimana, il Gran Premio della Stiria sarà il primo weekend di gara dello spagnolo in MotoGP dalla sua ultima volta, a Valencia nel 2018. Abbiamo incontrato il direttore di KTM Motorsport Pit Beirer e il team manager di KTM Mike Leitner e abbiamo chiarito le domande più importanti.

Come è nata l'idea di fare la wildcard? Ce lo spiega Mike Leitner in un’intervista a Motorsport.com: “Abbiamo già avuto colloqui l'anno scorso e gli abbiamo chiesto se poteva immaginare di fare una wildcard. Il suo 'no' non era così chiaro come tre anni fa. La moto era sempre più forte. Così col tempo è diventato più un 'sì' che un 'no'".

"Fondamentalmente, non voleva più correre – commenta Pit Beirer – voleva togliersi la pressione di dosso. Ecco perché si è licenziato. Quando ha firmato il contratto di test driver con noi, era chiaro fin dall'inizio che non voleva correre. Non ci interessava perché non stavamo cercando un pilota ma un collaudatore".

I progressi del progetto RC16 rendono appetibile la partecipazione alla gara

"Durante i test abbiamo notato che più la moto migliorava, più spesso parlava di gare – ricorda Pit Beirer – è sempre al lavoro sulla moto per la prossima stagione. E poi ha detto che gli piacerebbe correre di nuovo se la moto fosse adatta a lui. Una gara è anche il test definitivo per noi".

"È più che provato che Dani ha stabilito una comunicazione molto buona con gli ingegneri su come la moto dovrebbe essere sviluppata. Dopo tutto, non stiamo sviluppando una moto per Dani Pedrosa. Il suo lavoro è quello di sviluppare una moto per i giovani piloti. Pensa e analizza il modo in cui corrono. Dani è un incredibile test rider di qualità per noi perché non pensa sempre al suo tempo sul giro", ha detto Pit Beirer, elogiando il lavoro del pilota di lunga data della Honda, che lavora allo sviluppo della RC16 per KTM dal 2019.

"In questo viaggio è successo qualcosa di eccitante. Improvvisamente aveva voglia di correre. Ai miei occhi, questo è già un enorme complimento, sia per la squadra che per la moto. Dani si sente pronto, la moto è competitiva. Una gara è sempre la migliore occasione di confronto per noi".

KTM entra nel weekend senza grandi aspettative per Pedrosa

KTM sta cercando di frenare le aspettative del loro pilota wildcard in modo da non mettere troppa pressione sullo spagnolo. “Quando non si corre da così tanto tempo, non si può pensare di essere subito al top – nota Mike Leitner – ma per il progetto è fantastico perché può analizzare le altre moto in pista durante il fine settimana. Può confrontare i punti di forza, le debolezze, la situazione delle gomme e il flusso. Questo ci aiuterà molto per il lavoro di test”.

"Non vorrà certo dimostrare chi è. Non lo farà al 100%. Neanche questo è l'obiettivo – spiega Mike Leitner, che conosce bene Pedrosa da molti anni – Ha finito la sua carriera. La missione fa parte del programma di test. Cercherà già di fare giri veloci. Questo è chiaro. Ma non rischierà l’osso del collo".

Cosa c'è di diverso nella KTM 2022 di Pedrosa rispetto alla moto attuale

La KTM RC16 di Pedrosa sarà diversa dalle altre quattro KTM. Pedrosa sta usando la wildcard per testare il prototipo per il 2022. Pir Beirer rivela: "Abbiamo alcuni miglioramenti di dettaglio su di esso. Non è una moto completamente diversa, ma è diversa in ogni dettaglio dalla moto attuale. È il pacchetto con cui vogliamo correre il prossimo anno. Al Mugello, abbiamo anticipato molto del suo lavoro. Se questa apertura di stagione fosse andata diversamente, la sua moto sarebbe relativamente diversa dalle attuali moto da corsa”.

"Ma al Mugello, abbiamo stretto così brutalmente e usato molte delle parti che erano previste per la fine della stagione. Ecco perché la differenza non è così grande", rivela Pit Beirer. Mike Leitner aggiunge: "È l'85% della moto usata anche da Miguel Oliveira, Brad Binder, Danilo Petrucci e Iker Lecuona. Sulla moto di Dani abbiamo cambiato alcune piccole cose. C'è un piccolo cambiamento con il telaio. Con gli elementi di sospensione, stiamo provando alcune innovazioni. Sono piccoli dettagli che non risaltano. È importante vedere le differenze su una distanza di gara – descrive Mike Leitner, che aggiunge – Il motore è praticamente identico. Il dispositivo di partenza è nuovo per lui. Non lo usava ai suoi tempi. È l'esperienza che farà sulla griglia di partenza. Lo aiuterà per i test a vedere cosa ha fatto bene e cosa non ha fatto. Non abbiamo assolutamente nessuna aspettativa. Gli abbiamo detto di godersi il fine settimana".

Dani Pedrosa sta già progettando una seconda gara wildcard?

Resta da vedere se lo stint di Pedrosa a Spielberg rimarrà una tantum o se lo spagnolo disputerà più gare in questa stagione. Un jolly a Misano è in arrivo. Beirer riflette: "Si potrebbe vedere di nuovo a Misano. È ancora aperto se correrà lì. Non c'è un calendario di gare per Dani. C'è un programma mensile".

"I risultati del rispettivo mese determinano il mese successivo – spiega il direttore di KTM Motorsport – Se Dani dice a se stesso che non ha più bisogno del rischio della prima curva ed è per questo che non vuole correre a Misano, allora non è affatto un problema per noi. Se dopo Spielberg dice che gli piace tanto e vuole correre anche a Misano, allora siamo contenti anche noi".

"Non bisogna sopravvalutare il fatto che vada in moto o meno. Fa parte del nostro costrutto generale. Dani è molto importante per noi, che corra o no – chiarisce Pit Beirer – Era secondario per noi dove volesse correre una sua gara jolly. Naturalmente è più bello se è a Spielberg e non a Misano. Avremmo corso a Misano se la moto non fosse stata pronta. Ora è pronto e ci siamo".

condivisioni
commenti
Taramasso: "L'anteriore dura è la novità in Stiria rispetto al 2020"

Articolo precedente

Taramasso: "L'anteriore dura è la novità in Stiria rispetto al 2020"

Prossimo Articolo

MotoGP: Ducati pronta all'assalto del Red Bull Ring

MotoGP: Ducati pronta all'assalto del Red Bull Ring
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021