Jarvis: "Quartararo popolare perché non ha bisogno di creare nemici"

Lin Jarvis, grande capo della Yamaha in MotoGP, sottolinea la natura semplice ed ottimista di Fabio Quartararo, il campione del mondo "più facile da gestire" con cui abbia mai dovuto lavorare.

Jarvis: "Quartararo popolare perché non ha bisogno di creare nemici"
Carica lettore audio

Fabio Quartararo ha creato una situazione difficile da trovare nel paddock o nello sport in generale: è molto difficile che qualcuno abbia da spendere una brutta parola nei suoi confronti. Anche i suoi rivali diretti nella lotta per il titolo, come Pecco Bagnaia, erano felici per lui quando è diventato campione del mondo a Misano.

Infatti, Bagnaia, che ha reso possibile il suo trionfo cadendo quando si trovava in testa alla gara, è stato uno dei primi a congratularsi con "El Diablo" una volta che quest'ultimo è tornato ai box dopo la gara.

Quando ci si rivolge alle persone vicine a Quartararo per definirlo, sono tutti d'accordo e usano gli stessi aggettivi: è divertenti ed è un bravo ragazzo, che tende a vedere il bicchiere mezzo pieno.

"Penso spesso alle persone che fanno un lavoro molto duro o a quelle che ogni giorno devono fare qualcosa che non gli piace. Questo è incomparabile per noi. Anche quando i miei risultati non erano buoni, ero felice della mia vita", ha ammesso il campione del mondo a Motorsport.com il giorno dopo il titolo. Oltre a portare delle buone vibrazioni, la Yamaha pensa che questa positività sia uno dei punti di forza del suo nuovo gioiello.

"Questo è uno dei punti di forza di Fabio. E' davvero un bravo ragazzo e ha la capacità di essere molto veloce, di essere aggressivo e di sorpassare quando serve. Poi porta sempre tanta positività in squadra", ha detto Lin Jarvis, direttore del marchio del Diapason.

Leggi anche:

Per il managar, ci sono due tipi di piloti. Da un lato ci sono quelli che, come Valentino Rossi, identificheranno sempre un rivale per offrire il meglio di sé. E poi c'è la seconda tipologia, con Fabio tra loro, che non ha bisogno di quell'arcinemico.

"Ci sono piloti che hanno bisogno di un nemico per rendere al meglio, per distruggere i loro avversari, ma Fabio non è così. Lui non cerca nemici, ma rivali con cui competere. Se Fabio è così popolare con gli altri piloti è perché non ha bisogno di creare quei nemici", ha aggiunto Jarvis, che crede che la personalità di Quartararo lo rende adatto ad essere un buon erede per il "Dottore" dopo il suo ritiro.

"E' un bene per la MotoGP avere un campione con quella personalità e quello spirito. Non è facile da trovare, quindi se potremo confermarlo, faremo sicuramente bene nell'era post-Rossi", ha continuato il britannico, sottolineando anche che il pilota di Nizza ha reso più semplice anche il suo lavoro quotidiano.

"Nel corso della mia carriera ho lavorato con alcuni piloti che mi hanno reso le cose molto facili e altri che sono stati molto più difficili da gestire. Il fatto è che quelli che sono brave persone di solito non vincono. In questo senso, Fabio è il campione che mi ha reso più facile lavorare con lui", ha detto Jarvis.

Tuttavia, il manager ci tiene a sottolineare le differenze tra quando il #20 è arrivato nel Factory Team Yamaha e quando, per esempio, lo hanno fatto Rossi (2004) o Jorge Lorenzo (2008).

"Fabio è arrivato in Yamaha in un momento meno complesso rispetto a quando lo hanno fatto Valentino e Lorenzo. Valentino era a sua volta molto positivo e una persona con cui era piacevole lavorare. Ma quando si è unito a noi era già cinque volte campione del mondo. E Jorge è arrivato quando Vale aveva già vinto tre titoli con noi ed era il riferimento. Fabio è arrivato in una fase molto diversa, meno complicata da gestire", ha concluso Jarvis.

Lin Jarvis (derecha), junto a Fabio Quartararo
Lin Jarvis (derecha), junto a Fabio Quartararo
1/18

Foto di: Yamaha MotoGP

El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
2/18

Foto di: Dorna

El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
3/18

Foto di: Dorna

El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
4/18

Foto di: Dorna

Moto del campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
Moto del campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
5/18

Foto di: Yamaha

El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, celebra con su equipo
El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, celebra con su equipo
6/18

Foto di: Yamaha

El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, celebra con su equipo
El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, celebra con su equipo
7/18

Foto di: Yamaha

El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, celebra con su equipo
El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, celebra con su equipo
8/18

Foto di: Yamaha

El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, celebra con su equipo
El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, celebra con su equipo
9/18

Foto di: Yamaha

El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, celebra con su equipo
El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, celebra con su equipo
10/18

Foto di: Yamaha

El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
11/18

Foto di: Yamaha

El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
12/18

Foto di: Yamaha

El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
13/18

Foto di: Yamaha

El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
14/18

Foto di: Yamaha

El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
15/18

Foto di: Yamaha

El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
16/18

Foto di: Yamaha

El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
17/18

Foto di: Yamaha

El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
El campeón del mundo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing
18/18

Foto di: Yamaha

condivisioni
commenti
“Il giallo in mostra": 46 scatti di Mirco Lazzari su Valentino
Articolo precedente

“Il giallo in mostra": 46 scatti di Mirco Lazzari su Valentino

Prossimo Articolo

MotoGP | KTM ufficializza Francesco Guidotti nuovo team manager

MotoGP | KTM ufficializza Francesco Guidotti nuovo team manager
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021