Kork Ballington è entrato tra le MotoGP Legends in Australia

condivisioni
commenti
Kork Ballington è entrato tra le MotoGP Legends in Australia
Redazione
Di: Redazione
27 ott 2018, 00:21

Il quattro volte campione sudafricano entra a far parte nel club dei migliori di sempre del Motomondiale nel corso del weekend del GP d'Australia, a Phillip Island

Randy Mamola, Kenny Roberts, Kork Ballington
Kork Ballington
Kork Ballington
Brad Binder, Red Bull KTM Ajo, Kork Ballington

Kork Ballington è stato nominato MotoGP Legend durante il GP d’Australia. Il sudafricano, quattro volte campione del mondo a cavallo tra gli anni settanta e ottanta ha legato li suo nome a Kawasaki, vincendo con la verdona nipponica in 250cc e 350cc.

La sua attività professionistica si è svolta nel periodo 1976-1982, successi racchiusi in sole sei stagioni che lo fanno una delle meteore di successo del motociclismo. Ballington inizia a correre con una Yamaha privata ottenendo come miglior risultato il quinto posto nella 350cc, era il ‘77. In questo biennio è attivo, oltre che in questa classe anche nella quarto di litro.

Nel 1978 fa il passo che lo renderà campione, passando alla Kawasaki porterà le bicilindriche di Akashi KR 250-350 all'iride in entrambe le cilindrate. La cosa si ripeterà anche l'anno seguente.

Nella stagione 1980 sale sulla KR 500 4 cilindri due tempi; una moto ancora acerba che non gli consente grandi prestazioni e il suo miglior piazzamento nella massima serie resta un dodicesimo posto. Nel 1981 corre nella sola classe regina ma non arrivano i piazzamenti sperati e la stagione successiva lascia le corse.

Il nome di Ballington da adesso è legato a quelli di altre leggende della MotoGP come: Giacomo Agostini, Mick Doohan, Geoff Duke, Wayne Gardner, Mike Hailwood, Daijiro Kato, Eddie Lawson, Anton Mang, Angel Nieto, Wayne Rainey, Phil Read, Jim Redman, Kenny Roberts, Jarno Saarinen, Kevin Schwantz, Barry Sheene, Marco Simoncelli, Freddie Spencer, Casey Stoner, John Surtees, Carlo Ubbiali, Alex Crivillé, Franco Uncini, Marco Lucchinelli, Nicky Hayden, Randy Mamola e Dani Pedrosa.

Prossimo Articolo
Diverse operazioni in vista per Crutchlow: dovrebbe stare fermo fino al 2019

Articolo precedente

Diverse operazioni in vista per Crutchlow: dovrebbe stare fermo fino al 2019

Prossimo Articolo

MotoGP, Phillip Island, Libere 3: Marquez al top in una sessione molto lenta

MotoGP, Phillip Island, Libere 3: Marquez al top in una sessione molto lenta
Carica commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP d'Australia
Location Phillip Island Grand Prix Circuit
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie