Iannone fa mea culpa: "Non devo fare più questi errori"

Il pilota della Suzuki è scivolato dopo un leggero contatto con Marquez, avvenuto a causa di un errore di valutazione. Un peccato perché aveva portato la GSX-RR a lottare per il podio dopo un inverno difficile.

Iannone fa mea culpa: "Non devo fare più questi errori"
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing; Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

"Mi dispiace molto per come è andata. Stavo facendo una bella gara, anche se ancora non riesco a guidare come vorrei io, però eravamo veloci e competitivi".

Andrea Iannone è davvero deluso per l'epilogo del suo GP del Qatar, che si è concluso con una scivolata quando era in lotta per il podio al debutto sulla Suzuki. Il pilota di Vasto però si è preso le sue responsabilità, ammettendo di aver sbagliato, toccando leggermente la Honda di Marc Marquez per un errore di valutazione e finendo ruote all'aria.

"Ho cercato di controllare tutti i rischi, ma quando Marquez ha rallentato io purtroppo ho sbagliato, perché non ho calcolato che poteva essere più lento in quella curva e sono entrato come nei giri precedenti, quindi l'ho toccato e sono toccato. Sono cose che possono capitare, ma non devono succedere" ha detto il pilota di Vasto.

"In questo momento non è facile per noi superare, perché faccio fatica in staccata, ma questa non è una scusa. Il problema è che ho sbagliato, ma non devo fare più questi errori: spero che sia il primo ed anche l'ultimo di quest'anno" ha aggiunto.

Quando gli è stato chiesto che risultato avrebbe potuto portare a casa, se avesse portato a termine la gara, ha detto: "Penso che avessimo una buona chance di lottare per il podio. Potevamo chiudere in terza posizione e per noi sarebbe stato un grande risultato alla prima gara, perché non ci aspettavamo di avere questo potenziale dopo le difficoltà che avevamo incontrato nei test. E' un peccato, perché nelle prove libere avevamo reagito molto bene, avvicinandoci tanto ai migliori. Siamo arrivati alla gara molto competitivi e questo è positivo. L'aspetto negativo è l'errore che ho commesso toccando Marc alla curva 5".

Nel corso del weekend si è visto uno step avanti importante, anche se rimangono ancora delle difficoltà con la GSX-RR: "Continuo ad avere delle difficoltà in ingresso di curva, perché non ho ancora il feeling che vorrei con l'anteriore. Una volta che si arriva in percorrenza però la moto è davvero fantastica, anche se forse perdiamo di nuovo qualcosa anche in uscita. Ho parlato parecchio con gli ingegneri per risolvere questi problemi, ma per il futuro. Al momento dobbiamo badare a cercare di sfruttare il potenziale che abbiamo a disposizione".

Ora si va in Argentina, dove la Suzuki era già stata molto competitiva nel 2016, quindi la speranza è di ripartire da lì: "Non lo so, ma credo che abbiamo un buon potenziale. L'anno scorso la Suzuki aveva fatto fatica in Qatar, invece quest'anno stavamo lottando per il podio. In Argentina invece era andata molto bene, quindi il nostro obiettivo sarà quello di provare a lottare al top".

Informazioni aggiuntive di Jamie Klein

condivisioni
commenti
Fotogallery: il GP del Qatar apre la stagione della MotoGP 2017

Articolo precedente

Fotogallery: il GP del Qatar apre la stagione della MotoGP 2017

Prossimo Articolo

Che debutto per Zarco: cade ma comanda la gara di Losail per 6 giri!

Che debutto per Zarco: cade ma comanda la gara di Losail per 6 giri!
Carica commenti
Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco Prime

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco

Tanti promossi e tanti bocciati nel Gran Premio di Germania di MotoGP. Le pagelle commentate e stilate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com.

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania Prime

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania

Andiamo a scoprire la griglia di partenza della classe regina del Motomondiale 2021 sul tracciato del Sachsenring.

MotoGP
20 giu 2021
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021