Ducati: la GP18 arriverà a Sepang perché ci sono ancora dubbi da fugare

Dall'Igna, direttore generale di Ducati Corse, ha spiegato perché la nuova Desmosedici non ha esordito già nei test di Valencia. "Nel corso dell'anno sono sorti interrogativi che cercheremo di chiarire a Valencia".

La stagione 2017 di MotoGP è appena terminata e per Ducati e solo per una manciata di punti non è stata trionfale al pari di quella che, 10 anni or sono, permise a Casey Stoner di diventare il primo pilota iridato della casa di Borgo Panigale nella classe regina del Motomondiale.

Spenti i motori dopo il GP della Comunitat Valenciana, per Ducati (così come per tutti gli altri team) è subito tempo di 2018. Questa mattina Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo entreranno in pista per svolgere la prima delle due giornate di test collettivi in vista della prossima stagione, sempre al "Ricardo Tormo" di Valencia.

Ducati aveva inizialmente previsto l'esordio della nuova moto sin da questa due giorni di prove, ma poi il programma è cambiato nel corso della stagione. Gigi Dall'Igna, direttore generale di Ducati Corse, ha spiegato per quale motivo l'arrivo della nuova moto è stato spostato ai test di Sepang, previsti nel febbraio 2018.

"L'idea iniziale era già quella di arrivare con la moto con un elevato stato di definizione in vista della prossima stagione", ha dichiarato Dall'Igna nella conferenza stampa di fine anno di Ducati Corse.

"Poi nel corso dell'anno abbiamo fatto diverse prove con i vari collaudatori, che ci hanno messo qualche dubbio. Questi test serviranno a fugare questi dubbi. Ci presentiamo con delle moto che non sono ancora definitive, ma ci serviranno a definire quella dell'anno prossimo che vedremo solamente nei test di Sepang".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento Valencia, test di Novembre
Sub-evento Martedì
Circuito Valencia
Piloti Andrea Dovizioso , Jorge Lorenzo
Team Ducati Team
Articolo di tipo Ultime notizie