Espargaró: “Nessun ingegnere Honda mi ha mai chiesto di KTM”

Pol Espargaro è arrivato nel 2021 nel team Honda dopo quattro anni come pilota ufficiale KTM, ma sorprendentemente nessuno in HRC gli ha mai chiesto informazioni sulla squadra rivale.

Espargaró: “Nessun ingegnere Honda mi ha mai chiesto di KTM”

Stanco delle promesse non mantenute da Lin Jarvis, che lo doveva portare nel team ufficiale Yamaha, Pol Espargaro ha deciso di lasciare Tech3 a giugno del 2016 per accettare la sfida di KTM. La casa austriaca sarebbe entrata nel mondiale nel 2017 come costruttore.

Per quattro anni, lo spagnolo ha condotto il progetto di sviluppo della RC16, conquistando il primo podio della Casa di Mattighofen nel 2018, a cui se ne sono aggiunti altri cinque nel 2020, ma ormai aveva firmato con Honda.

Ingaggiando un pilota come Pol, che ha guidato lo sviluppo di una moto che da zero è passata ad essere in grado di vincere in MotoGP, risulta facile immaginare che la quantità di informazione di cui dispone possa essere utile per qualsiasi rivale. Ma sembra che questo non sia il caso di HRC.

In un’intervista esclusiva, Motorsport.com ha avuto l’opportunità di chiedere a Pol Espargaro se gli ingegneri HRC si fossero interessati ai “segretI” di KTM, soprattutto riguardo la fruttifera stagione 2020, in cui sono anche arrivate le prime vittorie nella classe regina. “No, la verità è che non hanno mai fatto domande e questa cosa mi ha sorpreso a volte”, riconosce Espargaro. “Ma Honda ha un modo di lavorare molto chiaro e non si concentra troppo su quello che fanno gli altri, interessa poco”.

“Honda crede davvero nel suo potenziale e penso sia normale. Hanno un muscolo incredibile, una forza enorme e dispongono di una tecnologia pazzesca che gli altri non hanno. L’unica cosa che Honda vuole fare è costruire una moto a modo suo e che funzioni, senza copiare gli altri”, analizza il catalano.

Leggi anche:

Ad ogni modo, sorprende che ingaggino un pilota che ha sviluppato una moto da zero senza chiedere nulla: “Evidentemente ci sono dei dettagli, io sono il primo che spiega cose con cui mi trovavo bene in passato, sia in KTM sia quando correvo in Yamaha. Questo può dare un apporto al team. Ma tutta l’esperienza che mi porto dietro non è una cosa di cui Honda si preoccupa troppo. Si appoggiano a me più per la guida e per ciò di cui ho bisogno per andare veloce, poi traggono le loro conclusioni. Il loro lavoro si basa più su questa informazione che con quello che posso spiegare loro di altri costruttori”.

Pol ha guidato il progetto KTM dal 2017, contando sull’inestimabile aiuto del collaudatore Dani Pedrosa a partire dal 2019, riuscendo nel 2020 a firmare il miglior anno per la casa austriaca dall’arrivo in MotoGP. Tuttavia, nel 2021, e in coincidenza con l’addio di Espargaro, lo sviluppo della RC16 sembra aver subìto una battuta d’arresto.

“Non sono d’accordo”, interrompe Pol. “Sono andati molto bene quest’anno, moltissimo. Ovviamente non sono stati costanti come ero stato io nel 2019, ma hanno fatto podi, vittorie e non penso che io ora manchi loro. Hanno due piloti veloci (Miguel Oliveira e Brad Binder) e dall’anno prossimo arriveranno due giovani velocissimi (Raul Fernandez e Remy Garnder). Non penso che la mia assenza abbia rappresentato un problema, hanno ottenuto risultati molto buoni nel 2021”.

condivisioni
commenti
MotoGP | Binder: “Il 2021 è stata una stagione da rookie estesa”
Articolo precedente

MotoGP | Binder: “Il 2021 è stata una stagione da rookie estesa”

Prossimo Articolo

MotoGP | Sahara: “Essere team manager Suzuki nel 2021 mi ha sopraffatto”

MotoGP | Sahara: “Essere team manager Suzuki nel 2021 mi ha sopraffatto”
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021