Folger rivela che potrebbe fare delle wild card in MotoGP con Yamaha nel 2019

condivisioni
commenti
Folger rivela che potrebbe fare delle wild card in MotoGP con Yamaha nel 2019
David Gruz
Di: David Gruz
Tradotto da: Matteo Nugnes
27 nov 2018, 14:15

Jonas Folger ha rivelato che nel 2019 potrebbe fare il suo ritorno anche in gara in MotoGP, visto che sta discutendo con la Yamaha della possibilità di fare qualche wild card.

Dopo essere rimasto a guardare nella stagione 2018 per riprendersi dalla Sindrome di Gilbert, la malattia che lo ha costretto a chiudere anzitempo il suo impegno nel 2017, Folger è stato messo sotto contratto dalla Yamaha come pilota per il nuovo test team europeo della Casa di Iwata.

Dopo aver fatto la sua prima apparizione ufficiale in occasione dei test della scorsa settimana a Valencia, Folger ha dichiarato di sentirsi fisicamente bene e che, anche se non scenderà in pista nei test di questa settimana a Jerez, lo farà in quelli di febbraio a Sepang.

Folger ha aggiunto che per lui c'è la possibilità di disputare qualche wild card, ma che prima deve dimostrare di essere abbastanza veloce.

"Penso che dovremo aspettare un po'" ha detto Folger, che ha concluso al 20esimo posto la due giorni di test valenciana.

"C'è una possibilità e ne stiamo parlando, ma prima di tutto abbiamo bisogno di fare degli altri test e poi vedere se siamo abbastanza veloci. Ma io vorrei farlo".

"Penso che possiamo farcela, ma prima tutti è importante migliorare la moto per i due piloti ufficiali. Questa deve essere la mia priorità".

Nel 2017, Folger aveva corso con la Yamaha del Team Tech 3, ma ha spiegato che l'ultima versione della M1 che ha utilizzato nei test della scorsa settimana è una moto molto differente.

"Questo test è servito più a me che alla Yamaha, per capire la moto, perché è molto diversa da quella con cui correvo io, soprattutto per quanto riguarda l'elettronica" ha spiegato il tedesco.

"E' stato molto importante capire questa nuova moto per me, perché ha un comportamente diverso al primo tocco dell'acceleratore, quindi l'uso della potenza è molto diverso".

"All'inizio è più fluido, è questo è molto buono, ma è stato un grande cambiamento per me come pilota".

"L'obiettivo adesso è quello di allungare la vita delle gomme, soprattutto in gara, quindi ci aspetta la prova di molte mappature diverse sul fronte dell'elettronica. E' proprio per questo che stanno cercando di rendere l'erogiazione più fluida ed è quello su cui stiamo lavorando".

Informazioni aggiuntive di William Zinck

Jonas Folger, Yamaha Factory Racing

Jonas Folger, Yamaha Factory Racing

Photo by: Gold and Goose / LAT Images

Prossimo Articolo
La Ducati porta anche Bautista ai test di MotoGP a Jerez

Articolo precedente

La Ducati porta anche Bautista ai test di MotoGP a Jerez

Prossimo Articolo

Petronas vuole emulare i suoi successi in F1 anche in MotoGP

Petronas vuole emulare i suoi successi in F1 anche in MotoGP
Carica commenti