Gli Espargaro spiegano il loro contatto in Q2

Aleix Espargaro ha spiegato che il contatto con il fratello Pol nelle qualfiche del GP di Aragon è nato perché ha dovuto evitare Alex Marquez che procedeva lentamente.

Aleix stava facendo un giro lanciato davanti alla KTM del fratello nelle fasi finali delle qualifiche, quando quest'ultimo ha tamponato l'Aprilia all'ultima curva.

Pol Espargaro ha rotto una delle ali della carena della sua RC16, mentre Aleix è stato costretto ad interrompere la Q2 a causa di un forte colpo alla caviglia destra.

"Non capisco davvero" ha detto Aleix riguardo al fatto che Alex Marquez stesse procedendo così lentamente durante la Q2.

"Alex era in mezzo alla pista e ho dovuto rialzare la moto per evitare il contatto. A quel punto Pol mi ha colpito".

"Stavo spingendo, in quel giro ho fatto il mio best nel T1 e all'ultima curva Alex era proprio in mezzo alla traiettoria".

"Forse ero un po' largo in inserimento, stavo rischiando tutto ed ho dovuto rialzare la moto. Quando Pol mi ha colpito, le nostre qualifiche erano finite".

"Ma davvero non capisco come un pilota di MotoGP possa andare così piano in un punto come quello" ha concluso il pilota dell'Aprilia, che domani schiererà la sua RS-GP in nona posizione.

Leggi anche:

La Direzione Gara ha convocato entrambi gli Espargaro per discutere dell'incidente, anche se Pol ha preferito non fare ulteriori commenti, perché pensa che ultimamente le sue parole vengano distorte dalla stampa.

"Volevo fare un giro veloce nella Q2 e stava andando molto bene fino all'ultima curva. La previsione sul cruscotto era 1'47"4, quindi un tempo buono per andare in seconda fila".

"Poi c'è stato l'incidente all'ultima curva e, mi dispiace, ma non ne parlerò. Non voglio parlare di altri piloti, perché ultimamente le mie parole su altri sono state distorte e non voglio finire di nuovo nei guai. Saprete dalla direzione gara se ci saranno provvedimenti".

Marquez, dal canto suo, ha spiegato che stava proprio cercando di non intralciare i due Espargaro, quindi non ritiene di dover subire alcuna penalità.

"Non so cosa sia successo" ha risposto Marquez quando gli è stato domandato dell'incidente.

"Stavo cercando di andare dietro a Vinales, ma poi ho visto che stavano arrivando Aleix e Pol, quindi non volevo stare in mezzo. Io mi sono allargato, ma anche loro sono andati larghi o un po' lunghi in frenata".

"Così Aleix ha chiuso il gas e Pol lo ha centrato. Comunque non credo che Aleix fosse distratto, quindi non penso che debbano essere date delle penalità".

condivisioni
commenti
Fotogallery MotoGP: le Qualifiche del GP di Aragon
Articolo precedente

Fotogallery MotoGP: le Qualifiche del GP di Aragon

Prossimo Articolo

Quartararo: "Preoccupato a rialzarmi dopo l'incidente in FP3"

Quartararo: "Preoccupato a rialzarmi dopo l'incidente in FP3"
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021
Come Quartararo è diventato il re della MotoGP sciogliendo i dubbi Prime

Come Quartararo è diventato il re della MotoGP sciogliendo i dubbi

Dopo la disastrosa fine di stagione 2020 con il team Petronas, sono caduti dei dubbi sul francese della Yamaha, ma Fabio Quartararo ha risposto in modo convincente nel 2021, conquistando un titolo MotoGP che ha messo in risalto sia la sua velocità devastante sia la forza mentale.

MotoGP
19 dic 2021