Iannone: "Duello Yamaha-Ducati? Presto per dirlo"

Il pilota della Rossa comunque ha portato la sua Desmosedici GP in terza posizione nel primo turno di prove libere nonostante qualche difficoltà, quindi è molto carico per il resto del weekend del Qatar

"Credo che su questa pista il nostro potenziale sia molto alto, quindi non dobbiamo lasciare niente al caso, lavorando turno dopo turno per sistemare tutti i dettagli. Sono quelli che possono farci migliorare qualcosina e quella sarà la chiave del weekend". Musica e parole di Andrea Iannone.

Se ieri era parso motivatissimo, dopo il primo turno di prove libere del GP del Qatar forse è andato anche oltre, perché la sua Ducati Desmosedici GP gli ha permesso di staccare il terzo tempo, nonostante non sia stata una sessione particolarmente liscia per lui.

"Sono state delle prime prove molte positive. Peccato che non siamo riusciti a migliorare il tempo nella seconda uscita, perché abbiamo fatto una modifica alla moto, che avremmo voluto fare anche durante i test, ma non ha funzionato, perché la moto è peggiorata. Dobbiamo comunque guardarla in positivo e pensare che abbiamo capito qual è la direzione da non prendere" ha spiegato infatti il pilota di Vasto.

Anche perché il tempo è arrivato facendo una prova un po' atipica: "Eravamo partiti solo per controllare che le due moto fossero uguali effettivamente, oltre che esserle sulla carta, perché a volte il comportamento non è identico. Pur facendo questa prova, che ha avuto esito positivo, sono riuscito comunque a fare un buon tempo".

Riguardo alla modifica che non ha funzionato, poi ha aggiunto: "L'obiettivo della modifica era cercare di migliorare il comportamento della moto in ingresso di curva ed anche in accelerazione. Magari abbiamo trovato un po' di stabilità, ma questa modifica ha compromesso l'inserimento in curva. Quindi siamo tornati indietro, ma non abbiamo fatto in tempo a tornare in pista per migliorare il tempo".

Quando poi gli è stato chiesto se domenica è lecito attendersi un duello Yamaha-Ducati, ha concluso: "E' presto per dire, perché è solo il primo turno di prove, anche se il fatto che dietro alle Yamaha ci siamo noi è positivo. Come ho detto ieri, quest'anno è molto importante fare l'ultimo step. Domani dovremo provare le gomme e so che alcuni hanno provato la gomma più morbida e che alcuni l'hanno preferita, quindi spero che ci possa dare ancora qualcosa".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP del Qatar
Sub-evento Giovedì
Circuito Losail International Circuit
Piloti Andrea Iannone
Team Ducati Team
Articolo di tipo Intervista