Honda e Marc Marquez: ancora troppe cadute

Marc Marquez è stato protagonista di altre tre cadute in occasione del Gran Premio di Gran Bretagna ed è il pilota con più scivolate all'attivo nel 2021. Anche la Honda è in testa a questa statistica poco edificante.

Honda e Marc Marquez: ancora troppe cadute

Dire che la Honda sta attraversando il suo momento peggiore da decenni non è più una novità. Nel 2020 ha completato la sua peggiore stagione nella classe regina dalla creazione della sua attuale divisione corse, HRC, nel 1982, chiudendo l'anno senza una vittoria per la prima volta.

La scorsa stagione è stata segnata dall'infortunio di Marc Márquez nel Gran Premio di apertura a Jerez, che ha lasciato il marchio dell'ala dorata senza il suo pilota di riferimento e il pilota che aveva vinto sei degli ultimi sette titoli MotoGP. Il catalano ha fatto il suo ritorno quest'anno a Portimao, dopo 265 giorni a riposo forzato e dopo aver perso il doppio incontro in Qatar.

Il #93 è tornato a salvare la Honda dopo il suo peggior inizio di stagione, che per la prima volta nella storia della HRC non ha avuto un pilota nei primi quattro nelle prime due gare dell'anno.

Il ritorno di Márquez è servito solo a calmare un po' le acque. La RC213V 2021 ha dimostrato di essere una moto critica - come definito dai suoi stessi piloti - con cui è molto facile cadere. Tutto questo ha portato lo spagnolo a dare alla Honda un campanello d'allarme ad Assen chiedendo "miglioramenti all'elettronica per motivi di sicurezza", dopo aver subito un terribile incidente molto simile a quello che ha causato l'infortunio che lo ha tenuto fuori gioco per otto mesi.

Quell'incidente è stato solo un altro in una lunga lista di per Márquez. Con le tre cadute che ha subito a Silverstone ora è a quota 16 e conduce la classifica in MotoGP - Arón Canet in Moto2 ha lo stesso numero -, pur avendo saltato due Gran Premi.

La caída de Marc Márquez, Repsol Honda Team, y Jorge Martín, Pramac Racing
La caída de Marc Márquez, Repsol Honda Team, y Jorge Martín, Pramac Racing
1/19

Foto di: Dorna

La caída de Marc Márquez, Repsol Honda Team, y Jorge Martín, Pramac Racing
La caída de Marc Márquez, Repsol Honda Team, y Jorge Martín, Pramac Racing
2/19

Foto di: Dorna

La caída de Marc Márquez, Repsol Honda Team, y Jorge Martín, Pramac Racing
La caída de Marc Márquez, Repsol Honda Team, y Jorge Martín, Pramac Racing
3/19

Foto di: Dorna

La caída de Marc Márquez, Repsol Honda Team, y Jorge Martín, Pramac Racing
La caída de Marc Márquez, Repsol Honda Team, y Jorge Martín, Pramac Racing
4/19

Foto di: Dorna

La caída de Marc Márquez, Repsol Honda Team, y Jorge Martín, Pramac Racing
La caída de Marc Márquez, Repsol Honda Team, y Jorge Martín, Pramac Racing
5/19

Foto di: Dorna

La caída de Marc Márquez, Repsol Honda Team, y Jorge Martín, Pramac Racing
La caída de Marc Márquez, Repsol Honda Team, y Jorge Martín, Pramac Racing
6/19

Foto di: Dorna

La caída de Marc Márquez, Repsol Honda Team, y Jorge Martín, Pramac Racing
La caída de Marc Márquez, Repsol Honda Team, y Jorge Martín, Pramac Racing
7/19

Foto di: Dorna

La caída de Marc Márquez, Repsol Honda Team, y Jorge Martín, Pramac Racing
La caída de Marc Márquez, Repsol Honda Team, y Jorge Martín, Pramac Racing
8/19

Foto di: Dorna

Marc Márquez, Repsol Honda Team, se cae en el GP de Gran Bretaña
Marc Márquez, Repsol Honda Team, se cae en el GP de Gran Bretaña
9/19

Foto di: Dorna

Marc Márquez, Repsol Honda Team, se cae en el GP de Gran Bretaña
Marc Márquez, Repsol Honda Team, se cae en el GP de Gran Bretaña
10/19

Foto di: Dorna

Marc Márquez, Repsol Honda Team, se cae en el GP de Gran Bretaña
Marc Márquez, Repsol Honda Team, se cae en el GP de Gran Bretaña
11/19

Foto di: Dorna

Marc Márquez, Repsol Honda Team, se cae en el GP de Gran Bretaña
Marc Márquez, Repsol Honda Team, se cae en el GP de Gran Bretaña
12/19

Foto di: Dorna

Marc Márquez, Repsol Honda Team, se cae en el GP de Gran Bretaña
Marc Márquez, Repsol Honda Team, se cae en el GP de Gran Bretaña
13/19

Foto di: Dorna

Marc Márquez, Repsol Honda Team, se cae en el GP de Gran Bretaña
Marc Márquez, Repsol Honda Team, se cae en el GP de Gran Bretaña
14/19

Foto di: Dorna

Marc Márquez, Repsol Honda Team, se cae en el GP de Gran Bretaña
Marc Márquez, Repsol Honda Team, se cae en el GP de Gran Bretaña
15/19

Foto di: Dorna

Marc Márquez, Repsol Honda Team, se cae en el GP de Gran Bretaña
Marc Márquez, Repsol Honda Team, se cae en el GP de Gran Bretaña
16/19

Foto di: Dorna

Marc Márquez, Repsol Honda Team, se cae en el GP de Gran Bretaña
Marc Márquez, Repsol Honda Team, se cae en el GP de Gran Bretaña
17/19

Foto di: Dorna

Marc Márquez, Repsol Honda Team, se cae en el GP de Gran Bretaña
Marc Márquez, Repsol Honda Team, se cae en el GP de Gran Bretaña
18/19

Foto di: Dorna

La moto de Marc Márquez, Repsol Honda Team, tras su caída
La moto de Marc Márquez, Repsol Honda Team, tras su caída
19/19

Foto di: Dorna

Honda non rialza la testa

A parte la vittoria di Marc Márquez al Sachsenring e la pole position di Pol Espargaró in Gran Bretagna, i numeri della Honda non ingannano. Il loro miglior pilota in classifica è il nativo di Cervera, 12° con 59 punti e caduto in cinque delle 10 gare che ha disputato in questa stagione.

Leggi anche:

Se le statistiche dell'otto volte campione del mondo quest'anno sono negative, quelle della Honda non sono migliori. Il carattere della RC213V sta trascinando i suoi piloti. Tra Marc Márquez (16), Pol Espargaró (15), Takaaki Nakagami (6), Alex Márquez (11) e Stefan Bradl (1) ha messo insieme 49 delle 169 cadute viste nel 2021 in MotoGP (28,9%).

"È chiaro che non guido più come una volta. Quest'anno non funziona niente per me. Ci sono cose che negli anni passati potevo fare ad occhi chiusi, e ora non c'è verso. È ora di andare avanti. La cosa più facile da fare in queste situazioni è gettare la spugna o non vedere la realtà, ma in nessun momento ho fatto questo," ha detto un rassegnato Márquez a Silverstone dopo aver fatto cadere Jorge Martín al primo giro.

condivisioni
commenti
MotoGP: ecco Maverick Vinales in sella all'Aprilia RS-GP a Misano

Articolo precedente

MotoGP: ecco Maverick Vinales in sella all'Aprilia RS-GP a Misano

Prossimo Articolo

Morbidelli mette alla prova il ginocchio su una R1 a Misano

Morbidelli mette alla prova il ginocchio su una R1 a Misano
Carica commenti
MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati Prime

MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati

Bagnaia precede Miller nella doppietta Ducati in quel di Misano. Alle spalle delle rosse di Borgo Panigale, abbiamo la Yamaha di Fabio Quartararo.

Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro Prime

Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro

Duellando contro Marc Marquez nel Gran Premio di Aragon, Francesco Bagnaia ha avuto la meglio e si è assicurato una prima vittoria in MotoGP che inseguiva da tempo. Marquez lo ha paragonato ad una vecchia conoscenza della Ducati e ora Pecco potrebbe finalmente iniziare a lottare costantemente per il successo.

MotoGP
15 set 2021
Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda Prime

Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda

Il fine settimana spagnolo di Aragon ha regalato molto promossi e bocciati alla classe regina del Motomondiale. Bagnaia impeccabile, a differenza di altri che hanno deluso le aspettative. Ecco le pagelle stilate e commentate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes.

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez Prime

MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez

Andiamo a rivivere l'emozionante prima vittoria in MotoGP di Pecco Bagnaia ed il duello con Marquez degli ultimi giri in questa nostra animazione

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Pecco, che pole ad Aragon! Prime

MotoGP: Pecco, che pole ad Aragon!

Il Motorland di Aragon vede la Ducati di pecco Bagnaia primeggiare davanti a tutti: ecco la griglia di partenza completa

MotoGP
12 set 2021
Dovizioso avrà scelto la sliding door giusta con Yamaha? Prime

Dovizioso avrà scelto la sliding door giusta con Yamaha?

Il forlivese ha flirtato a lungo con l'Aprilia nel 2021, facendo anche un programma di test in sella alla RS-GP, ma quando si è presentata l'opportunità di entrare in orbita Yamaha non ha esitato un secondo, anche se il suo ritorno prevede cinque gare in sella ad una vecchia M1 "Spec B" del 2019 prima di approdare su quella factory gestita dal team satellite nel 2022. Sarà stata la scelta più giusta?

MotoGP
8 set 2021
Aprilia: il podio come punto di partenza, non come traguardo Prime

Aprilia: il podio come punto di partenza, non come traguardo

Il terzo posto di Aleix Espargaro ha rappresentato il primo podio della Casa di Noale nell'era MotoGP. Un risultato che premia per un percorso che è stato costellato di ostacoli, ma che deve essere preso come punto di partenza per ambire a qualcosa di ancora più grande. Anche perché ora c'è pure un sogno di nome Maverick Vinales.

MotoGP
1 set 2021
Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese Prime

Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese

Valentino lascerà l'amato mondo delle 2 ruote per... raddoppiare e salire sulle 4. La voglia di essere protagonista anche nelle GT3 è tanta e si può fare un percorso serio con la Ferrari, ma dovrà essere capace di calarsi nella parte e non voler tutto subito. Vediamo come e perché.