Ducati: il 2019 è un anno chiave, la Rossa si gioca molto del suo credito

condivisioni
commenti
Ducati: il 2019 è un anno chiave, la Rossa si gioca molto del suo credito
Di:
17 gen 2019, 09:52

Dopo la partenza di Jorge Lorenzo, la Ducati, che sarà presentata venerdì, affronta il Mondiale più importante degli ultimi tempi, un anno in cui sarà messa sotto esame la sua componente tecnica, ma anche quella filosofica.

Sebbene possa sembrare assurdo, la Ducati quest'anno si assumerà un rischio simile o addirittura maggiore di quello che si è presa quando ha deciso di spendere 25 milioni di euro in due anni (2017 e 2018) per ingaggiare Jorge Lorenzo.

Facendo quella manovra coraggiosa, l'azienda di Borgo Panigale ha voluto rimuovere dall'equazione la variabile del pilota, per ottenere una radiografia perfetta e reale del potenziale della Desmosedici, per migliorarla quanto possibile.

Questo è il motivo per cui sono andati alla ricerca di uno dei piloti più forti della griglia, con la condizione di superstar di Lorenzo che è stata supportata dai suoi tre titoli di campione della MotoGP (2010, 2012, 2015).

Quando lo spagnolo ha indossato la tuta rossa, le aspettative erano così grandi che le tre vittorie che ha ottenuto, tutte nel secondo anno (Mugello, Barcellona e Red Bull Ring 2018) non le hanno soddisfatte.

La grande pressione che Lorenzo ha dovuto gestire per essere un top rider ora sarà divisa tra Andrea Dovizioso e la Ducati. E in seconda battuta, questa pressione ricadrà anche sulle spalle di Danilo Petrucci, anche se non gli si può chiedere di fare le stesse cose di Dovi.

I responsabili dell'organizzazione del Reparto Corse hanno deciso di cambiare modello, in qualche modo spinti anche dall'Audi, che è la proprietaria dell'azienda. In ogni caso, sono loro i responsabili dell'addio di Lorenzo e ora devono accettare che potrebbero essere giudicati per questo motivo con la stessa rigidità che hanno utilizzato nei confronti dello spagnolo.

Specialmente se teniamo presente che ciò che verrà valutato non è solamente la competitività della moto, ma anche la filosofia del team. Raggiunto questo punto, questa sfida potrebbe portare la Ducati nell'Olimpo o farle fare un passo indietro. E questo significherebbe aver buttato alcuni anni di lavoro.

Nel caso in cui lottasse nuovamente per il titolo (non parliamo di vincerlo), la nuova strada intrapresa sarebbe più che giustificata. Non solo, l'immagine dell'azienda ne uscirebbe anche rafforzata, perché avrebbe raggiunto questi obiettivi con una struttura tutta italiana.

Ma se la Ducati non trova il modo di continuare a crescere (per farlo, i piloti dovrebbero superare le sette vittorie ottenute nel 2018, una risultato raggiunto solo quando Casey Stoner ha vinto il titolo nel 2007), si troverà in difficoltà, perché in un certo senso verrebbe messa in dubbio questa filosofia.

Fallire vorrebbe dire ricevere un pugno diretto per l'identità del marchio, che a quel punto sarebbe costretta ad aprire nuovamente il libretto degli assegni per tornare sul mercato piloti. Implicitamente, una mossa del genere sarebbe interpretata come una mossa di rassegnazione o, peggio ancora, l'evidenza di un fiasco.

Scorrimento
Lista

2003

2003
1/48

Foto di: Ducati Marlboro Team

#65 Loris Capirossi

#65 Loris Capirossi
2/48

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

#12 Troy Bayliss

#12 Troy Bayliss
3/48

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

2004

2004
4/48

Foto di: Ducati Corse

#65 Loris Capirossi

#65 Loris Capirossi
5/48

Foto di: Ducati Corse

#12 Troy Bayliss

#12 Troy Bayliss
6/48

Foto di: Ducati Corse

2005

2005
7/48

Foto di: Ducati Corse

#65 Loris Capirossi

#65 Loris Capirossi
8/48

Foto di: Ducati Corse

#7 Carlos Checa

#7 Carlos Checa
9/48

Foto di: Kawasaki Racing Team

2006

2006
10/48

Foto di: Ducati Corse

#65 Loris Capirossi

#65 Loris Capirossi
11/48

Foto di: Ducati Corse

#15 Sete Gibernau

#15 Sete Gibernau
12/48

Foto di: Bob Heathcote

2007

2007
13/48

Foto di: Ducati Corse

#27 Casey Stoner

#27 Casey Stoner
14/48

Foto di: Ducati Corse

#65 Loris Capirossi

#65 Loris Capirossi
15/48

Foto di: Ducati Corse

2008

2008
16/48

Foto di: Ducati Corse

#1 Casey Stoner

#1 Casey Stoner
17/48

Foto di: Ducati Corse

#33 Marco Melandri

#33 Marco Melandri
18/48

Foto di: Ducati Corse

2009

2009
19/48

Foto di: Ducati Corse

#27 Casey Stoner

#27 Casey Stoner
20/48

Foto di: Bridgestone Corporation

#69 Nicky Hayden

#69 Nicky Hayden
21/48

Foto di: Ducati Corse

2010

2010
22/48

Foto di: Ducati Corse

#27 Casey Stoner

#27 Casey Stoner
23/48

Foto di: Ducati Corse

#69 Nicky Hayden

#69 Nicky Hayden
24/48

Foto di: Ducati Corse

2011

2011
25/48

Foto di: Ducati Corse

#46 Valentino Rossi

#46 Valentino Rossi
26/48

Foto di: Ducati Corse

#69 Nicky Hayden

#69 Nicky Hayden
27/48

Foto di: Hazrin Yeob Men Shah

2012

2012
28/48

Foto di: Ducati Corse

#46 Valentino Rossi

#46 Valentino Rossi
29/48

Foto di: Ducati Corse

#69 Nicky Hayden

#69 Nicky Hayden
30/48

Foto di: Ducati Corse

2013

2013
31/48

Foto di: Ducati Corse

#04 Andrea Dovizioso

#04 Andrea Dovizioso
32/48

Foto di: Ducati Corse

#69 Nicky Hayden

#69 Nicky Hayden
33/48

Foto di: Hazrin Yeob Men Shah

2014

2014
34/48

Foto di: Ducati Corse

#04 Andrea Dovizioso

#04 Andrea Dovizioso
35/48

Foto di: Ducati Corse

#35 Cal Crutchlow

#35 Cal Crutchlow
36/48

Foto di: Ducati Corse

2015

2015
37/48

Foto di: Ducati Corse

#04 Andrea Dovizioso

#04 Andrea Dovizioso
38/48

Foto di: Ducati Corse

#29 Andrea Iannone

#29 Andrea Iannone
39/48

Foto di: Ducati Corse

2016

2016
40/48

Foto di: Ducati Corse

#04 Andrea Dovizioso

#04 Andrea Dovizioso
41/48

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

#29 Andrea Iannone

#29 Andrea Iannone
42/48

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

2017

2017
43/48

Foto di: Ducati Corse

#04 Andrea Dovizioso

#04 Andrea Dovizioso
44/48

Foto di: Ducati Corse

#99 Jorge Lorenzo

#99 Jorge Lorenzo
45/48

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

2018

2018
46/48

Foto di: Ducati Corse

#99 Jorge Lorenzo

#99 Jorge Lorenzo
47/48

Foto di: Ducati Corse

#04 Andrea Dovizioso

#04 Andrea Dovizioso
48/48

Foto di: Ducati Corse

 

Prossimo Articolo
Rainey sprona Vinales: "Dovrebbe iniziare a battere Valentino praticamente in ogni gara"

Articolo precedente

Rainey sprona Vinales: "Dovrebbe iniziare a battere Valentino praticamente in ogni gara"

Prossimo Articolo

Presentazione Ducati MotoGP 2019 in live streaming su Motorsport.com

Presentazione Ducati MotoGP 2019 in live streaming su Motorsport.com
Carica commenti