Grande doppietta Ducati a Sepang: Dovizioso tiene il Mondiale aperto!

Sotto alla pioggia, "Desmodovi" firma la sesta vittoria stagionale "scortato" al traguardo da Lorenzo e riduce a 21 punti il distacco da un Marquez prudente che chiude quarto. Zarco completa il podio, indietro le Yamaha ufficiali.

Il sogno continua per Andrea Dovizioso e per la Ducati. A Sepang, in una gara disputata in condizioni difficilissime a causa della pioggia arrivata prima del via, le Rosse hanno firmato una strepitosa doppietta, con la sesta vittoria stagionale che ha permesso a "Desmodovi" di tenere il Mondiale aperto fino a Valencia.

Il rivale Marc Marquez, infatti, ha preferito limitare i danni e stare lontano dai guai, accontentandosi di un quarto posto che comunque gli consentirà di arrivare all'ultimo round con un margine molto importante: ben 21 punti. E va sottolineato che, tolta la rottura di Silverstone, è la prima volta che non sale sul podio dalla gara di Barcellona.

Per Dovizioso però questa affermazione però è quasi la chiusura del cerchio, perché proprio in Malesia era riuscito a centrare la sua prima vittoria con la Ducati un anno fa. Oggi invece è arrivata la definitiva consacrazione a big della MotoGP, a prescindere da come andrà a finire tra due settimane.

Per la Ducati è veramente una grande festa, perché era dal GP d'Austria dello scorso anno che non c'era una doppietta e va sottolineato anche l'ottimo lavoro da scudiero fatto da Jorge Lorenzo (poco prima sul suo dashboard va detto che era apparso anche un messaggio poco chiaro: "Mappa 8"), che ha rinunciato ad inseguire la sua prima vittoria in Rosso per permettere al compagno di continuare a sperare in quello iridato.

Il maiorchino all'inizio ha inseguito Johann Zarco, poi ha scavalcato il francese al nono giro ed è rimasto davanti fino al 16esimo, quando ha rischiato di scivolare all'ultima curva ed ha ceduto la leadership al forlivese, che nel frattempo aveva a sua volta infilato e staccato il portacolori della Yamaha Tech 3.

A questo punto è stata una vera e propria parata fino alla bandiera a scacchi, che ha fatto scoppiare una grande festa nel box della Casa di Borgo Panigale. E' vero, sarà durissima riprendere Marquez, ma arrivare a giocarsi il titolo all'ultimo gara è sicuramente una grande impresa in ogni caso.

Una volta superato dalle Ducati, Zarco ha amministrato molto bene il terzo posto, andando a cogliere il suo secondo podio stagionale, anche perché negli ultimi giri Marquez ha dato in maniera evidente di aver tirato i remi in barca per pensare soprattutto al campionato, accontentandosi del quarto posto visto anche il margine di oltre 10" sull'altra Honda di Dani Pedrosa, che ha chiuso la top 5.

Peccato per Danilo Petrucci, risalito dal fondo dello schieramento fino al sesto posto, dopo che la sua Ducati Pramac lo aveva lasciato a piedi mentre stava andando a schierarsi. E' stata ancora una volta disastrosa invece la prova delle due Yamaha ufficiali sul bagnato: Valentino Rossi e Maverick Vinales non hanno mai avuto il ritmo dei migliori ed alla fine si sono dovuti accontentare del settimo e del nono posto, con un gap di circa mezzo minuto.

Tra di loro c'è la Honda della Marc VDS affidata a Jack Miller, mentre a completare la top 10 c'è la KTM di Pol Espargaro. Negativa anche la prova di Andrea Iannone, 17esimo al traguardo con la sua Suzuki, mentre il compagno di squadra Alex Rins è stato costretto al ritiro da una caduta. Out anche l'unica Aprilia in gara, quella di Sam Lowes (Aleix Espargaro era assente per infortunio). Sfiora la zona punti l'esordiente Michael van der Mark, 16esimo sulla Yamaha Tech 3 su cui ha sostituito l'indisponibile Jonas Folger.

Cla #PilotaMotoGiriTempoGapDistaccokm/hRitiratoPunti
1   4 italy Andrea Dovizioso Ducati 20 44'51.497     148.2   25
2   99 spain Jorge Lorenzo Ducati 20 44'52.240 0.743 0.743 148.2   20
3   5 france Johann Zarco Yamaha 20 45'01.235 9.738 8.995 147.7   16
4   93 spain Marc Márquez Alenta Honda 20 45'09.260 17.763 8.025 147.3   13
5   26 spain Daniel Pedrosa Honda 20 45'20.641 29.144 11.381 146.6   11
6   9 italy Danilo Petrucci Ducati 20 45'21.877 30.380 1.236 146.6   10
7   46 italy Valentino Rossi Yamaha 20 45'22.266 30.769 0.389 146.6   9
8   43 australia Jack Miller Honda 20 45'26.735 35.238 4.469 146.3   8
9   25 spain Maverick Viñales Yamaha 20 45'29.550 38.053 2.815 146.2   7
10   44 spain Pol Espargaro KTM 20 45'31.344 39.847 1.794 146.1   6
11   19 spain Alvaro Bautista Ducati 20 45'34.056 42.559 2.712 145.9   5
12   38 united_kingdom Bradley Smith KTM 20 45'36.099 44.602 2.043 145.8   4
13   45 united_kingdom Scott Redding Ducati 20 45'40.193 48.696 4.094 145.6   3
14   8 spain Hector Barbera Ducati 20 45'41.555 50.058 1.362 145.5   2
15   35 united_kingdom Cal Crutchlow Honda 20 45'42.202 50.705 0.647 145.5   1
16   60 netherlands Michael van der Mark Yamaha 20 45'47.894 56.397 5.692 145.2    
17   29 italy Andrea Iannone Suzuki 20 45'49.888 58.391 1.994 145.1    
18   53 spain Tito Rabat Honda 20 46'17.068 1'25.571 27.180 143.7    
  dnf 22 united_kingdom Sam Lowes Aprilia 9 22'24.951 11 giri 11 giri 133.5 Ritirato  
  dnf 17 czech_republic Karel Abraham Ducati 8 18'26.104 12 giri 1 giro 144.3 Accident  
  dnf 76 france Loris Baz Ducati 5 11'32.089 15 giri 3 giri 144.1 Accident  
  dq 42 spain Alex Rins Suzuki 0          

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP della Malesia
Sub-evento Domenica, la gara
Circuito Sepang International Circuit
Piloti Andrea Dovizioso , Jorge Lorenzo , Johann Zarco
Team Ducati Team , Tech 3
Articolo di tipo Gara