Kazakistan nuova possibile meta per la MotoGp

Kazakistan nuova possibile meta per la MotoGp

I proprietari della Eurasian Bank vogliono realizzare un tracciato poco distante da Astana

Dopo la Formula 1, anche la MotoGp sembra aver iniziato la ricerca di nuove location, magari non particolarmente accattivanti, ma sicuramente redditizie dal punto di vista economico. A quanto pare la nuova frontiera potrebbe essere il Kazakistan, già arrivato sulla griglia della classe regina con la Eurasian Bank, nuovo sponsor della squadra ufficiale Yamaha. L'impegno della famiglia Ibrahimov, proprietaria proprio della Eurasian Bank, che attualmente è la più importante nell'area euroasiatica, sembra però non volersi fermare alla sponsorizzazione delle M1 di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi. Pare, infatti, che abbia dato il via alla costruzione di un impianto da quasi 5,5 km ad Almaty, a circa una ventina di chilometri dalla capitale Astana. Nel progetto è coinvolto anche l'ex pilota di Formula 1 Alexander Wurz, oggi impegnato con la Toyota nel Mondiale Endurance FIA, e si prevede di completare i lavori entro un paio d'anni. In questo senso ci sarebbero già stati dei contatti anche con la Dorna, con l'obiettivo di un avvicinamento graduale alla MotoGp, che si potrebbe concretizzare con l'approdo iniziale del Mondiale Superbike (si parla già di un possibile interesse anche da parte del DTM).

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie