Espargaro accusa Morbidelli, Franco risponde: “Colpa condivisa”

Pol Espargaro crede che la colpa dello scontro con Franco Morbidelli sia solo di quest'ultimo, ma l'italiano risponde alle accuse affermando che la colpa debba essere condivisa.

Espargaro accusa Morbidelli, Franco risponde: “Colpa condivisa”

Nel primo giro del Gran Premio di Francia c’è stato un momento concitato che ha visto protagonisti Pol Espargaro e Franco Morbidelli all’uscita della chicane Chemin aux Boeufs. Il pilota Honda ha effettuato una manovra che ha costretto Morbidelli a muoversi al suo interno nella curva successiva. Ma lo spagnolo ha frenato forte nella curva seguente cercando di passare l'altra Petronas SRT Yamaha di Valentino Rossi, con Morbidelli costretto a finire nella ghiaia dopo un contatto.

Espargaro pensa che la colpa del contatto sia solo di Morbidelli, anche se la Direzione Gra lo ha classificato come incidente di gara: “Beh, il problema lì è che Morbidelli arrivava troppo forte e ha fatto un errore in frenata, quindi mi ha portato fuori. Avevo Valentino all'esterno, quindi ho portato fuori Valentino”.

 

“Dopo la gara ho trovato Valentino qui nel paddock, abbiamo parlato brevemente e lui era d'accordo con me. Ma in realtà, è chiaro che Franco ha frenato troppo tardi e ha avuto un contatto con me, di conseguenza io ho avuto un contatto con Valentino. Questa è una cosa che nelle gare può succedere. È un incidente di gara, ma non possiamo perdere di vista chi è quello che ha iniziato tutta l'azione e chi è quello che ha toccato un altro pilota, che in questo caso era Morbidelli che frenava troppo tardi".

Quando i commenti di Espargaro sono stati riportati a Morbidelli da Motorsport.com, l'italiano ha risposto: "Penso che la colpa debba essere condivisa, perché quando ho visto che Pol ha fatto quella manovra, ho pensato immediatamente che era fuori. Così ho provato a superarlo solo perché avevo molta più velocità e sono andato all'interno. Ho pensato che dopo quel momento avrebbe preso la curva successiva un po' più attentamente. Invece è stato davvero bravo e aggressivo a cercare di attaccare immediatamente Vale e non me lo aspettavo. La sua manovra sicuramente non è stata pericolosa, ma molto aggressiva. L'ho solo colpito sul posteriore e sono finito all'esterno della pista e non ho potuto controllare la moto. Questo è l'incidente secondo me”.

condivisioni
commenti
Rossi: "Le gare 'flag to flag' sono più pericolose"

Articolo precedente

Rossi: "Le gare 'flag to flag' sono più pericolose"

Prossimo Articolo

Fotogallery MotoGP: tripudio per Miller e Ducati a Le Mans

Fotogallery MotoGP: tripudio per Miller e Ducati a Le Mans
Carica commenti
Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP Prime

Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP

I giorni di Danilo Petrucci in MotoGP sembrano contati, KTM sta cercando di riorganizzare completamente il team Tech3 per il 2022. Anche se la stagione 2021 del ternano finora non è stata eccezionale, il gigante italiano è diventato segretamente un top runner in MotoGP nell'ultimo decennio e ha portato con sé una personalità di cui lo sport mondiale ne ha maggior bisogno.

MotoGP
28 lug 2021
Quartararo fa il Marquez della Yamaha Prime

Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Fabio Quartararo è l'unica nota positiva in casa Yamaha. Il francese è il vero dominatore di questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP, con cinque pole e quattro vittorie che lo lanciano verso la conquista del titolo iridato. Gli altri tre piloti della casa giapponese, però, sono ben lontani dalla sufficienza...

MotoGP
25 lug 2021
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021
Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V Prime

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V

Andiamo ad inaugurare le pagelle di metà stagione dei costruttori presenti in MotoGP. Inziiamo con Honda, grande delusa di questa prima parte del 2021: il costruttore nipponico deve erigere una statua a Marc Marquez, unico pilota capace di portare a vincere - e sul podio - una RC213V che, al momento, sembra la moto peggiore del lotto

MotoGP
9 lug 2021