Gresini: c'è l'ufficialità dell'accordo biennale con Ducati

La squadra faentina ha annunciato l'accordo con la Casa di Borgo Panigale per le prossime due stagioni, ufficializzando anche la sua line-up tutta italiana: accanto al debuttante Fabio Di Giannantonio ci sarà il "figliol prodigo" Enea Bastianini.

Gresini: c'è l'ufficialità dell'accordo biennale con Ducati

Il futuro della Gresini Racing si tinge di “rosso”. Dal prossimo anno la Gresini Racing tornerà ad essere un “team indipendente” MotoGP con moto Ducati. Un futuro fortemente voluto dalla famiglia di Fausto che ha dato vita ad un progetto completamente nuovo e legato al costruttore di Borgo Panigale per le prossime due stagioni.

Il Team Gresini tornerà così a gestire in maniera totalmente autonoma la propria partecipazione nella classe regina e lo farà con una line-up tutta italiana formata da Fabio Di Giannantonio ed Enea Bastianini: due piloti giovanissimi, ma già storicamente legati a Fausto e alla Gresini Racing. Per il primo si tratterà dell'esordio in MotoGP, mentre il secondo fa già parte della pattuglia Ducati in questa stagione, con la Desmosedici GP dell'Avintia Esponsorama.

Il comunicato non entra nei dettagli delle moto che dovrebbero avere a disposizione, ma Enea, avendo un contratto direttamente con il marchio, dovrebbe disporre di materiale ufficiale, anche se il diretto interessato ritiene molto difficile questa opzione, mentre Di Giannantonio sarà sicuramente in sella ad una GP21, una moto che in questa stagione ha già dimostrato di poter essere competitiva praticamente su ogni genere di tracciato.

"È un momento molto emozionante per ognuno di noi. Nei mesi scorsi il nostro impegno si è fuso con una forte spinta emotiva, con l’obiettivo di dare forma al futuro della Gresini Racing. Arrivare a poterlo annunciare ci riempie di orgoglio e soddisfazione.  È un progetto nato nel segno della continuità e che si fonda sui valori con i quali Fausto ha costruito questa bellissima realtà", ha detto il team owner Nadia Padovani, moglie dell'indimenticato Fausto. 

"I miei ringraziamenti vanno anzitutto a Carmelo Ezpeleta per non averci mai fatto sentire soli in questi mesi, a Ducati per la fiducia nei nostri progetti, a Flex-Box che è salito a bordo di questa sfida come title sponsor e ovviamente a Fabio ed Enea…sono certa che daranno tutto per tenere alto il nome della Gresini Racing", ha aggiunto.

Anche sul fronte Ducati c'è soddisfazione per un accordo che dovrebbe allargare il contingente Rosso a ben otto moto presenti in griglia, visto che a breve è atteso anche l'annuncio dell'accordo con la VR46.

"Siamo davvero contenti di aver raggiunto questo accordo con Gresini Racing per le prossime due stagioni in MotoGP. Verso la fine dello scorso anno avevamo già delineato insieme a Fausto le basi di un possibile accordo e vogliamo ringraziare di cuore la sua famiglia per aver voluto portare avanti questo progetto insieme a noi. Gresini Racing è una realtà importante in MotoGP ormai da molti anni e siamo convinti che questa nostra partnership, che potrà contare su due piloti di sicuro talento come Enea e Fabio, potrà dare molte soddisfazioni a tutte le parti coinvolte", ha detto Gigi Dall'Igna, direttore generale di Ducati Corse.

Dal canto suo, si è complimentato dell'operazione anche Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna Sports: "Innanzitutto, è un piacere continuare a lavorare con la Gresini Racing come team indipendente. So quanto Fausto tenesse a questo progetto e sono sicuro che ne sarebbe molto orgoglioso ora. Ho avuto modo di parlare con Nadia in queste settimane e rivedo in lei, nei suoi figli e in tutto il team la determinazione e la grande passione per questo sport che tanto lo caratterizzava. Siamo molto felici che la Gresini Racing rimarrà con noi nella classe regina almeno per le prossime cinque stagioni".

Con questo accordo messo nero su bianco, diventa abbastanza scontato che ormai l'Aprilia sia destinata a proseguire con due sole moto, quelle del team ufficiale che prenderà vita il prossimo anno. La Casa di Noale aveva provato a convincere Gresini a proseguire insieme l'avventura iniziata diversi anni fa, ma con il suo nuovo status di indipendente la squadra faentina ha preferito virare verso altri lidi.

condivisioni
commenti
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Articolo precedente

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Prossimo Articolo

Taramasso: "La KTM mi ricorda la Honda di 3-4 anni fa"

Taramasso: "La KTM mi ricorda la Honda di 3-4 anni fa"
Carica commenti
MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati Prime

MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati

Bagnaia precede Miller nella doppietta Ducati in quel di Misano. Alle spalle delle rosse di Borgo Panigale, abbiamo la Yamaha di Fabio Quartararo.

Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro Prime

Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro

Duellando contro Marc Marquez nel Gran Premio di Aragon, Francesco Bagnaia ha avuto la meglio e si è assicurato una prima vittoria in MotoGP che inseguiva da tempo. Marquez lo ha paragonato ad una vecchia conoscenza della Ducati e ora Pecco potrebbe finalmente iniziare a lottare costantemente per il successo.

MotoGP
15 set 2021
Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda Prime

Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda

Il fine settimana spagnolo di Aragon ha regalato molto promossi e bocciati alla classe regina del Motomondiale. Bagnaia impeccabile, a differenza di altri che hanno deluso le aspettative. Ecco le pagelle stilate e commentate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes.

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez Prime

MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez

Andiamo a rivivere l'emozionante prima vittoria in MotoGP di Pecco Bagnaia ed il duello con Marquez degli ultimi giri in questa nostra animazione

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Pecco, che pole ad Aragon! Prime

MotoGP: Pecco, che pole ad Aragon!

Il Motorland di Aragon vede la Ducati di pecco Bagnaia primeggiare davanti a tutti: ecco la griglia di partenza completa

MotoGP
12 set 2021
Dovizioso avrà scelto la sliding door giusta con Yamaha? Prime

Dovizioso avrà scelto la sliding door giusta con Yamaha?

Il forlivese ha flirtato a lungo con l'Aprilia nel 2021, facendo anche un programma di test in sella alla RS-GP, ma quando si è presentata l'opportunità di entrare in orbita Yamaha non ha esitato un secondo, anche se il suo ritorno prevede cinque gare in sella ad una vecchia M1 "Spec B" del 2019 prima di approdare su quella factory gestita dal team satellite nel 2022. Sarà stata la scelta più giusta?

MotoGP
8 set 2021
Aprilia: il podio come punto di partenza, non come traguardo Prime

Aprilia: il podio come punto di partenza, non come traguardo

Il terzo posto di Aleix Espargaro ha rappresentato il primo podio della Casa di Noale nell'era MotoGP. Un risultato che premia per un percorso che è stato costellato di ostacoli, ma che deve essere preso come punto di partenza per ambire a qualcosa di ancora più grande. Anche perché ora c'è pure un sogno di nome Maverick Vinales.

MotoGP
1 set 2021
Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese Prime

Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese

Valentino lascerà l'amato mondo delle 2 ruote per... raddoppiare e salire sulle 4. La voglia di essere protagonista anche nelle GT3 è tanta e si può fare un percorso serio con la Ferrari, ma dovrà essere capace di calarsi nella parte e non voler tutto subito. Vediamo come e perché.