MotoGP
20 set
-
22 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
19 Ore
:
56 Minuti
:
27 Secondi

Iannone: "Non si vede nel risultato, ma è stato il miglior inizio del 2017"

condivisioni
commenti
Iannone: "Non si vede nel risultato, ma è stato il miglior inizio del 2017"
Di:
11 ago 2017, 14:32

Il pilota della Suzuki si è lamentato per non aver potuto usare la gomma nuova all'anteriore nell'ultimo run. Con quella è convinto che sarebbe entrato nella Top 10 abbastanza agevolmente, perché ha un buon feeling con la GSX-RR.

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Il 16esimo posto finale sembrerebbe dire qualcosa di differente, ma Andrea Iannone è convinto che quella vissuta oggi al Red Bull Ring sia stata la giornata migliore della sua travagliata avventura in sella alla Suzuki.

Il feeling con la sua GSX-RR è stato molto buono ed è mancata solamente la prestazione. Questo perché nell'ultimo run gli è stata montata una gomma nuova solamente al posteriore e non anche all'anteriore come aveva richiesto. Una situazione che ha reso la moto piuttosto nervosa.

"Valuto questa giornata molto positivamente, una delle migliori dell'anno. Il feeling con la moto non è male. Questa mattina non ho utilizzato la gomma morbida, ma saremmo potuti stare abbastanza avanti. Pomeriggio l'abbiamo utilizzata, ma senza cambiare la gomma davanti, quindi avevo tanto bloccaggio all'anteriore perché era aumentato molto il grip al posteriore" ha spiegato il pilota di Vasto.

Per questo ha anche rischiato di cadere: "Ho perso l'anteriore un paio di volte ed ho anche rischiato di andare contro le barriere alla curva 4, c'è mancato davvero poco. Penso che sia strano che noi dobbiamo ancora fare esperienza su questa cosa, perché ormai le gomme le conosciamo, ma è andata così".

Quando poi gli è stato chiesto di argomentare la sua ultima frase, ha aggiunto: "Ho chiesto di cambiare la gomma davanti, ma il mio ingegnere di pista mi ha detto che non avremmo avuto tempo. Io però penso che se non fai tre giri, ma ne fai due fatti bene è meglio. Ma anche uno. Poi tutti erano in pista con la gomma morbida e noi avevamo la media invece. Speriamo solo che domattina non venga a piovere, perché altrimenti mi ritroverei in Q1".

Il ritmo però è buono ed il feeling con la moto pure, quindi c'è spazio per sorridere: "Comunque sono contento del passo che abbiamo avuto oggi pomeriggio in confronto agli altri. C'è qualcuno che ha avuto un passo un po' meglio del nostro di circa due decimi, ma bisogna anche vedere quali saranno le scelte delle gomme. Non si vede nel risultato, ma siamo partiti meglio di qualsiasi altra gara".

Infine, non ha ancora deciso se utilizzare la carena standard o quella con le ali al suo interno, anche se la seconda ha dato dei feedback interessanti: "Dobbiamo ancora decidere. La nostra preoccupazione era quella di perdere molto in velocità di punta, invece paghiamo solo un chilometro orario. In accelerazione abbiamo guadagnato qualcosina, ma abbiamo perso abbastanza nei cambi di direzione. Per questo pomeriggio ho girato tutto il turno con la carena standard e quella con le ali la proveremo di nuovo domani mattina. Poi in FP4 decideremo quale utilizzare".

Informazioni aggiuntive di Casper Ferwada

Prossimo Articolo
Lowes-Aprilia: il manager conferma la rottura. Redding più vicino

Articolo precedente

Lowes-Aprilia: il manager conferma la rottura. Redding più vicino

Prossimo Articolo

Vinales: "Speriamo di poter mantere questa base fino alla fine"

Vinales: "Speriamo di poter mantere questa base fino alla fine"
Carica commenti