Jarvis: “In Yamaha non c’è posto per Lorenzo, chissà in Ducati”

Lin Jarvis, massimo responsabile Yamaha in MotoGP, pensa al 2021 di Jorge Lorenzo e riferisce che nel suo team non c’è una sella disponibile. Secondo lui l’alternativa potrebbe essere un ritorno in Ducati.

Jarvis: “In Yamaha non c’è posto per Lorenzo, chissà in Ducati”

La complessa situazione economica che stanno affrontando i team in MotoGP in questo momento di pandemia causato dal Covid-19, con ingressi minimi provenienti da Dorna ad ogni team, sta portando ad un riassetto generale che, a quanto sembra, arriverà anche a Yamaha ed al suo test team.

L’annuncio dell’ingaggio di Jorge Lorenzo a fine anno ha suscitato entusiasmo in entrambe le parti coinvolte. Tuttavia, lo stop causato dal virus e la mancanza di attività in pista hanno lasciato ora una sensazione di “frustrazione”, come spiega Lin Jarvis, responsabile Yamaha in MotoGP.

Il britannico sta preparando “l’addio” di Lorenzo ed in alcune dichiarazioni lo incita anche a firmare con Ducati, aprendoli così la porta dell’uscita dalla Casa di Iwata senza nemmeno aver fatto un test, motivo per cui era stato chiamato.

Leggi anche:

Lorenzo ha girato due giorni a Sepang con una moto del 2019 e Yamaha gli aveva negato l’opportunità di scendere in pista in Qatar con la versione 2020. Jarvis afferma: “I piani che avevamo con Lorenzo si sono visti gravemente compromessi. Ha potuto girare solamente a Sepang per adattarsi nuovamente alla moto, ma non ha potuto fare molto per noi. C’era un programma preparato, con un test in Giappone ed altre prove in Europa, ma è stato tutto cancellato”.  

Yamaha, che porta più di 20 ingegneri giapponesi ai gran premi, avrà il suo team ufficiale il 15 luglio a Jerez per un test ufficiale che anticipa l’inizio della stagione, quello stesso fine settimana. Tuttavia, secondo Jarvis non si potrà inviare il gruppo ridotto di ingegneri nipponici del test team: “Abbiamo programmato un test a Misano per metà stagione, ma non sappiamo se potremo farlo. Sarà difficile partecipare con Jorge, perché il nostro test team è formato da giapponesi e, al momento, non possono viaggiare in Europa. È molto frustrante”.

L’inglese parla anche della mancata partecipazione come wild card di Jorge Lorenzo, che inizialmente era prevista per il Gran Premio di Catalogna: “Il fatto di aver vietato le wild card implica che non potremo vedere Jorge in gara quest’anno, è un peccato. Avevamo delle aspettative molto alte riguardo a questa cosa, ma non possiamo continuare con lui”.

Leggi anche:

Il circuito di Misano ospiterà due giornate di test privati questa settimana, in cui Yamaha avrebbe potuto partecipare, ma ha deciso di non farlo: “Non abbiamo potuto portare il test team. Avremmo potuto portare i meccanici europei, ma senza nulla da provare e senza gli ingegneri del test team, non avremmo informazioni utili. A cosa ci servirebbe”.

Il contratto firmato da Yamaha e Lorenzo ad inizio anno con scadenza a dicembre si aggirava inizialmente sugli 800.000 euro, che sarebbero stati ‘rivisti’. Jarvis non scarta l’opzione di rinnovare, ma impone delle condizioni: “Se decidiamo di proseguire, deve essere interessante ed avere valore per entrambe le parti. Aspettiamo di vedere quanti giorni di test faremo quest’anno e poi decideremo se continueremo a collaborare. Se entrambi saremo contenti, ne discuteremo”.

Tuttavia, Jarvis sembra quasi spingere Lorenzo a firmare con Ducati: “Jorge voleva fare il collaudatore quest’anno e correre qualche gara come wild card. Ma personalmente credo che ci fosse un motivo dietro questa scelta, ovvero vedere se fosse ancora veloce e competitivo, verificare se potesse recuperare la fiducia in sella alla sua vecchia Yamaha”.

“Ma noi abbiamo tutte e quattro le selle occupate in MotoGP, quando Rossi deciderà di proseguire e firmerà con Petronas. Spero che anche Franco Morbidelli resti con noi. Quindi non c’è spazio per Jorge in Yamaha. Dovrebbe parlare con un altro costruttore, ce ne sono molti che non hanno ancora completato le proprie line up, come Ducati. Fino ad ora ha firmato con un solo pilota”.

Scorri le immagini e ricorda le vittorie di Jorge Lorenzo nella classe regina

1º- GP de Portugal 2008, Yamaha

1º- GP de Portugal 2008, Yamaha
1/47

Foto di: Yamaha Motor Racing

2º- GP de Japón 2009, Yamaha

2º- GP de Japón 2009, Yamaha
2/47

Foto di: Yamaha Motor Racing

3º- GP de Francia 2009, Yamaha

3º- GP de Francia 2009, Yamaha
3/47

Foto di: Yamaha Motor Racing

4º- GP de Indianápolis 2009, Yamaha

4º- GP de Indianápolis 2009, Yamaha
4/47

Foto di: Yamaha Motor Racing

5º- GP de Portugal 2009, Yamaha

5º- GP de Portugal 2009, Yamaha
5/47

Foto di: Yamaha Motor Racing

6º- GP de España 2010, Yamaha

6º- GP de España 2010, Yamaha
6/47

Foto di: Yamaha Motor Racing

7º- GP de Francia 2010, Yamaha

7º- GP de Francia 2010, Yamaha
7/47

Foto di: Yamaha Motor Racing

8º- GP de Gran Bretaña 2010, Yamaha

8º- GP de Gran Bretaña 2010, Yamaha
8/47

Foto di: Yamaha Motor Racing

9º- GP de Holanda 2010, Yamaha

9º- GP de Holanda 2010, Yamaha
9/47

Foto di: Yamaha Motor Racing

10º- GP de Catalunya 2010, Yamaha

10º- GP de Catalunya 2010, Yamaha
10/47

Foto di: Yamaha Motor Racing

11º- GP de Estados Unidos 2010, Yamaha

11º- GP de Estados Unidos 2010, Yamaha
11/47

Foto di: Yamaha Motor Racing

12º- GP de la República Checa 2010, Yamaha

12º- GP de la República Checa 2010, Yamaha
12/47

Foto di: Yamaha Motor Racing

13º- GP de Portugal 2010, Yamaha

13º- GP de Portugal 2010, Yamaha
13/47

Foto di: Yamaha Motor Racing

14º- GP de Valencia 2010, Yamaha (campeón del mundo)

14º- GP de Valencia 2010, Yamaha (campeón del mundo)
14/47

Foto di: Yamaha Motor Racing

15º- GP de España 2011, Yamaha

15º- GP de España 2011, Yamaha
15/47

Foto di: Yamaha Motor Racing

16º- GP de Italia 2011, Yamaha

16º- GP de Italia 2011, Yamaha
16/47

Foto di: Yamaha MotoGP

17º- GP de San Marino 2011, Yamaha

17º- GP de San Marino 2011, Yamaha
17/47

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

18º- GP de Qatar 2012, Yamaha

18º- GP de Qatar 2012, Yamaha
18/47

Foto di: Yamaha Motor Racing

19º- GP de Francia 2012, Yamaha

19º- GP de Francia 2012, Yamaha
19/47

Foto di: Yamaha MotoGP

20- GP de Catalunya 2012, Yamaha

20- GP de Catalunya 2012, Yamaha
20/47

Foto di: Yamaha MotoGP

21- GP de Gran Bretaña 2012, Yamaha

21- GP de Gran Bretaña 2012, Yamaha
21/47

Foto di: Yamaha MotoGP

22- GP de Italia 2012, Yamaha

22- GP de Italia 2012, Yamaha
22/47

Foto di: Yamaha MotoGP

23- GP de San Marino 2012, Yamaha

23- GP de San Marino 2012, Yamaha
23/47

Foto di: Yamaha MotoGP

24- GP de Qatar 2013, Yamaha

24- GP de Qatar 2013, Yamaha
24/47

Foto di: Yamaha MotoGP

25- GP de Italia 2013, Yamaha

25- GP de Italia 2013, Yamaha
25/47

Foto di: Yamaha MotoGP

26- GP de Qatar 2013, Yamaha

26- GP de Qatar 2013, Yamaha
26/47

Foto di: Yamaha MotoGP

27- GP de Gran Bretaña 2013, Yamaha

27- GP de Gran Bretaña 2013, Yamaha
27/47

Foto di: Yamaha MotoGP

28- GP de San Marino 2013, Yamaha

28- GP de San Marino 2013, Yamaha
28/47

Foto di: Yamaha MotoGP

29- GP de Australia 2013, Yamaha

29- GP de Australia 2013, Yamaha
29/47

Foto di: Yamaha MotoGP

30- GP de Japón 2013, Yamaha

30- GP de Japón 2013, Yamaha
30/47

Foto di: Yamaha MotoGP

31- GP de Valencia 2013, Yamaha

31- GP de Valencia 2013, Yamaha
31/47

Foto di: Yamaha MotoGP

32- GP de Aragón 2014, Yamaha

32- GP de Aragón 2014, Yamaha
32/47

Foto di: Yamaha MotoGP

33- GP de Japón 2014, Yamaha

33- GP de Japón 2014, Yamaha
33/47

Foto di: Yamaha MotoGP

34- GP de España 2015, Yamaha

34- GP de España 2015, Yamaha
34/47

Foto di: Bridgestone Corporation

35- GP de Francia 2015, Yamaha

35- GP de Francia 2015, Yamaha
35/47

Foto di: Yamaha MotoGP

36- GP de Italia 2015, Yamaha

36- GP de Italia 2015, Yamaha
36/47

Foto di: Yamaha MotoGP

37- GP de Catalunya 2015, Yamaha

37- GP de Catalunya 2015, Yamaha
37/47

Foto di: Yamaha MotoGP

38- GP de la República Checa 2015, Yamaha

38- GP de la República Checa 2015, Yamaha
38/47

Foto di: Yamaha MotoGP

39- GP de Aragón 2015, Yamaha

39- GP de Aragón 2015, Yamaha
39/47

Foto di: Yamaha MotoGP

40- GP de Aragón 2015, Yamaha (campeón del mundo)

40- GP de Aragón 2015, Yamaha (campeón del mundo)
40/47

Foto di: Yamaha MotoGP

41- GP de Qatar 2016, Yamaha

41- GP de Qatar 2016, Yamaha
41/47

Foto di: Michelin Sport

42- GP de Francia 2016, Yamaha

42- GP de Francia 2016, Yamaha
42/47

Foto di: Yamaha MotoGP

43- GP de Italia 2016, Yamaha

43- GP de Italia 2016, Yamaha
43/47

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

44- GP de Valencia 2016, Yamaha

44- GP de Valencia 2016, Yamaha
44/47

Foto di: Yamaha MotoGP

45- GP de Italia 2018, Ducati

45- GP de Italia 2018, Ducati
45/47

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

46- GP de Catalunya 2018, Ducati

46- GP de Catalunya 2018, Ducati
46/47

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

47- GP de Austria 2018, Ducati

47- GP de Austria 2018, Ducati
47/47

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Ducati, Aprilia, KTM e Suzuki "riaccendono" la MotoGP a Misano

Articolo precedente

Ducati, Aprilia, KTM e Suzuki "riaccendono" la MotoGP a Misano

Prossimo Articolo

SBK, Nakagami prova la Honda a Motegi

SBK, Nakagami prova la Honda a Motegi
Carica commenti
Quartararo fa il Marquez della Yamaha Prime

Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Fabio Quartararo è l'unica nota positiva in casa Yamaha. Il francese è il vero dominatore di questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP, con cinque pole e quattro vittorie che lo lanciano verso la conquista del titolo iridato. Gli altri tre piloti della casa giapponese, però, sono ben lontani dalla sufficienza...

Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021
Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V Prime

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V

Andiamo ad inaugurare le pagelle di metà stagione dei costruttori presenti in MotoGP. Inziiamo con Honda, grande delusa di questa prima parte del 2021: il costruttore nipponico deve erigere una statua a Marc Marquez, unico pilota capace di portare a vincere - e sul podio - una RC213V che, al momento, sembra la moto peggiore del lotto

MotoGP
9 lug 2021
Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha Prime

Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha

Sono passati sei anni da quando Jorge Lorenzo ha dato alla Yamaha il suo ultimo titolo MotoGP nel 2015. Dalla sua partenza alla fine del 2016, lo stato di forma della Yamaha non è stato costante, ma ora ha finalmente trovato un nuovo talismano per tornare in vetta sotto la forma di un giovane francese talentuoso.

MotoGP
8 lug 2021