Iannone: "Ducati? Se mi avesse tenuto avrebbe risparmiato, ma Jorge..."

condivisioni
commenti
Iannone:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
25 lug 2017, 13:24

In un'intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, Iannone ha anche affermato che Lorenzo riuscirà ad adattarsi alla Desmosedici e che l'intenzione è rinnovare con il team giapponese nonostante l'interesse di Aprilia.

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Jorge Lorenzo, Ducati Team, Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Jorge Lorenzo, Ducati Team, Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

La pausa estiva è arrivata nel momento opportuno per Andrea Iannone. Il pilota di Vasto è stato autore di una prima parte di stagione disastrosa, in cui, al debutto con Suzuki dopo diversi anni con Ducati, ha raccolto appena 28 punti in 9 Gran Premi disputati. Ossia appena 3 per evento.

Il matrimonio con Suzuki ha emesso scricchiolii sin dai primi test invernali e, purtroppo per il centauro di Vasto, la situazione si è rivelata molto complicata anche a stagione iniziata. Il feeling con la GSX-RR stenta a decollare e il Iannone ammirato appena pochi mesi fa in sella alla Ducati Desmosedici GP 2016 appare quasi un ricordo sbiadito.

Andrea ha rilasciato nelle ultime ore un'intervista a La Gazzetta dello Sport in cui è tornato a parlare di quella che è stata la squadra che ha estrapolato le sue vere potenzialità, la Ducati, e della scelta fatta qualche mese fa che lo ha portato ad accettare l'offerta della Suzuki dopo tanti anni in rosso.

"Se ho mai pensato che sarebbe stato meglio restare in Ducati? Proprio in questi termini no... Anche se ci sono stati momenti in cui ti dici 'cazz...". Però poi ti rendi conto che è quasi un arrendersi. E avere successo ora diventa una questione di principio. Certamente, per Ducati, tenermi sarebbe stata una scelta molto più economica. Però Jorge verrà fuori".

Iannone ha anche elogiato il grande lavoro fatto a Borgo Panigale in questi anni. Le due vittorie ottenute quest'anno sembrano essere il frutto di quanto seminato le stagioni scorse, ma il 28enne di Vasto ha voluto rendere omaggio anche al suo ex compagno di squadra Andrea Dovizioso.

"Le due vittorie ottenute quest'anno, Ducati se le è meritate. Conosco tutti là dentro, so quanto abbiano lavorato duro in questi anni. E non mi sorprende che Andrea (Dovizioso) sia là davanti, non ho mai nascosto la sua velocità e il talento".

Nelle ultime settimane sono circolate voci su un possibile divorzio tra Iannone e Suzuki, prontamente messe a tacere da entrambe le parti. Nonostante le difficoltà a cui è andato incontro in questi mesi, Andrea è richiesto sul mercato e ha ammesso di aver registrato l'interesse di un'altra Casa italiana che sta facendo passi avanti significativi: Aprilia. La sua volontà, però, è chiara e ha ancora forti tinte azzurro Suzuki.

"Che Aprilia mi cerchi è indubbio, ma non ho mai nascosto la volontà di restare in Suzuki. Ho un contratto con loro di 2 anni e vorrei rinnovarlo".

Prossimo articolo MotoGP

Su questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Andrea Iannone
Team Team Suzuki MotoGP, Ducati Team
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Ultime notizie