Ducati annuncerà Bagnaia e Zarco prima di Misano, ma non i team

Ducati sta ultimando i dettagli del rinnovo dei propri piloti, Francesco Bagnaia e Johann Zarco. Questi verranno annunciati prima del GP di Misano, ma entrambi dovranno aspettare un po’ prima di sapere con quale squadra correranno nel 2021.

Ducati annuncerà Bagnaia e Zarco prima di Misano, ma non i team

La sorprendente decisione presa da Andrea Dovizioso a metà agosto, quando ha annunciato che non rinnoverà con Ducati per il prossimo anno, ha subito messo in moto una serie di operazioni a Borgo Panigale che erano state tenute da parte in attesa di capire come procedesse l’accordo con il forlivese.

La prima di queste, avvenuta proprio lo stesso fine settimana dell’annuncio di Dovi, è stata quella di giungere ad un accordo con Pecco Bagnaia per continuare altri due anni con la marca bolognese. Sabato scorso, in Austria, è stato raggiunto un nuovo accordo con Johann Zarco, stavolta di un anno con opzione per un secondo. In entrambi i casi, i contratti si sono chiusi per correre con una Desmosedici con status ufficiale, ma senza specificare in quali dei tre team i piloti correranno con questa moto.

Quest’anno, Bagnaia è in forza alla struttura satellite Pramac, mentre il francese si trova in Avintia, che ha un accordo di collaborazione più stretto con Ducati, pur mantenendo l’indipendenza come struttura e con moto del 2019. Entrambi i rinnovi verranno resi ufficiali attraverso un comunicato del team prima del Gran Premio di San Marino, che verrà disputato nel fine settimana dal 9 all’11 settembre, come affermato da Paolo Ciabatti.

Leggi anche:

Tuttavia, Motorsport.com ha saputo che l’annuncio non prevederà la menzione del team in cui correranno i piloti, la decisione finale è attesa solo più avanti. Al momento, Bagnaia rappresenta la prima opzione per completare la line-up nel team ufficiale a fianco di Jack Miller. Però Pecco si è infortunato a Brno e ha perso le ultime tre gare. Di questo imprevisto ne ha approfittato Zarco, che ha saputo farsi notare con una pole position ed un podio, i primi per Avintia in MotoGP. Questi risultati hanno messo in allarme la dirigenza Ducati, che preferisce lasciar passare qualche gara prima di rendere ufficiale le destinazioni dei rispettivi piloti.

Questa decisione può arrivare dopo la seconda gara di Misano, in concomitanza con l’ufficialità dell’accordo con Jorge Martin. Questo è stato chiuso già da settimane e, come anticipato da Motorsport.com, prevede un contratto di due stagioni con status di pilota ufficiale. Anche Enea Bastianini, altro pilota di punta in Moto2, ha raggiunto un accordo con la Casa di Borgo Panigale ed è in attesa di ultimare i dettagli per firmare.

Il piano di Ducati per il 2021 prevede Miller e Bagnaia nel team ufficiale, mentre Martin e Zarco correranno in Pramac con moto e sostegno della fabbrica al cento per cento. Bastianini invece sostituirà il francese in Avintia alle condizioni di cui ora usufruisce lo stesso pilota di Cannes. La sesta Ducati in griglia nel 2021 è di Tito Rabat, che ha un contratto per il prossimo anno e ha l’intenzione di continuare a correre, anche se in questo caso l’accordo è con il team e non con la fabbrica.

Ducati rispetterà qualsiasi accordo con il team di Andorra. Solo nel caso in cui Rabat decidesse di non continuare, opzione che il pilota al momento non contempla, offrirebbe contro-prestazioni alla struttura diretta da Raul Romero per provare ad incorporare un’altra giovane promessa, Luca Marini.

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
Francesco Bagnaia, Pramac Racing
1/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
Francesco Bagnaia, Pramac Racing
2/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
Francesco Bagnaia, Pramac Racing
3/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
Francesco Bagnaia, Pramac Racing
4/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
Francesco Bagnaia, Pramac Racing
5/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
Francesco Bagnaia, Pramac Racing
6/36

Foto di: MotoGP

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
Francesco Bagnaia, Pramac Racing
7/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
Francesco Bagnaia, Pramac Racing
8/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing
Johann Zarco, Avintia Racing
9/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing
Johann Zarco, Avintia Racing
10/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT, Johann Zarco, Avintia Racing
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT, Johann Zarco, Avintia Racing
11/36

Foto di: MotoGP

Johann Zarco, Avintia Racing
Johann Zarco, Avintia Racing
12/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing
Johann Zarco, Avintia Racing
13/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing
Johann Zarco, Avintia Racing
14/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing
Johann Zarco, Avintia Racing
15/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Avintia Racing
Johann Zarco, Avintia Racing
16/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT, Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing, Johann Zarco, Avintia Racing
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT, Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing, Johann Zarco, Avintia Racing
17/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
18/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
19/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
20/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo, Red Bull KTM Ajo
Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo, Red Bull KTM Ajo
21/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
22/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Lorenzo Dalla Porta, Leopard Racing, Jorge Martin, Del Conca Gresini Racing, Enea Bastianini, Leopard Racing
Lorenzo Dalla Porta, Leopard Racing, Jorge Martin, Del Conca Gresini Racing, Enea Bastianini, Leopard Racing
23/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Ganador Enea Bastianini, Italtrans Racing Team
Ganador Enea Bastianini, Italtrans Racing Team
24/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Italtrans Racing Tea
Enea Bastianini, Italtrans Racing Tea
25/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Italtrans Racing Team
Enea Bastianini, Italtrans Racing Team
26/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Ganador Enea Bastianini, Italtrans Racing Team
Ganador Enea Bastianini, Italtrans Racing Team
27/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Ganador Enea Bastianini, Italtrans Racing Team
Ganador Enea Bastianini, Italtrans Racing Team
28/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Polesitter Luca Marini, Sky Racing Team VR46
Polesitter Luca Marini, Sky Racing Team VR46
29/36
Luca Marini, Sky Racing Team VR46
Luca Marini, Sky Racing Team VR46
30/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Luca Marini, Sky Racing Team VR46
Luca Marini, Sky Racing Team VR46
31/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Luca Marini, Sky Racing Team VR46
Luca Marini, Sky Racing Team VR46
32/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Luca Marini, Sky Racing Team VR46
Luca Marini, Sky Racing Team VR46
33/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Luca Marini, Sky Racing Team VR46
Luca Marini, Sky Racing Team VR46
34/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Luca Marini, Sky Racing Team VR46
Luca Marini, Sky Racing Team VR46
35/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Luca Marini, Sky Racing Team VR46
Luca Marini, Sky Racing Team VR46
36/36

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
MotoGP: perché la FIM è costretta a rivedere lo Steward Panel
Articolo precedente

MotoGP: perché la FIM è costretta a rivedere lo Steward Panel

Prossimo Articolo

Honda non potrà avere le concessioni anche se non ottiene podi

Honda non potrà avere le concessioni anche se non ottiene podi
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021