Honda non potrà avere le concessioni anche se non ottiene podi

Honda HRC non potrà usufruire delle concessioni in MotoGP nel 2021 anche se quest’anno non dovesse ottenere alcun podio.

Honda non potrà avere le concessioni anche se non ottiene podi

Il regolamento della MotoGP prevede una serie di concessioni a squadre che in una stagione non ottengono podi. Questa norma è nata per equilibrare il campionato, aiutare i team con meno potenziale e, soprattutto, dare una mano a chi debuttava o rientrava dopo una lunga assenza.

Il primo team a perdere le concessioni è stato Ducati, nel 2016. Suzuki ne ha usufruito al rientro in MotoGP, ma le ha perse nel 2017 grazie ai risultati positivi dell’anno precedente. Nel 2018 è tornata però ad averle a causa di una stagione negativa, perdendole nuovamente nel 2019.

Quest’anno solamente due team, Aprilia e KTM, godono delle concessioni. Ma il team austriaco, con le due vittorie ottenute in Austria le scorse settimane, ne ha perso una parte nel 2020 e le perderà in maniera definitiva nel 2021, quando verrà considerato uno dei ‘grandi’ insieme a Honda, Yamaha, Ducati e Suzuki.

Nelle prime cinque gare di questa stagione così particolare, Yamaha, Ducati, KTM e Suzuki hanno conquistato vittorie o podi, mentre Aprilia e Honda sono ancora a digiuno. Nel caso in cui HRC concludesse la stagione senza aver conquistato almeno un podio, potrebbe qualificarsi per le concessioni, secondo il regolamento ed in condizioni normali. Questo permetterebbe al team di avere una serie di vantaggi importanti nel 2021, tra cui due motori in più, lo sviluppo durante l’anno o dei test illimitati, anche con i piloti ufficiali.

Leggi anche:

Tuttavia, Honda non potrà chiedere le concessioni anche se dovesse concludere la stagione senza un podio, dato che per l’accordo fra i costruttori raggiunto durante il lockdown, è stato deciso che nel 2020 le concessioni si potranno solamente perdere e non conquistare o recuperare. Questo prevede la revisione del regolamento pubblicata qualche mese fa dalla FIM.

Un partecipante nelle riunioni dell’Associazione di Costruttori (MSMA) spiega a Motorsport: “In condizioni normali, il costruttore che non ottiene podi durante una stagione ha diritto ad usufruire delle concessioni. Tuttavia, durante il lockdown, nelle riunioni svolte fra i team e MSMA si è arrivati ad un accordo per cui, eccezionalmente, nel caso in cui un team non conquistasse podi la situazione resterebbe invariata. È stata una decisione presa all’unanimità, per cui nessun team può ottenerle, ma può perderle comunque in caso di risultati positivi, come il caso di KTM”.

Ad ogni modo, Honda ha piena fiducia del fatto che presto tornerà sul podio con Takaaki Nakagami e che, prima che finisca la stagione, possa tornare Marc Marquez contribuendo con qualche buon risultato. In questo modo non si porrebbe più la questione delle concessioni.

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
1/11

Foto di: MotoGP

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
2/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
3/11

Foto di: MotoGP

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
4/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
5/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
6/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc and Alex Marquez, Repsol Honda Team

Marc and Alex Marquez, Repsol Honda Team
7/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
8/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
9/11

Foto di: MotoGP

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
10/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
11/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Ducati annuncerà Bagnaia e Zarco prima di Misano, ma non i team

Articolo precedente

Ducati annuncerà Bagnaia e Zarco prima di Misano, ma non i team

Prossimo Articolo

Caduta Viñales: fino a Misano non saprà se ha rotto il motore

Caduta Viñales: fino a Misano non saprà se ha rotto il motore
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Team Repsol Honda Team
Autore Germán Garcia Casanova
Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5 Prime

Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5

Tanti promossi e tanti bocciati in questo Gran Premio del Portogallo, terza tappa di MotoGP. Ecco le pagelle stilate da Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com, e commentate in compagnia di Marco Congiu.

Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi Prime

Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi

Le prime tre gare della MotoGP 2021 hanno iniziato a dare un'indicazione di quelli che potrebbero essere i valori in campo e quelli che si sono proposti con più regolarità al vertice sono Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia. E lo hanno fatto in particolare a Portimao, su una pista su cui lo scorso novembre avevano sofferto tantissimo, dando una forte segnale di maturazione.

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo Prime

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo

Andiamo a scoprire insieme la Griglia di Partenza del Gran Premio del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di MotoGP

MotoGP
18 apr 2021
Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

MotoGP
16 apr 2021
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021