Iannone: "Suzuki? Aspettative troppo alte. Abbiamo abbassato il livello"

Andrea è stato autore di una bella rimonta ad Austin che gli ha permesso di chiudere 7°. "Sono stato in letargo, ,ma sono un leone e sto tornando", ha affermato a fine gara.

Iannone: "Suzuki? Aspettative troppo alte. Abbiamo abbassato il livello"
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone ha messo una vera e propria pezza al fine settimana di Austin chiudendo in settima posizione il terzo appuntamento del Mondiale MotoGP 2017. Il rider della Suzuki sembrava destinato a una corsa da comprimario, invece è stato autore di una splendida seconda parte di gara che lo ha portato a rimontare sino ad arrivare a pochi secondi dalla Ducati di Andrea Dovizioso.

"Mi avevano detto che avevo toccato il fondo... Sinceramente sono stato in letargo ma non sono un ghiro, sono un leone, e ora sto tornando nel modo normale", ha affermato a fine gara il pilota di Vasto ai microfoni di Sky Sport MotoGP HD. "Però sicuramente le prime due gare sono difficilissime. Non tanto in Qatar, ma non siamo mai riuscito a essere competitivo quando volevo. Forse le mie aspettative erano troppo alte. Adesso abbiamo un po' abbassato il livello, cerchiamo di regolarci un po' meglio e portare a casa quello che per ora possiamo permetterci. Abbiamo capito che dobbiamo migliorare e ci stiamo provando".

"Abbiamo preso questa gara come se fosse un test, cercando di arrivare più in alto possibile. Molte volte abbiamo miglioramenti o peggioramenti incredibili, ma la cura alla nostra situazione ancora non c'è".

Per Iannone sono stati fondamentali alcuni cambiamenti d'assetto fatti nel corso del Warm Up della mattina. Questi hanno migliorato le prestazioni della GSX-RR, anche se i veri frutti si sono visti solo quando il serbatoio della moto giapponese si è svuotato in maniera significativa.

"Sono in generale molto severo con me stesso. Forse delle volte esagero, però è quello che penso al momento. Io corro sin da quando sono piccolo e l'obiettivo è sempre stare al top. Fortunatamente so reagire in fretta. Questa mattina sono riuscito a fare cambiamenti che mi hanno permesso di fare una gara positiva".

"Ovviamente non sono contento di quello che ho ottenuto, perché siamo qui perstare al top e al momento non abbiamo la fora di farlo, ma dobbiamo fare presto perché io ho voglia di lottare con chi è al top di questa categoria".

Per concludere, Andrea ha spiegato punti forti e deboli della GSX-RR sulla pista di Austin. Se nei primi due settori si comportava molto bene, la sua due ruote pagava in maniera clamorosa nel terzo settore, quello più stretto e tortuoso.

"Eravamo molto efficaci nel primo settore, nel secondo. Peccato che nel terzo settore prendessi 7 decimi al giro. La nostra moto purtroppo necessita molto spazio per fare le curve. E' una moto che curva con tanta velocità e in questa pista facciamo fatica nel terzo settore, che è molto stretto. Poi abbiamo consumato benzina, la moto è doventata più agile e anche i freni erano più incisivi, così giravo più forte e ho migliorato giro dopo giro. Peccato aver perso tanto tempo dietro a Lorenzo. Mannaggia al motore della Ducati. Per anni ho potuto godermelo e ora mi fa un po' arrabbiare".

condivisioni
commenti
Aprilia: Espargaro costretto al pit stop da un problema all'anteriore
Articolo precedente

Aprilia: Espargaro costretto al pit stop da un problema all'anteriore

Prossimo Articolo

Le Mans ospiterà un test privato con tutti i top team di MotoGP

Le Mans ospiterà un test privato con tutti i top team di MotoGP
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021