Honda non potrà avere le concessioni anche se non ottiene podi

Honda HRC non potrà usufruire delle concessioni in MotoGP nel 2021 anche se quest’anno non dovesse ottenere alcun podio.

Honda non potrà avere le concessioni anche se non ottiene podi

Il regolamento della MotoGP prevede una serie di concessioni a squadre che in una stagione non ottengono podi. Questa norma è nata per equilibrare il campionato, aiutare i team con meno potenziale e, soprattutto, dare una mano a chi debuttava o rientrava dopo una lunga assenza.

Il primo team a perdere le concessioni è stato Ducati, nel 2016. Suzuki ne ha usufruito al rientro in MotoGP, ma le ha perse nel 2017 grazie ai risultati positivi dell’anno precedente. Nel 2018 è tornata però ad averle a causa di una stagione negativa, perdendole nuovamente nel 2019.

Quest’anno solamente due team, Aprilia e KTM, godono delle concessioni. Ma il team austriaco, con le due vittorie ottenute in Austria le scorse settimane, ne ha perso una parte nel 2020 e le perderà in maniera definitiva nel 2021, quando verrà considerato uno dei ‘grandi’ insieme a Honda, Yamaha, Ducati e Suzuki.

Nelle prime cinque gare di questa stagione così particolare, Yamaha, Ducati, KTM e Suzuki hanno conquistato vittorie o podi, mentre Aprilia e Honda sono ancora a digiuno. Nel caso in cui HRC concludesse la stagione senza aver conquistato almeno un podio, potrebbe qualificarsi per le concessioni, secondo il regolamento ed in condizioni normali. Questo permetterebbe al team di avere una serie di vantaggi importanti nel 2021, tra cui due motori in più, lo sviluppo durante l’anno o dei test illimitati, anche con i piloti ufficiali.

Leggi anche:

Tuttavia, Honda non potrà chiedere le concessioni anche se dovesse concludere la stagione senza un podio, dato che per l’accordo fra i costruttori raggiunto durante il lockdown, è stato deciso che nel 2020 le concessioni si potranno solamente perdere e non conquistare o recuperare. Questo prevede la revisione del regolamento pubblicata qualche mese fa dalla FIM.

Un partecipante nelle riunioni dell’Associazione di Costruttori (MSMA) spiega a Motorsport: “In condizioni normali, il costruttore che non ottiene podi durante una stagione ha diritto ad usufruire delle concessioni. Tuttavia, durante il lockdown, nelle riunioni svolte fra i team e MSMA si è arrivati ad un accordo per cui, eccezionalmente, nel caso in cui un team non conquistasse podi la situazione resterebbe invariata. È stata una decisione presa all’unanimità, per cui nessun team può ottenerle, ma può perderle comunque in caso di risultati positivi, come il caso di KTM”.

Ad ogni modo, Honda ha piena fiducia del fatto che presto tornerà sul podio con Takaaki Nakagami e che, prima che finisca la stagione, possa tornare Marc Marquez contribuendo con qualche buon risultato. In questo modo non si porrebbe più la questione delle concessioni.

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
1/11

Foto di: MotoGP

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
2/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
3/11

Foto di: MotoGP

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
4/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
5/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
6/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc and Alex Marquez, Repsol Honda Team
Marc and Alex Marquez, Repsol Honda Team
7/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
8/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
9/11

Foto di: MotoGP

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
10/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
11/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Ducati annuncerà Bagnaia e Zarco prima di Misano, ma non i team
Articolo precedente

Ducati annuncerà Bagnaia e Zarco prima di Misano, ma non i team

Prossimo Articolo

Caduta Viñales: fino a Misano non saprà se ha rotto il motore

Caduta Viñales: fino a Misano non saprà se ha rotto il motore
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021