Ezpeleta: "Ci sarà sicuramente una stagione 2020 di MotoGP"

Il grande capo di Dorna Sports ha provato a calmare le acque dopo la cancellazione della gara della MotoGP in Qatar ed il rinvio del GP della Thailandia. Inoltre ha spiegato come si è arrivato ai due approcci differenti.

Ezpeleta: "Ci sarà sicuramente una stagione 2020 di MotoGP"

"Ci sarà sicuramente una stagione 2020 di MotoGP. Cercheremo di continuare con tutto, pur essendo consapeovli che la situazione sta cambiando di giorno in giorno, ma il nostro desiderio è di disputare tutte le gare della stagione 2020".

E' un Carmelo Ezpeleta molto determinato quello che oggi ha provato a fare un po' di chiarezza sulle vicende che ieri hanno portato alla cancellazione della gara della MotoGP dal Gran Premio del Qatar e a posticipare l'intero programma del Gran Premio della Thailandia.

Il CEO di Dorna Sports ha rassicurato sul fatto che, nonostante tutti i dubbi creati dall'epidemia di Coronavirus, sicuramente ci sarà una stagione di MotoGP, spiegando anche perché sono stati presi due approcci differenti per le gare di Losail e Buriram.

Per farlo è partito dal Qatar, in realtà non aggiugendo troppo. Nel senso che ormai era abbastanza noto che si è arrivati alla cancellazione della gara della MotoGP a causa dell'impossibilità a raggiungere il Qatar per gli italiani o i residenti in Italia, senza aver fatto prima un periodo di quarantena di 14 giorni. Una misura che però è scattata solo nel tardo pomeriggio di ieri nel paese mediorientale.

Leggi anche:

"Siamo stati in stretto contatto con le autorità del Qatar per capire esattamente cosa si potesse fare. Dunque, durante il fine settimana, la situazione è cambiata molto. Sabato e domenica non esisteva un problema specifico per nessuno, ma più tardi abbiamo ricevuto indicazione dalle autorità del Qatar che, a causa della situazione in Italia e in tutto il mondo, tutti i cittadini italiani o residenti in Italia non dovevano essere stati in Italia negli ultimi 14 giorni" ha detto Ezpeleta.

"In caso contrario, non sarebbe stato vietato l'accesso in Qatar, ma ci hanno avvisati che sarebbero stati messi in quarantena in Qatar per 14 giorni. Questo ci ha portato ad annullare la gara della MotoGP al Gran Premio del Qatar. Moto2 e Moto3 avevano già fatto i test in Qatar, quindi è possibile fa cominciare il campionato solo con loro, nonché con l'Asia Talent Cup".

Diverso invece il discorso per Thailandia, dove non era più in ballo un discorso di nazionalità non gradite, quando la volontà del governo di bloccare gli eventi che potrebbero attirare un grande numero di persone. Per questo invece qui si è scelta la strada del rinvio, sperando che la situazione possa evolversi positivamente.

"Abbiamo parlato con le autorità thailandesi per tutto il fine settimane e ci hanno informato che lunedì ci sarebbe stato un incontro per decidere quali eventi si possono svolgere in Thailandia. Non è legato alla nazionalità di chi deve raggiungere la Thailandia, hanno deciso di cancellare i grandi eventi, con un grande numero di spettatori. E' diverso dalla situazione del Qatar, quindi abbiamo deciso di posticipare il Gran Premio della Thailandia, cercando di trovare una data alla fine dell'anno per il GP" ha detto.

Resta comunque il fatto che da agosto all'ultima gara di Valencia sono previste ben 9 gare in 13 settimane, quindi risulta difficile capire dove possa essere inserito il GP della Thailandia, ma chiaramente è un problema che potrà essere affrontato anche più avanti nella stagione.

Intanto la speranza è di poter prendere il via in 5 aprile ad Austin, sempre che anche negli Stati Uniti non decidano di inasprire le restrizioni per gli italiani. Arrivano buoni segnali invece dall'Argentina, dove la gara di Termas de Rio Honda è stata confermata per il weekend del 17-19 aprile dal promoter. Bisogna ricordare, però, che una decina di giorni fa c'era stato lo stesso iter anche per la Thailandia...

condivisioni
commenti
Rossi: "Difficile da accettare, non sappiamo quando correremo"

Articolo precedente

Rossi: "Difficile da accettare, non sappiamo quando correremo"

Prossimo Articolo

MotoGP: il GP d'Argentina è confermato. Per ora...

MotoGP: il GP d'Argentina è confermato. Per ora...
Carica commenti
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini è davvero una "Bestia" Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini è davvero una "Bestia"

Il Gran Premio di San Marino di MotoGP ha regalato tanti promossi e tanti bocciati. Da un perfetto Bagniaia, un sorprendente Bastianini, fino ad arrivare alla delusione Dovizioso, ecco le pagelle stilate e commentate da Franco Nugnes e Matteo Nugnes.

MotoGP
20 set 2021