Honda: una vittoria e diverse incognite

La vittoria di Dani Pedrosa a Misano, in combinazione con la mancata risposta da parte di Marc Marquez, mette in evidenza il divario tra lo stile di guida dei due piloti della Honda.

Contro ogni probabilità, Pedrosa ha mantenuto la sua striscia di almeno una vittoria di GP a stagione, e ha reso questo ancora più schiacchiante con una rimonta dall'ottavo posto in griglia, quindi nel mezzo della terza fila.

Con quella vittoria, lo spagnolo potrebbe chiudere uno dei momenti più negativi della sua carriera, infortuni a parte, e dimostrare al mondo e a sé stesso di non aver dimenticato tutto e di essere ancora uno dei più veloci.

Volendo dare una senso a tutto questo, bisogno partire da elementi più o meno concreti e se c'è un fattore che certamente a giocato a suo favore nel GP di Singapore è la nuova gomma portata dalla Michelin, disponibile sia nella specifica più morbida che media, ha giocato a suo favore.

Venerdì, al suo primo contatto con la pista, Pedrosa si è fatto vedere nelle zone più alte della pista, un'inerzia poi proseguita sabato e che lo avrebbe messo più avanti in griglia se una caduta non gli avesse fatto perdere un po' di confidenza.

Domenica la superiorità esibita dal #26 ha coinciso con la mancanza di una risposta da Marc Marquez, che per la seconda volta consecutiva è rimasto fuori dal podio.

Per il leader del campionato, la spiegazione principale tra lui ed il compagno di squadra si trova proprio nella scelta fatta con sulla gomma anteriore.

"Ho sempre detto che Dani ed io abbiamo uno stile molto diverso. Tutte le Honda, meno che quella di Dani, hanno sofferto con la nuova gomma della Michelin. Qui Dani ha fatto molto bene, non solo oggi, ma tutto il fine settimana" ha detto Marquez.

Questa settimana ad Aragon avremo modo di trarre delle conclusioni in merito, perché la Michelin non porterà sul tracciato spagnolo le gomme con cui si è trovato a proprio agio Pedrosa.

"Credo che ciò che ha aiutato Dani a Misano sia stato un mix" ha detto Piero Taramasso a Motorsport.com. Il responsabile della Michelin in MotoGP ritiene inoltre che il salto di qualità del catalano si potrà ripetere anche in Spagna.

"Penso che con le tre mescole anteriore che porteremo ad Aragon (soft, medium ed hard), tutti con rivestimento convenzionale, Pedrosa può fare molto bene anche lì" aggiunge Taramasso, che non crede che la costruzione utilizzata a Misano possa essere utilizzato ancora in questa stagione.

La Honda girerà anche martedì prossimo

La Honda, che il martedì dopo Misano ha portato al debutto la base del motore che utilizzerà nel suo prototipo 2017, proseguirà lo sviluppo nel martedì successivo al GP di Aragon.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP di Aragona
Circuito Motorland Aragon
Piloti Daniel Pedrosa , Marc Márquez Alenta
Team Repsol Honda Team
Articolo di tipo Ultime notizie