Ezpeleta: "Faremo tutto il necessario per correre più gare possibile"

Carmelo Ezpeleta ha spiegato oggi in Qatar che, nonostante la crisi del Coronavirus, la MotoGP sta lavorando per disputare il massimo numero di gare possibile.

Ezpeleta: "Faremo tutto il necessario per correre più gare possibile"

Il massimo responsabile della MotoGP, Carmelo Ezpeleta, ha presenziato alla conferenza stampa del Gran Premio del Qatar per annunciare che il Mondiale MotoGP inizierà il 5 aprile ad Austin e che il Gran Premio di Thailandia si disputerà nella precedente data di quello di Aragon - il 4 ottobre - che invece sarà anticipato di una settimana.

Il CEO di Dorna ha voluto chiarire: "Faremo tutto ciò che è in nostro potere, e altro ancora, in modo che quest'anno si disputi il numero massimo di gare possibili, ovvero 19. Questo ora è il nostro unico obiettivo" ha detto prima di confermare che la gara in Qatar è cancellata per la MotoGP, pur con qualche sfumatura.

"La Gara della MotoGP è stata annullata, correranno solo la Moto2 e la Moto3, non ci sono possibilità. Se ne esiste una alla fine dell'anno, la studieremo, ma in linea di principio è cancellata" ha detto riguardo alla possibilità di tornare a Losail.

"Questo è un campionato sportivo, quindi qualsiasi cambiamento è possibile se sono coinvolte tutte le parti" ha aggiunto.

Ezpeleta è stato molto fermo sulle intenzioni di Dorna, ripetendo ancora che "l'obiettivo è quello di disputare il numero massimo di gare. Faremo tutto il necessario per fare quante più gare possibile".

Leggi anche:

Tuttavia, il grande capo della MotoGP ha ammesso che esiste un numero minimo di gare da rispettare per fare in modo che la stagione 2020 possa assegnare un titolo mondiale.

"L'obiettivo minimo è di 13 gare. E' quello che abbiamo sottoscritto con la FIM, ma l'obiettivo è di farne 19, magari facendone qualcuna anche in date poco appropriate".

"Il prossimo Gran Premio sarà quello degli Stati Uniti e stiamo aspettando di inviare lì tutto il materiale".

"Abbiamo valutato la possibilità di spostare Austin alla fine dell'anno ed anticipare una gara spagnola all'inizio (Aragon), ma non c'è molto spazio, non è facile spostare le gare".

"Grazie al governo dell'Aragona però abbiamo potuto anticipare di una settimana la loro gara, inserendo la Thailandia in quello che era il loro slot".

Ezpeleta poi ha voluto mandare un messaggio piuttosto forte e chiaro a tutto il paddock.

"Chiediamo a tutta la comunità della MotoGP di non prestare attenzione alle voci. Lavoriamo per disputare il campionato ed abbiamo abbastanza forza per riuscirci. Ma promettiamo che rispetteremo sempre le leggi dei paesi in cui andremo a correre".

Inoltre, ha voluto chiarire che la questa situazione non causerà disuguaglianze dal punto di vista sportivo.

"Ovviamente non sarà un campionato normale, ma sarà sempre sportivo e con pari opportunità per tutti i partecipanti".

Riguardo alle garanzie che il campionato inizierà ad Austin, è stato comunque piuttosto cauto.

"Ad oggi, negli Stati Uniti e in Argentina non ci sono problemi, ma non posso immaginare cosa accadrà in futuro. Dopodiché saremo in Euroa e dipenderemo dalla situazione di quel momento. Alcune autorità hanno limitato il numero di spettatori per alcuni eventi, quindi dobbiamo vedere quali misure incontreremo".

Una posizione che potrebbe anche portare a vedere alcune gare disputate a porte chiuse.

"Tutto è possibile, la cosa più importante è che sia tutto concordato tra le parti in causa. Al di là dell'aspetto economico, per noi la cosa più importante è che le gare vengano disputate e lavoreremo in modo da disputarne il più possibile" ha insistito ancora una volta.

condivisioni
commenti
Ufficiale: MotoGP in Thailandia il 4 ottobre, anticipata Aragon

Articolo precedente

Ufficiale: MotoGP in Thailandia il 4 ottobre, anticipata Aragon

Prossimo Articolo

Ecco la nuova livrea delle Ducati del Pramac Racing

Ecco la nuova livrea delle Ducati del Pramac Racing
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Autore Germán Garcia Casanova
Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5 Prime

Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5

Tanti promossi e tanti bocciati in questo Gran Premio del Portogallo, terza tappa di MotoGP. Ecco le pagelle stilate da Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com, e commentate in compagnia di Marco Congiu.

Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi Prime

Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi

Le prime tre gare della MotoGP 2021 hanno iniziato a dare un'indicazione di quelli che potrebbero essere i valori in campo e quelli che si sono proposti con più regolarità al vertice sono Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia. E lo hanno fatto in particolare a Portimao, su una pista su cui lo scorso novembre avevano sofferto tantissimo, dando una forte segnale di maturazione.

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo Prime

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo

Andiamo a scoprire insieme la Griglia di Partenza del Gran Premio del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di MotoGP

MotoGP
18 apr 2021
Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

MotoGP
16 apr 2021
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021