Ecco il nuovo sistema per non far aprire la tuta di Quartararo

L’incidente con la tuta di Fabio Quartararo a Barcellona ha portato Alpinestars, fornitore dell’attrezzatura del pilota francese, a ideare un sistema con cui si proverà ad evitare che la zip si possa aprire nuovamente.

Ecco il nuovo sistema per non far aprire la tuta di Quartararo

Le immagini di Fabio Quartararo con la tuta completamente aperta durante gli ultimi giri del Gran Premio di Catalogna hanno avuti quasi la stessa rilevanza della vittoria di Miguel Oliveira in quella stessa gara.

Dopo la gara, il francese è stato penalizzato di tre secondi per non aver indossato la tuta ‘dovutamente allacciata’, come si legge nel regolamento. Nonostante non siano stati forniti troppi dettagli sulla dinamica di quanto successo con la tuta – Quartararo si è limitato a dire che la zip si è aperta alla Curva 1 e che il paracostole è saltato – questo fatto clamoroso ha aperto un dibattito al Sachsenring, che due settimane dopo l’accaduto ancora tiene banco.

Le immagini della camera soggettiva nel giro di formazione del pilota Yamaha in Catalogna mostrano chiaramente che la cerniera con cui si apre e si chiude la zip è rimasta sotto il velcro di sicurezza. Se la avesse posizionata correttamente, è difficile pensare che la tuta si fosse potuta aprire.
Tuttavia, oggi Quartararo ha commentato nella conferenza stampa del Gran Premio di Germania che confida nel fatto che quanto successo a Barcellona non si ripeta più: “Alpinestars ha lavorato a un nuovo sistema per evitare che accada di nuovo ciò che è successo a Barcellona”. Nonostante la suspence creata, Motorsport.com apprende che questa evoluzione consiste semplicemente in una sicurezza in velcro un po’ più larga del solito per evitare che la chiusura lampo possa scendere giù.

Ad ogni modo, la nota azienda di tute italiana, che veste anche Marc Marquez, Maverick Vinales e Alex Rins, tra gli altri, ha deciso di implementare questa novità solamente sulla tuta di Quartararo, dato che gli altri piloti non hanno avuto alcun tipo di problema in questo senso.

condivisioni
commenti
Rossi ringrazia Dall'Igna, ma il 2022 rimane un rebus

Articolo precedente

Rossi ringrazia Dall'Igna, ma il 2022 rimane un rebus

Prossimo Articolo

Regolamenti: la MotoGP sta diventando troppo rigida?

Regolamenti: la MotoGP sta diventando troppo rigida?
Carica commenti
Quartararo fa il Marquez della Yamaha Prime

Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Fabio Quartararo è l'unica nota positiva in casa Yamaha. Il francese è il vero dominatore di questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP, con cinque pole e quattro vittorie che lo lanciano verso la conquista del titolo iridato. Gli altri tre piloti della casa giapponese, però, sono ben lontani dalla sufficienza...

MotoGP
25 lug 2021
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021
Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V Prime

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V

Andiamo ad inaugurare le pagelle di metà stagione dei costruttori presenti in MotoGP. Inziiamo con Honda, grande delusa di questa prima parte del 2021: il costruttore nipponico deve erigere una statua a Marc Marquez, unico pilota capace di portare a vincere - e sul podio - una RC213V che, al momento, sembra la moto peggiore del lotto

MotoGP
9 lug 2021
Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha Prime

Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha

Sono passati sei anni da quando Jorge Lorenzo ha dato alla Yamaha il suo ultimo titolo MotoGP nel 2015. Dalla sua partenza alla fine del 2016, lo stato di forma della Yamaha non è stato costante, ma ora ha finalmente trovato un nuovo talismano per tornare in vetta sotto la forma di un giovane francese talentuoso.

MotoGP
8 lug 2021