Il team Aspar cambia nome in memoria di Angel Nieto

Bel gesto di Jorge Martinez, il quale ha cambiato la denominazione della propria squadra per ricordare il 12+1 volte campione del mondo di motociclismo, scomparso pochi mesi fa a causa di ferite riportate in un incidente stradale.

Il team Aspar cambia nome in memoria di Angel Nieto
Un adesivo in onore di Angel Nieto sulla moto di Marquez
Adesivo sulla Ducati di Lorenzo in onore di Angel Nieto
Carmelo Ezpeleta, CEO Dorna Sports, tributo ad Angel Nieto
Angel Nieto

Nel Motomondiale è ancora ben presente il ricordo di Angel Nieto, 12+1 (come si definiva lui) volte campione del mondo di motociclismo scomparso lo scorso 3 agosto a ibiza dopo un incidente stradale, che gli ha procurato ferite rivelatesi poi fatali.

A poco più di 4 mesi di distanza, Jorge Martinez - proprietario del team Aspar di MotoGP - è stato autore di una bella iniziativa, in cui ha modificato il nome della sua squadra dedicando questa proprio ad Angel Nieto.

Ora la realtà che correrà anche nel 2018 in MotoGP si chiama Angel Nieto Team. Non è tutto, perché oltre al cambio di nome c'è stato un importante ritorno nell'organigramma della squadra. Gelete Nieto, primogenito di Angel, è stato nominato team principal delle squadra che dovranno creacere giovani talenti nelle categorie minori per poi portarli nel Motomondiale.

"Angel Nieto è sinonimo di corse di motociclismo", ha affermato "Aspar" Martinez. "Il motociclismo è uno sporti che gli ha dato tanto, ma anche Angel ha dato veramente molto a questo sport".

"Il motociclismo è molto importante in Spagna, e se lo è dobbiamo ringraziare proprio Angel, perché è stato il primo a porre le basi per quanto è stato fatto negli anni successivi. Per questo motivo vogliamo omaggiarlo dedicando a lui il nome della squadra, che diventa così Angel Nieto Team".

"Angel è stato la ragione per cui tanti spagnoli, incluso il sottoscritto, i sluoi figli e molti altri, vogliono dedicare la propria vita per cercare di diventare campioni delle due ruote. Grazie a lui abbiamo i migliori fan al mondo. Angel vivrà per sempre, non abbandonerà mai i nostri cuori e le sue gesta rimarranno ancora di più nelle nostre menti, se possibile, per continuare a scovare talenti e per mantenere la fiamma della passione per questo sport viva e vegeta", ha concluso Martinez.

condivisioni
commenti
Baz: "Ho dimostrato che un pilota alto può essere competitivo in MotoGP"

Articolo precedente

Baz: "Ho dimostrato che un pilota alto può essere competitivo in MotoGP"

Prossimo Articolo

Jarvis: "Con Lorenzo la Yamaha avrebbe avuto gli stessi problemi"

Jarvis: "Con Lorenzo la Yamaha avrebbe avuto gli stessi problemi"
Carica commenti
Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP Prime

Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP

I giorni di Danilo Petrucci in MotoGP sembrano contati, KTM sta cercando di riorganizzare completamente il team Tech3 per il 2022. Anche se la stagione 2021 del ternano finora non è stata eccezionale, il gigante italiano è diventato segretamente un top runner in MotoGP nell'ultimo decennio e ha portato con sé una personalità di cui lo sport mondiale ne ha maggior bisogno.

MotoGP
28 lug 2021
Quartararo fa il Marquez della Yamaha Prime

Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Fabio Quartararo è l'unica nota positiva in casa Yamaha. Il francese è il vero dominatore di questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP, con cinque pole e quattro vittorie che lo lanciano verso la conquista del titolo iridato. Gli altri tre piloti della casa giapponese, però, sono ben lontani dalla sufficienza...

MotoGP
25 lug 2021
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021
Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V Prime

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V

Andiamo ad inaugurare le pagelle di metà stagione dei costruttori presenti in MotoGP. Inziiamo con Honda, grande delusa di questa prima parte del 2021: il costruttore nipponico deve erigere una statua a Marc Marquez, unico pilota capace di portare a vincere - e sul podio - una RC213V che, al momento, sembra la moto peggiore del lotto

MotoGP
9 lug 2021