Il motociclismo perde una leggenda: è morto Carlo Ubbiali

Il 9 volte campione del mondo, uno dei più vincenti della storia del motociclismo, si è spento a 90 a causa di un problema respiratorio.

Il motociclismo perde una leggenda: è morto Carlo Ubbiali

Il motociclismo italiano piange oggi la scomparsa di una sua leggenda. Si è spento a 90 anni Carlo Ubbiali, il pilota di casa nostra più titolato tra le due ruote insieme a Giacomo Agostini e Valentino Rossi, che si è arreso ad un problema respiratorio per cui era ricoverato dall'inizio di maggio.

Nato nel 1929 e bergamasco proprio come Agostini, Ubbiali è salito per ben nove volte sul tetto del mondo: 6 volte nella 125cc e 3 nella 250cc. Ma è la sua percentuale di successi nel Mondiale ad essere impressionante, con 39 vittorie in appena 74 partenze.

Numeri che, insieme ai suoi otto titoli tricolori, lo resero uno dei piloti più amati degli anni '50. Il suo debutto infatti avvenne nel 1949, conquistando a soli 19 anni il quarto nel Gran Premio di Svizzera di classe 125cc. Il primo podio arrivò invece nella gara successiva, quando giunse terzo nel Gran Premio d'Olanda.

Nell'arco di 12 stagioni, il suo nome è stato legato in maniera indissolubile alla MV Agusta, con la quale ha corso per quasi tutta la sua carriera.

Ad oggi, rimane il quarto pilota più titolato della storia: più di lui hanno vinto Agostini (15 titoli), Angel Nieto (13), mentre Valentino Rossi lo affianca a quota nove. Anche per questo lo scorso 16 dicembre era stato premiato con il "Collare d'Oro" al merito sportivo, il riconoscimento più prestigioso che viene conferito dal CONI.

"Ho un grande ricordo di Ubbiali. Avevo 10 anni quando vinceva tutto e sognavo di diventare come lui un giorno. È stato per me un esempio, un incentivo e una fonte d'ispirazione. Un vero e proprio punto di riferimento" ha detto Giacomo Agostini all'agenzia ANSA.

"Correva con la testa, da grande campione, con intelligenza e furbizia. All'epoca si vedeva poco in tv, leggevo le sue imprese sui giornali. Lo descrivevano con fosse un tutt'uno con la moto. Siamo accomunati dalla MV Agusta: quando ingaggiarono me chiesero informazioni sul mio conto a lui" ha aggiunto.

condivisioni
commenti
Petrucci: "Ducati ha deciso di non continuare il nostro rapporto"

Articolo precedente

Petrucci: "Ducati ha deciso di non continuare il nostro rapporto"

Prossimo Articolo

MotoGP: Rins mette all’asta il suo casco per la lotta al Covid

MotoGP: Rins mette all’asta il suo casco per la lotta al Covid
Carica commenti
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021
Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2 Prime

Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2

Andiamo a dare i voti al Gran Premio di Catalunya di MotoGP, dove - oltre alle ottime performance messe i. pista dalla KTM del vincitore, Miguel Oliveira - bisogna andare a giudicare ampiamente insufficiente il comportamento della direzione gara

MotoGP
8 giu 2021
GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica Prime

GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica

Fabio Quartararo firma la quinta pole position del 2021 in sella alla sua Yamaha ufficiale. Il francese apre la prima fila dello schieramento precedendo le ducati di Jack Miller e Johan Zarco

MotoGP
6 giu 2021
Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio Prime

Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio

La scomparsa di Jason Dupasquier a seguito dell'incidente di cui è stato vittima al Mugello ha alimentato una serie di polemiche e speculazioni - paradossalmente - tra i non addetti ai lavori. Come insegna Bambi, "quando non sai che cosa dire, è meglio che non dici nulla". E sarebbe il caso di apprendere questa regola aurea, soprattutto davanti ad un lutto.

MotoGP
1 giu 2021