Iannone: "Sono dispiaciuto, ma grato alla Ducati per l'opportunità"

Il rinnovo di Dovizioso, annunciato come compagno di Lorenzo fino al 2018, ha di fatto sancito l'uscita del pilota di Vasto a fine 2016, che comunque per il resto dell'anno promette: "Darò il massimo e potremo ottenere grandi risultati".

Per un Andrea che sorride, un altro è con la valigia in mano, pronto a lasciare Borgo Panigale alla fine della stagione 2016. Pochi minuti fa la Ducati ha confermato di aver rinnovato il contratto di Andrea Dovizioso per i prossimi due anni e, complice anche l'arrivo di Jorge Lorenzo nel 2017, Andrea Iannone sarà quindi costretto a cambiare squadra.

Il pilota di Vasto ha iniziato la sua avventura in MotoGP proprio con la Rossa, vestendo per due stagioni i colori del Team Pramac, nel 2013 e nel 2014. Lo scorso anno c'è stato il grande salto nella squadra ufficiale e con esso sono arrivati i primi risultati importanti, con tre piazzamenti a podio (quest'anno c'è stato il quarto ad Austin) ed una pole position.

Essendo giovane ed in rampa di lancio sembrava lui il candidato favorito ad affiancare Lorenzo, ma probabilmente Iannone ha pagato l'irruenza mostrata in alcune occasioni, su tutte l'incidente con Dovizioso in Argentina, che ha privato la Rossa di un doppio podio ormai certo.

"Ovviamente sono dispiaciuto che il mio percorso con Ducati finisca al termine di questa stagione, ma sono grato all’azienda bolognese per l’opportunità che mi ha dato in questi anni. Ho esordito in MotoGP con Ducati e insieme a loro sono cresciuto riuscendo ad ottenere delle prestazioni sempre migliori" è stato il commento di Andrea, che a questo punto sembra destinato ad approdare alla Suzuki, dove andrebbe a prendere il posto di un Maverick Vinales in partenza verso la Yamaha.

Che però ha fatto una promessa ai tifosi della Ducati per le gare che restano da qui alla conclusione del 2016: "Nelle prossime gare darò il massimo, come sempre, perché sono convinto che grazie alla competitività della Desmosedici GP potremo ottenere dei grandi risultati".

Anche il direttore generale di Ducati Corse, Gigi Dall'Igna, è dispiaciuto di dover salutare un pilota su cui la Rossa sembrava puntare tanto: "Ci dispiace per Andrea Iannone, che alla fine della stagione non sarà più con noi. Andrea ha svolto un lavoro importante in questi anni ed ha contributo in modo significativo allo sviluppo della Ducati Desmosedici GP. Per questo desideriamo ringraziarlo e ci impegneremo al massimo con lui, nelle prossime gare del campionato, per ottenere i risultati importanti che sono sicuramente alla sua portata".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Andrea Iannone
Team Ducati Team
Articolo di tipo Ultime notizie