Jack Miller non ha fretta di confermare i suoi piani per il 2018

condivisioni
commenti
Jack Miller non ha fretta di confermare i suoi piani per il 2018
Andrew van Leeuwen
Di: Andrew van Leeuwen
Tradotto da: Matteo Nugnes
21 lug 2017, 07:42

Jack Miller ha detto di non avere fretta per confermare i suoi piani per la stagione 2018 della MotoGP e non crede che li annuncerà prima della 8 Ore di Suzuka, che si disputerà a fine mese.

Jack Miller, Estrella Galicia 0,0 Marc VDS
Jack Miller, Estrella Galicia 0,0 Marc VDS
Jack Miller, Estrella Galicia 0,0 Marc VDS
Jack Miller, Estrella Galicia 0,0 Marc VDS
Jack Miller, Estrella Galicia 0,0 Marc VDS
Jack Miller, Estrella Galicia 0,0 Marc VDS
Jack Miller, Estrella Galicia 0,0 Marc VDS
Jack Miller, Estrella Galicia 0,0 Marc VDS

Motorsport.com ha appreso che l'attuale pilota della Marc VDS ha raggiunto un accordo con la Ducati Pramac in occasione dell'ultimo appuntamento della MotoGP prima della pausa estiva, al Sachsenring.

Tuttavia, l'australiano ha ribadito che non annuncerà i suoi piani almeno fino alla conclusione della 8 Ore di Suzuka, che correrà con la squadra ufficiale della Honda.

"Al momento non abbiamo ancora firmato nulla" ha detto a Motorsport.com. "Ho la gara a Suzuka non questo weekend, ma il prossimo, quindi prima pensiamo a quella".

"C'è tempo. Come ho già detto, non abbiamo fretta di fare niente nei prossimi giorni o nelle prossime settimane, quindi chi lo sa".

"Una volta che avrò corso a Suzuka, potrà concentrarmi sugli ultimi dettagli dell'accordo. E sono certo che l'annuncio seguirà quasi subito".

Stando a quanto dice Miller, il cui accordo di tre anni con la HRC si conclude alla fine del 2017, la chiave per il suo prossimo contratto è la durata, perché sa che il mercato potrà essere molto più interessante in vista della stagione 2019.

"Al momento stiamo cercando di trovare la soluzione migliore per me per quanto riguarda avere una moto competitiva nella prossima stagione" ha aggiunto.

"Ma anche in termini di durata del contratto. Come sapete, molti piloti hanno già firmato e non ci sono molte possibilità di trattativa perché non ci sono troppi team con dei posti disponibili".

"Stiamo cercando di raggiungere un accordo di un anno per allinearci alla maggior parte degli altri e poter rinegoziare le cose tra un anno".

Crutchlow non è stato una variabile

Mentre in molti sostengono che l'accordo di Cal Crutchlow come pilota HRC per il 2018 sia stato uno dei fattori che ha convinto Miller a lasciare la Honda, il vincitore del GP d'Olanda del 2016 ha assicurato che non è affatto così.

"Penso che Cal faccia il suo lavoro e che questo non abbia nulla a che vedere con me" ha detto "Jackass".

In questo periodo Miller sta lavorando come ambasciatore per l'emittente televisiva Fox Sports, che trasmette la MotoGP in Australia, ma la settimana prossima farà il suo debutto alla 8 Ore di Suzuka, nella quale difenderà i colori della MuSASHi HARC-Pro, dividendo la sua Honda con Takumi Takahashi e Takaaki Nakagami.

Prossimo articolo MotoGP

Su questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Jack Miller
Team Pramac Racing, Marc VDS Racing Team
Autore Andrew van Leeuwen
Tipo di articolo Ultime notizie