Espargaró: “C'è stato molto lavoro per vedere la Honda con il 44"

Honda presenta ufficialmente Pol Espargaro come pilota del team Repsol Honda con una sorpresa: il pilota ha trovato la sua nuova moto sulla terrazza di casa sua al ritorno dagli allenamenti.

Espargaró: “C'è stato molto lavoro per vedere la Honda con il 44"

Sono passati quasi sei mesi da quando è stato rivelato che Pol Espargaro avrebbe sostituito Alex Marquez nel team ufficiale Honda per il 2021. Da allora sono successe molte cose, tra le altre, una stagione atipica, formata solamente da 14 gare come conseguenza della pandemia del Coronavirus. Al termine del 2020 Joan Mir si è laureato campione del mondo. 

 

Espargaró ha chiuso in quinta posizione nella classifica generale, a pari punti con il quarto, Andrea Dovizioso, e come miglior pilota KTM. Anche se non è riuscito a trovare il successo, che ha sfiorato a Brno e in Austria, lo spagnolo ha conquistato cinque podi e due pole positions, un bottino notevole che lo spinge verso ciò che, con tutta probabilità, è il più grande passo della sua carriera in MotoGP. 

Per festeggiare il nuovo anno, Honda ha fatto una sorpresa al proprio pilota, che era andato a correre in montagna con il suo cane e, al rientro a casa, ha trovato sulla terrazza di casa sua quello che sarà il suo prototipo a partire da ora, la RC213V con il numero 44 sulla carena. 

"C'è stato molto lavoro per poter vedere questa moto con questo numero - afferma Espargaro dopo aver visto la sorpresa - Questa moto, con questi colori, è sempre stata il rivale da battere per tutti. Era il nostro obiettivo. Ho sognato molte volte di vedermi così, con la moto a fianco, con questi colori". 

"È un'immagine, un momento che ricorderò per sempre", conclude il catalano, che esordirà in pista con i colori Honda nei primi test invernali che verranno svolti a Sepang, in Malesia, dal 19 al 21 febbraio. 

Le foto di Pol Espargaró mentre scopre la sua nuova moto

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
1/9

Foto di: Repsol Media

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
2/9

Foto di: Repsol Media

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
3/9

Foto di: Repsol Media

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
4/9

Foto di: Repsol Media

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
5/9

Foto di: Repsol Media

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
6/9

Foto di: Repsol Media

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
7/9

Foto di: Repsol Media

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
8/9

Foto di: Repsol Media

Pol Espargaró, Repsol Honda Team

Pol Espargaró, Repsol Honda Team
9/9

Foto di: Repsol Media

condivisioni
commenti
Austria 2019: "l'ultima grande emozione" di Dovizioso in Ducati

Articolo precedente

Austria 2019: "l'ultima grande emozione" di Dovizioso in Ducati

Prossimo Articolo

Suzuki conferma l'addio di Brivio: andrà in F1 con Alpine

Suzuki conferma l'addio di Brivio: andrà in F1 con Alpine
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Pol Espargaro
Team Repsol Honda Team
Autore Oriol Puigdemont
MotoGP: come si affronta il GP di Francia Prime

MotoGP: come si affronta il GP di Francia

La MotoGP si appresta a vivere il suo quinto fine settimana di gare del 2021. La pista di Le Mans ospita il Gran Premio di Francia: andiamo a scoprirne segreti e curiosità in questo nostro giro di pista virtuale

MotoGP
14 mag 2021
Ceccarelli: “Arriva anche la telemetria per i piloti” Prime

Ceccarelli: “Arriva anche la telemetria per i piloti”

Torna l'appuntamento con la rubrica del mercoledì firmata Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci parlano di come la ricerca medica si sia evoluta per andare ad assistere i piloti nelle fasi di guida, recependo dati telemetrici utili al fine di migliorare le performance

MotoGP
12 mag 2021
MotoGP: scatta l'allarme sicurezza per le velocità troppo alte Prime

MotoGP: scatta l'allarme sicurezza per le velocità troppo alte

I paurosi incidenti visti a Jerez hanno fatto scattare l'allarme tra i piloti per le velocità elevate raggiunte dalle MotoGP, ma convincere i costruttori a fare un passo indietro sembra davvero difficile.

MotoGP
7 mag 2021
Rossi: quanto è amaro dirsi addio Prime

Rossi: quanto è amaro dirsi addio

Valentino Rossi sta attraversando il più difficile avvio di stagione della carriera. Appena quattro punti in altrettante gare. Lontano dalla top15, il Dottore rischia di vivere una lenta stagione da incubo in attesa di ufficializzare una decisione che, onestamente, sarebbe stato bene intraprendere anni fa

MotoGP
5 mag 2021
Ceccarelli: "Un allarme per la MotoGP il guaio di Quartararo" Prime

Ceccarelli: "Un allarme per la MotoGP il guaio di Quartararo"

Franco Nugnes, in compagnia del Dottor Ceccarelli, affronta il tema dell'ennesimo caso di sindrome compartimentale in MotoGP. Fabio Quartararo si è dovuto arrendere al dolore durante il GP di Spagna: classe regina in allarme?

MotoGP
5 mag 2021
Miller: il sostegno psicologico arrivato dalla moglie di Crutchlow Prime

Miller: il sostegno psicologico arrivato dalla moglie di Crutchlow

Dopo un avvio di stagione da dimenticare, Jack Miller è riuscito ad ottenere la prima vittoria con Ducati a Jerez ed ha svelato come un grande aiuto psicologico sia arrivato dalla moglie del suo grande amico Cal Crutchlow.

MotoGP
4 mag 2021
Pagelle MotoGP: Riscatto Miller, Rossi a fondo Prime

Pagelle MotoGP: Riscatto Miller, Rossi a fondo

Tanti promossi e tanti bocciati al Gran Premio di Spagna di MotoGP. Ecco le pagelle stilate e commentate da Beatrice Frangione e Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com

MotoGP
4 mag 2021
Ducati: la doppietta di Jerez è una "svolta" epocale Prime

Ducati: la doppietta di Jerez è una "svolta" epocale

Sono almeno tre le svolte a cui abbiamo assistito a Jerez: quella della Desmosedici GP, che finalmente "gira" anche su una pista stretta. Quella della stagione di Jack Miller, che ha risposto con una vittoria ad un avvio di stagione deludente. E la trasformazione di Pecco Bagnaia in un top rider a tutti gli effetti, arrivata con la leadership in campionato.

MotoGP
3 mag 2021