MotoGP: sospeso il GP di Catalogna, trema il Mugello

Il segretario generale dello sport della Generalitat de Catalunya, co-proprietario del Circuito di Barcellona, ritiene sospeso il gran premio che doveva essere disputato ad inizio giugno e spera di poterlo ricollocare nel calendario.

MotoGP: sospeso il GP di Catalogna, trema il Mugello

I responsabili del mondiale ed i promotori dei gran premi continuano a negoziare le sospensioni delle gare man mano che si avvicinano le date in cui dovrebbero essere disputate. Nel frattempo però il responsabile dello sport della Generalitat de Catalunya (il Governo catalano) dichiara che l’appuntamento del Montmeló, inizialmente previsto per il 7 giugno, è sospeso.

Di conseguenza, se la gara catalana viene cancellata, anche il Gran Premio d’Italia salterà, dato che il nostro paese è stato tra i più devastati dal virus. La MotoGP al Mugello sarebbe attesa nel fine settimana del 31 maggio, ma con tutta probabilità verrà sospesa.

Tuttavia Gerard Figueras, segretario generale dello sport del governo catalano, spera che il Gran Premio di Catalogna venga ricollocato in calendario. Al sito web locale l’Esportiu, dichiara: “Ad oggi non è stata presa ancora la decisione di cancellare i due eventi, ma si spera che si possano inserire nei nuovi calendari”, afferma in riferimento alle gare di Formula 1 e MotoGP programmate al Montmeló.  

Il primo effetto del COVID-19 sul campionato è arrivato il 1 marzo con l’annullamento della gara della MotoGP in Qatar, che doveva essere disputata lo scorso 8 marzo. In quell’occasione hanno corso solamente Moto2 e Moto3. Il giorno successivo alla notizia è arrivata anche la sospensione del Gran Premio della Thailandia, previsto per il 22 marzo e che dovrebbe essere disputato il prossimo 4 ottobre.

Il 10 marzo è poi arrivato il momento del Gran Premio delle Americhe, previsto per il 5 aprile e rimandato al 15 novembre. Stessa sorte anche per il Gran Premio dell’Argentina, inizialmente programmato per il 19 aprile ed ora ricollocato al 22 novembre.

Da quel momento, la politica dei promotori è cambiata riguardo alla ricollocazione delle gare, dato che l’ultima parte del calendario è davvero fitta. Lo scorso 26 marzo infatti è stata annunciata la sospensione del Gran Premio di Spagna, che doveva essere disputato a Jerez il 3 maggio. Giovedì è stato resa ufficiale anche la posticipazione del Gran Premio di Francia, inizialmente previsto per il 17 maggio. Entrambi sono rimandati a data da destinarsi.

Con le sospensioni delle gare di Mugello e Barcellona, che Dorna ammette di non poter disputare nelle date previste, sono già quattro le gare che dovranno essere ricollocate in una seconda metà di calendario 2020 molto fitta.

Dopo Barcellona, gli eventi successivi sono la Germania (il 21 giugno) e l’Olanda (il 28 giugno). Anche questi ad oggi sembrano essere in grave pericolo, così come il Gran Premio della Finlandia, previsto per il 12 luglio. Il circuito finlandese inoltre dovrebbe ospitare un test sulle gomme prima della gara, ma nessuno pensa si possa svolgere.

Le previsioni più realiste parlano di agosto come inizio del mondiale, quindi a Brno. Si hanno dunque quattro mesi e 16 fine settimana per provare a completare una stagione con 10 o 12 gare.

condivisioni
commenti
Allarme Ezpeleta: "Può darsi che non si corra nel 2020”

Articolo precedente

Allarme Ezpeleta: "Può darsi che non si corra nel 2020”

Prossimo Articolo

Rivola: "La squalifica di Iannone? Ero incazzato nero"

Rivola: "La squalifica di Iannone? Ero incazzato nero"
Carica commenti
Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP Prime

Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP

I giorni di Danilo Petrucci in MotoGP sembrano contati, KTM sta cercando di riorganizzare completamente il team Tech3 per il 2022. Anche se la stagione 2021 del ternano finora non è stata eccezionale, il gigante italiano è diventato segretamente un top runner in MotoGP nell'ultimo decennio e ha portato con sé una personalità di cui lo sport mondiale ne ha maggior bisogno.

MotoGP
28 lug 2021
Quartararo fa il Marquez della Yamaha Prime

Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Fabio Quartararo è l'unica nota positiva in casa Yamaha. Il francese è il vero dominatore di questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP, con cinque pole e quattro vittorie che lo lanciano verso la conquista del titolo iridato. Gli altri tre piloti della casa giapponese, però, sono ben lontani dalla sufficienza...

MotoGP
25 lug 2021
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021
Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V Prime

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V

Andiamo ad inaugurare le pagelle di metà stagione dei costruttori presenti in MotoGP. Inziiamo con Honda, grande delusa di questa prima parte del 2021: il costruttore nipponico deve erigere una statua a Marc Marquez, unico pilota capace di portare a vincere - e sul podio - una RC213V che, al momento, sembra la moto peggiore del lotto

MotoGP
9 lug 2021