MotoGP, Espargaro: "Sono molto vicino al rinnovo con Aprilia"

Aleix Espargaro è tornato in azione oggi al Circuit de Catalunya, in sella ad una moto stradale. Il pilota di Granollers ha rivelato a Motorsport.com di essere "molto vicino" al rinnovo con l'Aprilia.

MotoGP, Espargaro: "Sono molto vicino al rinnovo con Aprilia"

Grazie all'attenuazione delle restrizioni legate alla pandemia del Coronavirus, il circuito di Barcellona ha potuto riaprire le sue porte ai piloti professionisti, per una sessione alla quale ha partecipato anche Aleix Espargaro.

Il pilota di Granollers ha fatto il suo primo test in pista dopo l'isolamento forzato in sella ad un'Aprilia RSV4 1100, affiancato dal suo ingegnere di pista, Toni Jimenez, e da uno dei suoi meccanici di fiducia, Robert Galan.

Il contratto di Aleix con l'Aprilia scadrà alla fine del 2020 e fino ad oggi si sapeva poco del futuro tra la Casa di Noale ed il catalano.

In una conversazione con Motorsport.com, Aleix ha spiegato che la prosecuzione del suo progetto in Aprilia è "molto vicina" a diventare realtà.

Nelle ultime settimane il mercato piloti ha ricominciato a muoversi, hai avuto notizie da Aprilia a questo proposito?
"La cosa più importante è che ho finito il pre-stagione con un ottimo sapore in bocca, il cambiamento che aspettavo da tre anni è arrivato ed ero molto felice. I colloqui sono rimasti in stallo fino a un paio di settimane fa, ma siamo molto vicini a raggiungere un accordo. Sono molto contento di Aprilia, non mi restano molti anni di carriera e ho sempre detto che il mio più grande desiderio è che la moto funzioni e che possa ritirarmi con questa squadra. E' qui che siamo e un po' più vicini di qualche mese fa".

Un rinnovo che, in linea di principio, sarebbe per due anni?
"Non lo so. Sono sicuro che se rinnoverò per Aprilia sarà il mio ultimo contratto, non so se sarà di due o più anni, ma se il progetto mi convince e mi piace, finirò la mia carriera qui".

Leggi anche:

Fino ad ora, avevi detto che prima di rinnovare volevi provare la moto per vedere se era competitiva...
"L'ho detto durante la preseason di novembre, a Valencia e a Jerez, quando tutti i piloti avevano la nuova moto e io ancora non l'avevo. Ho già provato la moto, so cos'è la RS GP 2020 e non credo che cambierà molto per il 2021. E' una moto molto più competitiva di quanto non fosse prima, ma la cosa più importante è il progetto tecnico. Quello che non voglio e non accetterei in alcun modo è che ci sia un guasto tecnico come è successo negli ultimi tre anni. Come Massimo (Rivola, CEO Aprilia Racing), con il quale ho parlato molto in questi giorni, confido e desidero, che il progetto tecnico continui a crescere d'ora in poi e in futuro e se così sarà, mi piacerebbe molto continuare a essere il leader di questa squadra".

Il mercato si è mosso e Ducati ha annunciato la firma di Jack Miller per la squadra ufficiale. Cosa ne pensi?
Non lo so, bisognerà vedere le performance. Ci sono molte volte in cui si passa da una squadra satellite a una squadra di fabbrica, si cambia il modo di intendere le corse e si migliora. Ma, alla fine, Jack aveva una moto ufficiale l'anno scorso e i risultati sono stati praticamente rispecchiati da Danilo Petrucci, che, a mio avviso, è stato sottovalutato ed è un po' in disordine in questo momento. Non so, vedremo, secondo me il grande pilota che ha la Ducati è Andrea Dovizioso e sarebbe una grande perdita se non continuasse".

Parlando di Petrucci, un pilota che l'anno scorso è salito sul podio e ha vinto una gara, sembra che sarà libero: pensi che potrebbe essere un'opzione per Aprilia?
"Sinceramente ho avuto molto lavoro negli ultimi giorni per discutere del mio futuro e non ho parlato del mio compagno di squadra. So che Aprilia vuole continuare con Andrea (Iannone) e tenere entrambi i piloti, ma so che c'è un po' di casino in tutto questo. Quello che mi dispiace è come Danilo è stato trattato. Non solo ha vinto una gara, ma ha fatto gli stessi punti di Miller nel 2019, e ora sembra che Jack Miller sia il nuovo Casey Stoner e che Danilo non sia bravo, quando l'anno scorso con la stessa moto hanno fatto gli stessi punti. Alla fine il tempo mette tutti al proprio posto, forse Jack salirà sulla moto ufficiale e farà molto bene, è giovane e di talento, vedremo se farà bene con la Ducati".

I piloti del Mondiale in pista al Circuit de Catalunya

Aleix Espargaró

Aleix Espargaró
1/21

Foto di: Germán Garcia Casanova

Alex Rins

Alex Rins
2/21

Foto di: Germán Garcia Casanova

Albert Arenas, Alex Rins y Jorge Martín, Xavi Vierge y Adrián Fernandez

Albert Arenas, Alex Rins y Jorge Martín, Xavi Vierge y Adrián Fernandez
3/21

Foto di: Germán Garcia Casanova

Albert Arenas, Alex Rins y Jorge Martín

Albert Arenas, Alex Rins y Jorge Martín
4/21

Foto di: Germán Garcia Casanova

Test Barcelona

Test Barcelona
5/21

Foto di: Germán Garcia Casanova

Test Barcelona

Test Barcelona
6/21

Foto di: Germán Garcia Casanova

Raúl Fernández

Raúl Fernández
7/21

Foto di: Germán Garcia Casanova

Jorge Martín

Jorge Martín
8/21

Foto di: Germán Garcia Casanova

Gabri Rodrigo

Gabri Rodrigo
9/21

Foto di: Germán Garcia Casanova

Gabri Rodrigo

Gabri Rodrigo
10/21

Foto di: Germán Garcia Casanova

Gabri Rodrigo

Gabri Rodrigo
11/21

Foto di: Germán Garcia Casanova

Gabri Rodrigo

Gabri Rodrigo
12/21

Foto di: Germán Garcia Casanova

Boxes del Circuit de Barcelona

Boxes del Circuit de Barcelona
13/21

Foto di: Germán Garcia Casanova

Boxes del Circuit de Barcelona

Boxes del Circuit de Barcelona
14/21

Foto di: Germán Garcia Casanova

Alex Rins y Albert Arenas

Alex Rins y Albert Arenas
15/21

Foto di: Germán Garcia Casanova

Alex Rins y Albert Arenas

Alex Rins y Albert Arenas
16/21

Foto di: Germán Garcia Casanova

Alex Rins

Alex Rins
17/21

Foto di: Germán Garcia Casanova

Aleix Espargaró

Aleix Espargaró
18/21

Foto di: Germán Garcia Casanova

Aleix Espargaró

Aleix Espargaró
19/21

Foto di: Germán Garcia Casanova

Aleix Espargaró

Aleix Espargaró
20/21

Foto di: Germán Garcia Casanova

Albert Arenas

Albert Arenas
21/21

Foto di: Germán Garcia Casanova

condivisioni
commenti
Miller: "Entusiasta che Ducati mi veda come il suo Quartararo"

Articolo precedente

Miller: "Entusiasta che Ducati mi veda come il suo Quartararo"

Prossimo Articolo

MotoGP: il numero dei motori cambia in base a quello dei GP

MotoGP: il numero dei motori cambia in base a quello dei GP
Carica commenti
Quartararo fa il Marquez della Yamaha Prime

Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Fabio Quartararo è l'unica nota positiva in casa Yamaha. Il francese è il vero dominatore di questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP, con cinque pole e quattro vittorie che lo lanciano verso la conquista del titolo iridato. Gli altri tre piloti della casa giapponese, però, sono ben lontani dalla sufficienza...

MotoGP
25 lug 2021
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021
Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V Prime

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V

Andiamo ad inaugurare le pagelle di metà stagione dei costruttori presenti in MotoGP. Inziiamo con Honda, grande delusa di questa prima parte del 2021: il costruttore nipponico deve erigere una statua a Marc Marquez, unico pilota capace di portare a vincere - e sul podio - una RC213V che, al momento, sembra la moto peggiore del lotto

MotoGP
9 lug 2021
Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha Prime

Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha

Sono passati sei anni da quando Jorge Lorenzo ha dato alla Yamaha il suo ultimo titolo MotoGP nel 2015. Dalla sua partenza alla fine del 2016, lo stato di forma della Yamaha non è stato costante, ma ora ha finalmente trovato un nuovo talismano per tornare in vetta sotto la forma di un giovane francese talentuoso.

MotoGP
8 lug 2021