Espargaro: "Orgoglioso di come Aprilia ha appoggiato Maverick"

Il compagno di squadra di Maverick Vinales, Aleix Espargaro, si è detto convinto che il suo buon amico abbia preso la decisione giusta non correndo ad Austin ed ha anche applaudito il comportamento della squadra.

Espargaro: "Orgoglioso di come Aprilia ha appoggiato Maverick"

Maverick Viñales, che dopo aver rotto il suo contratto con Yamaha durante l'estate ha fatto il suo debutto in Aprilia al Gran Premio d'Aragon, ha preso la decisione di non correre questo fine settimana ad Austin, essendo emotivamente devastato dalla perdita solo pochi giorni fa del giovane cugino Dean Berta Viñales, a cui era molto legato.

Aleix Espargaro, compagno di squadra, amico e grande sostenitore della decisione di Maverick di approdare in Aprilia, ha detto giovedì da Austin che rispetta e comprende pienamente la sua decisione.

"Sono stato in grado di parlare con Massimo (Rivola, CEO di Aprilia) e mi ha detto che Maverick non si sentiva in grado di correre questo fine settimana. Ho subito parlato con lui e gli ho chiesto se voleva stare con me, così non sarebbe stato solo durante questi giorni ad Austin, ma alla fine, Maverick ha preso una decisione che penso sia quella giusta e lo rispetto molto, e sono molto orgoglioso di come Aprilia lo ha sostenuto e si è comportata", ha spiegato il pilota spagnolo.

Maverick ha perso suo cugino domenica scorsa in uno sfortunato incidente avvenuto durante una gara della Supersport 300 a Jerez, ma si è recato negli Stati Uniti martedì. Tuttavia, una volta a Houston e prima di completare il viaggio ad Austin, ha deciso di tornare a casa dalla sua famiglia.

"Fa onore a Maverick aver viaggiato fino agli Stati Uniti e cercare di essere con la squadra questo fine settimana, ma era troppo difficile per lui e dobbiamo rispettare la sua decisione", ha insistito Aleix.

"Aprilia è un'azienda molto grande, con molti interessi e molti soldi in gioco, e il fatto che siano stati così sensibili a questa situazione mi rende molto orgoglioso di farne parte", ha ribadito.

Dopo la morte del quindicenne Dean Berta Vinales, insieme alla morte di altri tre giovani piloti quest'anno, c'è ora un urgente bisogno di trovare soluzioni per rendere il motociclismo più sicuro.

"Non credo che ci sia un'idea che sia definitiva, la cosa più facile potrebbe essere quella di alzare l'età dei piloti, lo si può fare in alcuni campionati, ma non sarà definitiva. Si possono fare molte piccole cose che si sommano per aumentare la sicurezza. Una potrebbe essere quello di ritardare l'età che permette ai piloti di essere in grado di correre sui grandi circuiti, ci sono molte piccole cose che possono essere implementate", ha detto.

Leggi anche:

L'Aprilia crescerà ancora nel 2022

A livello sportivo, Aprilia è l'unica squadra con le concessioni in MotoGP, cosa che le ha permesso di colmare il divario sui marchi rivali che hanno avuto motori congelati per due anni, qualcosa che cambierà nel 2022, come si è visto al test di Misano, dove tutti erano già sulla nuova moto per il prossimo anno.

"Per me non cambierà molto, sono molto ottimista e ho fiducia in Aprilia, perché vedo il lavoro che stiamo facendo a Noale. Ci sono rischi perché gli altri miglioreranno molto, ma sono convinto che anche noi miglioreremo, abbiamo una buona base e questo ci permette di migliorare senza fare rivoluzioni o partire da zero. Non sarà facile, ma sarà più fattibile migliorare l'anno prossimo partendo da quello che abbiamo ora", ha assicurato.

Infine, gli è stata data la notizia che la Formula 1 sbarcherà in questa stagione, e per i prossimi dieci anni, in Qatar.

"Sono felice per la gente del Qatar, che amo, ora avranno anche la Formula 1 oltre alla MotoGP, ma è una brutta notizia, le auto rovinano l'asfalto e condizioneranno un po' la pista", ha detto il pilota di Granollers.

condivisioni
commenti
Bagnaia: "Ducati competitiva, ma occhio a Marquez!"

Articolo precedente

Bagnaia: "Ducati competitiva, ma occhio a Marquez!"

Prossimo Articolo

Miller: "Queste morti atroci non possono continuare"

Miller: "Queste morti atroci non possono continuare"
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Pecco, grazie per averci provato Prime

Pagelle MotoGP | Pecco, grazie per averci provato

Tanti promossi nella Misano che incorona Fabio Quartararo campione del Mondo di MotoGP. Ecco le pagelle stilate e commentate da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio in questo nuovo video di Motorsport.com.

MotoGP
25 ott 2021
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021