Iannone: "Che sorpresa, siamo subito veloci e possiamo migliorare"

Andrea Iannone ha chiuso al secondo posto le Libere 2 del Gran premio di Germania al Sachsenring. La Ducati si è mostrata subito veloce, sorprendendo il pilota di Vasto.

Al termine delle Libere 2 della MotoGP sulla pista del Sachsenring, Andrea Iannone è risultato il miglior pilota Ducati e il secondo rider più veloce della sessione. Solo Maverick Vinales è riuscito a mettere alle spalle il pilota di Vasto.

Il Sachsenring è sempre stata una pista piuttosto ostica per la Ducati, invece oggi Andrea ha mostrato di avere già un ottimo feeling sia con la moto che con il tracciato, nonostante le basse temperature che hanno reso insidioso il layout tedesco.

"Oggi è andata un po' come lo scorso fine settimana. Siamo stati subito abbastanza veloci e sono sorpreso. Anche contento. Non mi aspettavo di avere queste sensazioni con la moto su questa pista, invece sino a ora sta andando tutto benissimo. Il feeling con la moto è molto buono. In questi anni siamo riusciti a migliorare anche nelle piste più difficili per noi", ha dichiarato Iannone all'incontro con la stampa al termine delle libere odierne.

"Per quanto riguarda le prove, questa mattina abbiamo girato poco ma abbiamo capito cosa migliorare. Abbiamo modificato un po' l'elettronica, il comportamento della moto in alcune curve. Abbiamo fatto un passo in avanti a questo è molto positivo, ma non abbiamo ancora finito. Dovremo fare cambiamenti domani per cercare di migliorare tutti i piccoli punti in cui siamo carenti. Vorrei che la moto curvasse un po' meglio, ,vorrei cercare di migliorare il grip in uscita di curva. poi penso che possiamo fare queste modifiche e migliorare. Per il momento sono tranquillo e contento. Sto lavorando molto bene con la squadra. Ci siamo".

"Lo scorso anno il giro veloce è stato 1'21"5 in gara. Non siamo lontanissimi. E' da considerare. Le Yamaha sono fuori dai primi 10 ma non so che dire. Saranno competitive già da domani come lo sono sempre state, ma anche noi abbiamo delle buone possibilità. Non penso che gli altri non abbiano spinto a causa del freddo che c'era oggi. Quindi secondo me siamo lì davanti. Tutti quando scendono in pista danno il loro meglio, poi se uno non ha feeling con la propria moto è un altro discorso. Secondo me i valori reali sono questi almeno per oggi. Poi domani vedremo".

Il pilota di Vasto ha voluto esprimere un parere sulle gomme asimmetriche portate in Germania dalla Michelin per poter affrontare al meglio le tante curve a sinistra e, soprattutto, le sole tre a destra: "La Michelin ha portato tre mescole differenti asimmetriche. Ovviamente sono contento perché qui c'è bisogno di avere gomme del genere avendo tante curve a sinistra e poche a destra. Una mescola diversa dal lato destro aiuta. Le gomme sono giuste ma la temperatura della pista era troppo fredda. Speriamo ci sia più caldo domani".

Per concludere, Iannone ha ammessi di sperare in una qualifica soleggiata e calda, così da mandare meglio in temperatura le gomme e rendere meno pericolose alcune curve. "Una settimana fa qui c'erano 33 gradi oggi 18. La Michelin non poteva prevederlo e non poteva farlo nessuno. Speriamo che domani torni l'estate. Era difficile inoltre trovare il coraggio di affrontare la Curva 11 e perdevo 3-4 decimi. Spero di riuscire a capire come poterla fare nel corso della notte, altrimenti domani sarà dura".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP di Germania
Sub-evento Venerdì, prove libere
Circuito Sachsenring
Piloti Andrea Iannone
Team Ducati Team
Articolo di tipo Intervista