Iannone: "Silverstone non è tra le piste che amo, ma possiamo ben figurare"

Andrea Iannone, reduce da una vittoria e un ottavo posto sfortunato, tenterà di proseguire nel suo ruolino di marcia eccellente cogliendo un ottimo risultato anche a Silverstone. Ora la Ducati è competitiva in tutte le piste.

Andrea Iannone arriva a Silverstone in quello che è probabilmente il miglior momento di forma della carriera. Nelle ultime due gare "The Maniac" ha inanellato una vittoria - la prima in carriera in MotoGP e la prima in Ducati dopo 101 gare di astinenza - e un ottavo posto, quest'ultimo frutto di un consumo eccessivo delle gomme sulla sua Desmosedici GP dopo aver dominato la parte centrale della gara.

Il pilota di Vasto ha ottenuto il suo miglior risultato sul tracciato inglese in Moto2, con il quarto posto del 2012, mentre l’anno scorso ha chiuso in ottava posizione con la sua Desmosedici GP15 ufficiale.

Quest'anno Andrea tenterà di migliorare il piazzamento dello scorso anno e, dato il periodo idilliaco, potrebbe essere ancora una volta tra i grandi protagonisti del fine settimana della MotoGP.

"La nostra Desmosedici GP è ormai diventata competitiva su ogni circuito e anche la gara di Silverstone potrebbe rivelarsi positiva per noi", ha affermato Iannone alla vigilia del Gran Premio di Gran Bretagna.

"In passato ho avuto qualche difficoltà qui perché è una pista strana, molto larga, e decisamente più adatta alle Formula 1 che non alle moto. Non è il tipo di pista che preferisco, ma credo che avremo delle buone possibilità per ben figurare".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP di Gran Bretagna
Circuito Silverstone
Piloti Andrea Iannone
Team Ducati Team
Articolo di tipo Ultime notizie