Dovizioso: "Gomme medie? Strategia azzeccata. Siamo veloci"

Eccellente prestazione del forlivese, che ha portato la Ducati ad appena 1 decimo da Marquez in Qualifica. "Abbiamo usato una strategia opposta a quella degli avversari. Ma abbiamo avuto ragione".

Andrea Dovizioso sembrava non avere le carte in regola per mantenere la Ducati tra i favoriti per la vittoria del Gran Premio d'Austria, poi una scelta di gomma posteriore completamente differente da tutti gli altri concorrenti per la pole hanno mostrato una Desmosedici molto competitiva, tanto da portare il forlivese a chiudere in seconda posizione ad appena 1 decimo dal poleman Marc Marquez.

"A volte adottare una strategia completamente diversa da quella degli altri funziona. Questa volta sono molto contento della nostra decisione. E' difficile prenderle così in Qualifica. Nessuno ha messo le medie, ma le condizioni della pista erano strane e sono davvero molto felice del feeling che avevo con la moto nelle Qualifiche".

"Non avevamo un'ottima velocità oggi, ma poi le gomme hanno lavorato in modo diverso a causa delle condizioni meteo mutate rispetto a ieri. Con le soft faticavo. Eravamo veloci, sì, ma non abbastanza. Ora invece abbiamo trovato la velocità per domani, che ci servirà in gara".

Così come accaduto questo pomeriggio, domani sarà fondamentale la scelta di gomme in vista della gara. Il Warm Up sarà poco indicativo a causa delle temperature diverse da quelle che i piloti troveranno alle 14:00.

"Sarà fondamentale prendere la giusta decisione riguardo la gomma posteriore da utilizzare in gara domani. Scegliere una gomma piottosto di un'altra farà la differenza. A volte 6 o 7 gradi di differenza da un giorno all'altro fanno la differenza e domani dovrebbe fare più caldo rispetto a oggi. Sarà anche difficile fare una scelta dopo il Warm Up, perché sarà sicuramente più freddo rispetto alla temperatura che troveremo in gara".

A supporto del grande momento di forma di Dovizioso è arrivata anche la nuova carena della Desmosedici, che al Red Bull Ring sembra funzionare alla perfezione.

"La nuova carena lavora davvero bene su questo tracciato. Non ho fatto una comparazione con le ali, ma posso confermare che gli ingegneri a caa hanno davvero fatto un lavoro eccezionale. Siamo riusciti a raggiungere l'obiettivo che speravamo. Sfortunatamente non sono mai riuscito a seguire uno dei miei avversari, dunque non so comparare le nostre prestazioni rispetto a quelle di Marquez e delle Yamaha per quanto riguarda le loro soluzioni. Penso potremo valutarle durante la gara".

"Il lavoro che abbiamo fatto oggi ci ha mostrato come fossimo non troppo competitivi con le gomme soft usate. Mentre con le medie siamo stati davvero forti. Non so dire come potremo andare nella seconda parte di gara domani. Anche perché dipenderà dalla scelta delle gomme che faremo prima della gara. Riguardo la nostra competitività non sono preoccupato. Sono preoccupato di prendere la giusta decisione riguardo le gomme".

Andrea ha poi parlato di un'eventuale gara bagnata. L'argomento è stato oggetto di discussione alla Safety Commission di ieri sera e, addirittura, qualche pilota ha avanzato l'idea di non correre qualora la pista fosse bagnata dalla pioggia.

"Gara bagnata? Quando provi a frenare con l'anteriore è quasi impossibile gestire la moto. E' dunque molto pericoloso. Se dovesse piovere sarà un vero problema e penso che la Direzone Gara dovrà pensare a una soluzione per il futuro. Perché il prossimo anno potrebbe capitare la stessa cosa. Forse sono le gomme, non so. Tutto può essere, ma bisogna analizzare tutto quanto molto bene per essere più pronti per il futuro".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP d'Austria
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Red Bull Ring
Piloti Andrea Dovizioso
Team Ducati Team
Articolo di tipo Intervista