Goubert: "Pista molto impegnativa per gli pneumatici anteriori"

La Michelin ha scelto di portare le mescole più dure della sua gamma a Termas de Rio Hondo: i piloti potranno scegliere tra la dura (banda gialla) e la media (senza banda) sia all'anteriore che al posteriore.

Il GP d'Argentina è il secondo appuntamento stagionale della MotoGP e per la Michelin si tratta di un momento importante, visto che i tecnici francesi arrivano a Termas de Rio Hondo in un certo senso a scatola chiusa, avendo a disposizione i dati raccolti in una sola giornata di test.

Inoltre questo è un tracciato piuttosto esigente con gli pneumatici, in particolare quelli anteriori. Dunque, l'azienda francese ha deciso di optare per le mescole più dure della sua gamma: sia all'anteriore che al posteriore, infatti, i piloti della classe regina potranno scegliere tra la gomma dura e la gomma media. Inoltre, con una seria incognita legata alla pioggia, potrebbe anche esserci il debutto delle coperture rain ed intermedie, che non erano state neppure portate in Qatar, visto che da regolamento non si corre in notturna in caso di pista bagnata.

"L'Argentina è una grande sfida per noi, perché non era in calendario quando abbiamo lasciato la MotoGP ed abbiamo avuto una sola giornata di test qui. Da allora il nostro progetto si è evoluto molto, quindi la vera sfida era capire quale tipo di gomma portare. Valuteremo la situazione per tutto il weekend ed analizzeremo i dati in maniera intensa. La pista sembra molto impegnativa per gli pneumatici anteriori, con tanta usura. Per questo abbiamo approntato delle soluzioni robuste, che dovrebbero garantire la durata ma anche la competitività" ha spiegato Nicolas Goubert, direttore del Motorsport Group Moto.

"Questa è la prima volta che veniamo in Argentina per una gara, ma è molto importante perché il Sud America è un mercato vitale per la Michelin. La pista è molto vicina alla catena montuosa delle Ande e il meteo potrebbe essere un fattore importante, perché in questo periodo dell'anno potrebbe fare molto caldo o molto freddo" ha aggiunto Piero Taramasso, manager del Motorsport Group Moto.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP d'Argentina
Circuito Autodromo Termas de Rio Hondo
Articolo di tipo Preview