MotoGP
28 mar
Prove Libere 1 in
23 giorni
G
GP di Doha
02 apr
Prossimo evento tra
29 giorni
G
GP d'Argentina
08 apr
Rinviato
G
GP delle Americhe
15 apr
Rinviato
G
GP del Portogallo
16 apr
Prossimo evento tra
43 giorni
G
GP di Spagna
29 apr
Prossimo evento tra
56 giorni
G
GP di Francia
13 mag
Prossimo evento tra
70 giorni
G
GP d'Italia
27 mag
Prossimo evento tra
84 giorni
G
GP della Catalogna
03 giu
Prossimo evento tra
91 giorni
G
GP di Germania
17 giu
Prossimo evento tra
105 giorni
G
GP d'Olanda
24 giu
Prossimo evento tra
112 giorni
G
GP di Finlandia
08 lug
Prossimo evento tra
126 giorni
G
GP d'Austria
12 ago
Prossimo evento tra
161 giorni
G
GP di Gran Bretagna
26 ago
Prossimo evento tra
175 giorni
G
GP di Aragon
09 set
Prossimo evento tra
189 giorni
G
GP di San Marino
16 set
Prossimo evento tra
196 giorni
G
GP del Giappone
30 set
Prossimo evento tra
210 giorni
G
GP della Tailandia
07 ott
Prossimo evento tra
217 giorni
G
GP d'Australia
21 ott
Prossimo evento tra
231 giorni
G
GP di Malesia
28 ott
Prossimo evento tra
238 giorni
G
GP di Valencia
11 nov
Prossimo evento tra
252 giorni

Jarvis: “Con Crutchlow non ripeteremo l’errore fatto con Lorenzo”

Lin Jarvis, Direttore Generale di Yamaha MotoGP, continua a pensare che Jorge Lorenzo sarebbe stato un eccellente collaudatore per Yamaha, ma non è stato possibile completare il suo programma di test a causa del Covid-19.

Jarvis: “Con Crutchlow non ripeteremo l’errore fatto con Lorenzo”

Jorge Lorenzo era tornato in Yamaha lo scorso inverno dopo il ritiro dalle corse avvenuto alla fine del 2019, ma ha provato la M1 dell’anno precedente solamente quattro volte in tutto l’anno. A causa della pandemia, lo staff giapponese del test team non ha potuto viaggiare in Europa per completare il programma previsto. Inoltre Lorenzo, dopo il test di Sepang a febbraio, non è più salito su una moto fino allo scorso ottobre, quando ha effettuato i test a Portimao, dove ha concluso ultimo a quattro secondi dal miglior tempo.

Nel 2021 il maiorchino sarà sostituito da Cal Crutchlow, che ha lasciato le gare alla fine del 2020. Questa scelta ha provocato il risentimento da parte del cinque volte campione del mondo. Lin Jarvis ammette che la mancanza di test ha messo in difficoltà la Yamaha nel 2020, come ha dimostrato l’irregolarità dei propri piloti durante la stagione.

Durante il GP del Portogallo, Jarvis ha parlato con Motorsport.com affermando: “Penso che quest’anno siamo stati in svantaggio, avevamo una nuova moto, con un motore e un telaio nuovi, ma non abbiamo fatto alcun test a parte quelli ufficiali con i piloti titolari. Ad inizio anno abbiamo ingaggiato Lorenzo e avevamo pianificato un programma di test, ma stavamo sfruttando il test team giapponese con alcuni europei e Jorge”.

“Alla fine – prosegue – abbiamo girato con lui solamente nei due giorni di test a Sepang e nel test pre-Portimao. Il resto delle attività previste quest’anno è stato cancellato, sfortunatamente. Questo è stato negativo per noi e ci ha condizionato molto, perché non abbiamo potuto lavorare sui problemi. Continuo a pensare che Jorge sarebbe stato un collaudatore eccellente per svolgere questo lavoro”.

Jarvis dice che Yamaha è pienamente fiducioso di aver fatto la scelta corretta ingaggiando Crutchlow come collaudatore per il 2021 e crede che con i suoi feedback e con quelli dei piloti, verranno risolti i problemi di grip che la M1 del 2020 ha accusato durante la stagione.

“Ingaggiare Crutchlow è un segnale delle nostre intenzioni in vista del prossimo anno – afferma Jarvis – siamo completamente sicuri di aver fatto una buonissima scelta con Cal. Penso che sia un vero lavoratore, ha molta voglia di impegnarsi in questo progetto. Non commetteremo lo stesso errore due volte, completeremo un programma di test più intenso l’anno prossimo e pensiamo che con i cambiamenti di ingegneri abbiamo molte informazioni, perciò i nostri ingegneri modificheranno il telaio e lavoreranno per migliorare in questo ambito. Inoltre, con le informazioni dei test di Cal e di quelli dei test invernali, siamo piuttosto sicuri di poter risolvere i problemi per il prossimo anno”.

Il mese scorso, Lorenzo aveva affermato di avere un’offerta come collaudatore per Aprilia, anche se questa opzione sembra essere svanita dopo che la Casa di Noale ha confermato Bradley Smith e Lorenzo Savadori, durante l’inverno che si giocheranno il posto da titolari nel 2021.

condivisioni
commenti
Schwantz su Marquez: "Più a lungo non guida, più sarà difficile il ritorno"

Articolo precedente

Schwantz su Marquez: "Più a lungo non guida, più sarà difficile il ritorno"

Prossimo Articolo

Suzuki: deadline ad aprile per il team satellite in MotoGP

Suzuki: deadline ad aprile per il team satellite in MotoGP
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Jorge Lorenzo
Team Yamaha Factory Racing
Autore Lewis Duncan
Valentino Rossi, quella voglia di stupire ancora a 42 anni Prime

Valentino Rossi, quella voglia di stupire ancora a 42 anni

Nonostante i suoi 42 anni, Valentino Rossi non ne vuole sapere di appendere il casco al chiodo: per continuare a correre in MotoGP ha accettato di passare al Team Petronas, ma con supporto ufficiale Yamaha. Crede ancora in sé stesso ed ha voglia di dimostrare a tutti di poter continuare a lottare con i migliori. Ce la farà a rinascere ancora una volta?

MotoGP
2 mar 2021
Pramac e la vittoria con Ducati solo sfiorata Prime

Pramac e la vittoria con Ducati solo sfiorata

Il Pramac Racing entra nella sua 20esima stagione in MotoGP, la 17esima con Ducati ed insegue ancora la sua prima vittoria con la Casa di Borgo Panigale, pur avendola sfiorata in diverse occasioni. Ripercorriamo insieme tutte le volte che è mancato veramente un soffio.

MotoGP
28 feb 2021
Miller: la scommessa per far tornare grande la Ducati Prime

Miller: la scommessa per far tornare grande la Ducati

Il ritorno di un pilota australiano in sella ad una Ducati ufficiale fa tornare alla memoria un periodo glorioso per la Casa di Borgo Panigale. Miller, però, è un personaggio che potrà aiutare il team a tornare ai vertici.

MotoGP
25 feb 2021
Honda: quanto peserà l'assenza di Marc Marquez nei test? Prime

Honda: quanto peserà l'assenza di Marc Marquez nei test?

Dopo un 2020 senza vittorie in MotoGP, la Honda è chiamata assolutamente al riscatto nel 2021, anche se la sua stagione inizierà in salita: Marc Marquez non è ancora pronto, quindi dovrà saltare i test e non si sa ancora quando potrà tornare a correre. Che impatto avrà questo sullo sviluppo della RC213V?

MotoGP
24 feb 2021
Perché ad Alex Marquez non interessa zittire i critici Prime

Perché ad Alex Marquez non interessa zittire i critici

La crescita di Alex Marquez è stata una delle sorprese della MotoGP 2020 e, uscendo finalmente dall'ombra del fratello Marc, ha dimostrato che alcune persone si sbagliavano. Non che gli importi di questo, come ha spiegato a Lewis Duncan.

MotoGP
21 feb 2021
La nuova era Yamaha in MotoGP può "liberare" Vinales Prime

La nuova era Yamaha in MotoGP può "liberare" Vinales

Dopo l'elettrizzante inizio della sua carriera in Yamaha nel 2017, Maverick Vinales ha faticato a trovare la costanza. Molti temono che l'arrivo di Fabio Quartararo possa significare un disastro per lui, ma la partenza di Valentino Rossi potrebbe essere proprio l'impulso di cui ha bisogno.

MotoGP
19 feb 2021
Marini: "Se lotterò con Vale, vuol dire che sto andando forte" Prime

Marini: "Se lotterò con Vale, vuol dire che sto andando forte"

Intervista esclusiva a Luca Marini, esordiente nel campionato 2021 di MotoGP. Il marchigiano si racconta ai nostri microfoni in vista del primo anno da rookie in sella ad una Ducati del team Esponsorama.

MotoGP
19 feb 2021
KTM: attacco a quattro punte, ma forse manca il "bomber" Prime

KTM: attacco a quattro punte, ma forse manca il "bomber"

La Casa austriaca prova a cambiare filosofia, schierando quelli che ritiene essere due team ufficiali a tutti gli effetti. Dopo le tre vittorie del 2020, le ambizioni sono elevate, ma i quattro piloti ne saranno all'altezza?

MotoGP
15 feb 2021