MotoGP
30 apr
-
03 mag
Evento concluso
14 mag
-
17 mag
Evento concluso
28 mag
-
31 mag
Evento concluso
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
1 giorno
18 giu
-
21 giu
Canceled
25 giu
-
28 giu
Canceled
09 lug
-
12 lug
Canceled
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
64 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
71 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Canceled
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
99 giorni
G
GP di Aragon
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
114 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
121 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
134 giorni
23 ott
-
25 ott
Canceled
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
148 giorni
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
163 giorni
20 nov
-
22 nov
Prossimo evento tra
170 giorni
G
GP di Valencia
27 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
177 giorni

I big della MotoGP sono preoccupati dal debutto di Ponsson in un weekend di gara

condivisioni
commenti
I big della MotoGP sono preoccupati dal debutto di Ponsson in un weekend di gara
Di:
Tradotto da: Matteo Nugnes
6 set 2018, 18:56

I campioni della MotoGP Valentino Rossi e Marc Marquez hanno entrambi ammesso la loro preoccupazione per le circostanze che porteranno al debutto in MotoGP di Christophe Ponsson con la Ducati Avintia nel weekend di Misano.

Il 22enne è stato ingaggiato dalla squadra satellite della Ducati al posto di Tito Rabat, che si è fratturato la gamba destra in tre punti in un incidente avvenuto a Silverstone, e correrà con la GP16 che fino alla gara scorsa era di Xavier Simeon.

La gara di Misano segnerà la prima uscita di Ponsson in MotoGP e il suo curriculum non è esattamente invidiabile, perché ha disputato una stagione parziale nel British Superbike ed una intera nel Mondiale Superbike, chiudendo solamente 22esimo nel 2015.

Sia Marquez che Rossi hanno detto di non aver mai sentito parlare di Ponsson, che attualmente corre nella Superstock 1000 del campionato spagnolo, nella quale occupa il quinto posto, alle spalle dell'ex pilota Avintia Mike Jones. Tra le altre cose, oggi si tratta di una piccola impresa, perché questo è stato l'unico argomento su cui sono stati d'accordo il pesarese e lo spagnolo.

"Guidare una MotoGP per la prima volta in un weekend di gara, per me, non è una grande idea. Conoscere i freni e le gomme, forse non è molto sicuro" ha detto Valentino.

"Dovremo osservarlo con attenzione. Non lo conosco, forse è bravo e veloce. Dovremo vedere".

Marquez ha fatto fare una bella risata a tutta la sala stampa quando gli è stato chiesto di Ponsson, dicendo: "Chiiiii?!". Lo spagnolo della Honda ha posto l'accento sul fatto che probabilmente ci sono delle motivazioni finanziarie dietro al suo esordio.

"Non sapevo che ci fosse un altro pilota al posto di Tito" ha detto. "Non lo conosco, ma credo che per correre in MotoGP dovresti avere dei requisiti minimi di carriera".

"Arrivare in MotoGP tramite i soldi non è la via giusta, siamo nel miglior campionato del mondo. So che alcune persone devono arrivare in questo modo, ma non è sicuro. Vedremo come si comporterà".

Christophe Ponsson, Alstare Junior Team

Christophe Ponsson, Alstare Junior Team

Photo by: John Rowley

Le regole della MotoGP stabiliscono che ogni squadra deve fare uno sforzo ragionevole per trovare un pilota alternativo qualificato per ogni gara che si svolge 10 giorni dopo che il titolare è stato dichiarato unfit.

Aleix Espargaro dell'Aprilia è tra coloro che credono che il campionato debba avere criteri più severi per chi è autorizzato a scendere in pista.

"La MotoGP è molto difficile. Non possiamo dare una MotoGP a chiunque" ha detto Aleix.

"Per lui sarà molto difficile riuscire ad essere competitivo in sole tre sessioni e potrebbe creare un disastro, con i freni in carbonio e quasi 100 cavalli di differenza. Forse anche la pista è nuova per lui".

"Dovremmo avere una licenza speciale o qualcosa del genere. Sarà meglio farlo in futuro, sinceramente".

C'è però anche chi è stato più aperto alla prospettiva di dividere la pista con Ponsson e questo è il caso di Cal Crutchlow.

"Penso che sia sempre bello dare alle persone delle opportunità nella vita, nello sport e in questo paddock. Allora perché non mettere un pilota nuovo in Moto?".

"Non conosco questo ragazzo, non l'ho mai incontrato, ma spero che possa vivere un fantastico weekend. Sono sicuro che abbia abbastanza talento per guidare una moto ad un buon livello".

Informazioni aggiuntive di Lena Buffa e Matteo Nugnes

Prossimo Articolo
Misano prolunga l'accordo con la MotoGP: ospiterà il GP di San Marino e della Riviera di Rimini fino al 2021

Articolo precedente

Misano prolunga l'accordo con la MotoGP: ospiterà il GP di San Marino e della Riviera di Rimini fino al 2021

Prossimo Articolo

Ufficiale: Bradley Smith diventa collaudatore Aprilia nel 2019

Ufficiale: Bradley Smith diventa collaudatore Aprilia nel 2019
Carica commenti