I rivali di sempre applaudono il grande ritorno di Valentino Rossi

condivisioni
commenti
I rivali di sempre applaudono il grande ritorno di Valentino Rossi
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
25 set 2017, 11:05

Marquez, Vinales, Lorenzo e Dovizioso sottolineano la grande impresa compiuta dal "Dottore" con il quinto posto di Aragon, riconoscendogli il merito di aver avuto la forza di provare a tornare prima del previsto dall'infortunio.

Jorge Lorenzo, Ducati Team
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Dani Pedrosa, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Terzo in qualifica e quinto in gara a pochi decimi dalla Yamaha gemella di Maverick Vinales. Il ruolino di marcia che Valentino Rossi ha tenuto nel weekend di Aragon è stato davvero impressionante, se si pensa che è tornato in sella alla sua M1 a poco più di 20 giorni dalla frattura di tibia e perone e dal relativo intervento chirurgico.

Un recupero prodigioso per cui gli ha reso omaggio veramente mezzo mondo e al coro si sono uniti anche i suoi avversari di sempre, che dopo la gara non hanno potuto che dirsi impressionati da quello che è riuscito a fare il campione di Tavullia.

A partire dal suo compagno di box Maverick Vinales, che solo nel finale è riuscito ad avere la meglio su di lui: "Ha fatto davvero una buona gara. Onestamente quando l'ho visto davanti, ho pensato che avrebbe vinto la gara. Se era forte all'inizio, immaginavo come sarebbe stato alla fine... perché normalmente lui migliora nel finale. E' tornato forte come sempre, specialmente in gara".

Pure il vincitore e leader del Mondiale Marc Marquez ha voluto sottolineare l'impresa del "Dottore": "Era già incredibile che fosse qui dopo quel tipo di frattura. Penso che nessuno se lo sarebbe aspettato, ma il suo talento ha fatto la differenza. E' incredibile che abbia chiuso a solo mezzo seconda da Vinales con la stessa moto, perché è ancora infortunato".

Impressionante è stata la parola più utilizzata dal ducatista Jorge Lorenzo, con il quale ha battagliato per la leadership nelle prime fasi della corsa: "E' stato impressionante per tutto il weekend. Quello che ha fatto in qualifica, ma soprattutto il modo in cui ha recuperato. Non è la stessa cosa recuperare quando hai 38 anni e quando ne hai 15 e il suo è stato impressionante. Penso che di giorno in giorno si sentisse meglio. Come ha detto anche Marc, ha chiuso vicino a Vinales, che è al 100%, e su una pista che non è tra le sue preferite. Davvero impressionante".

La prestazione del pesarese ha sorpreso anche il connazionale Andrea Dovizioso: "Valentino è stato molto forte e soprattutto mi ha stupito per quanta determinazione ha avuto all'inizio. Non mi aspettavo che partisse così aggressivo, però anche lui ha avuto un calo di prestazione, non so quanto fisico e quanto legato alla moto, e alla fine faceva davvero fatica. Le Honda quando ci hanno passato andavano il doppio, avevano molta più trazione".

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

Prossimo articolo MotoGP
Marc Marquez, il "Freddy Kruger" dei sogni di mezza estate Ducati

Previous article

Marc Marquez, il "Freddy Kruger" dei sogni di mezza estate Ducati

Next article

Iannone: "Sono tornato a divertirmi mentre guido"

Iannone: "Sono tornato a divertirmi mentre guido"