Iannone paga l'incidente con Dovi: perde 3 posizioni in griglia ad Austin

La Race Direction ha punito l'entrata aggressiva all'ultima curva del ducatista, che però si scusa con il compagno di squadra. Dovizioso mastica amaro soprattutto per i 20 punti buttati via in ottica campionato.

Uno dei fatti più importanti del GP d'Argentina è stato sicuramente il clamoroso incidente che ha estromesso in un colpo solo le due Ducati di Andrea Dovizioso ed Andrea Iannone ad una sola curva dalla bandiera a scacchi, quando occupavano la seconda e la terza posizione.

Il pilota di Vasto ha provato ad attaccare il compagno di squadra all'ultima staccata, ma lo ha fatto con un po' troppa foga, finendo per perdere l'anteriore e travolgendo così la Desmosedici GP gemella. Un contatto che è costato ben 36 punti (33 in realtà, perché poi Dovi ha spinto la sua moto fino al traguardo, chiudendo 13esimo) ed un doppio piazzamento a podio, che Iannone pagherà tra una settimana ad Austin.

Dopo averne parlato insieme a lui, la Direzione Gara ha infatti deciso di punire l'abruzzese con un punto di penalità sulla licenza, ma anche con un arretramento di tre posizioni sullo schieramento di partenza del GP of the Americas.

Iannone ha poi provato a fare ammenda nelle interviste di rito: "Mi dispiace molto per la Ducati e per tutto il mio team. Stare fuori dal podio dopo una gara così è un peccato. In più quando sono scivolato ho tirato giù Dovizioso. Non ho ancora avuto la possiblità di vederlo, perché sono andato subito in direzione gara, ma mi scuserò sicuramente, anche perché siamo sempre andati d'accordo".

Dovizioso non era stato particolarmente tenero nei suoi confronti poco prima: "Iannone ci ha provato ma nel modo sbagliato. Me l'aspettavo da lui, so come è fatto e questa è la conferma". E quando poi gli era stato chiesto se il collega si fosse scusato, ha aggiunto: "Non l'ho ancora visto, ma non cambia tanto se si scusa".

All'atto pratico però "Desmodovi" era rammaricato soprattutto per un risultato importante gettato alle ortiche: "Marquez era di un altro pianeta, ma eravamo riusciti a recuperare su Valentino. E' un peccato buttare via 20 punti così, perché potevamo essere secondi in campionato con 40 punti, solo ad uno da Marc".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP d'Argentina
Circuito Autodromo Termas de Rio Hondo
Piloti Andrea Dovizioso , Andrea Iannone
Team Ducati Team
Articolo di tipo Ultime notizie