Dovizioso: "Soffriamo troppo la mancanza di grip al posteriore"

Andrea Dovizioso ha chiuso al decimo posto le Libere 2 di Aragon. Il forlivese ha lamentato la mancanza di grip sulla pista iberica e ha aggiunto: "Dovremo lavorare sull'assetto e io sul mio stile di guida per migliorare la situazione".

Andrea Dovizioso ha chiuso il secondo turno di prove libere della MotoGP al decimo posto, il migliore dei due rider ufficiali Ducati. Il forlivese ha trovato parecchie difficoltà a causa dello scarso grip che l'asfalto di Aragon conferisce al posteriore della Desmosedici GP e lo ha fatto faticare più del dovuto.

"Oggi è stata una giornata particolare perché nel pomeriggio abbiamo trovato condizioni difficili della pista. Addirittura il grip sembrava essere minore di quello trovato nella prima sessione di questa mattina", ha dichiarato "DesmoDovi" al termine delle Libere 2.

"Non eravamo pronti. Quando c'è così poco grip al posteriore devi modificare l'assetto della moto, quindi dobbiamo trovare la giusta soluzione sia d'assetto ma anche di guida, dunque da parte mia. Nel secondo run i tempi si sono alzati molto. Quasi tutti giravano sul passo dell'1'50", quindi è la realtà dei fatti. Penso che questo tipo di grip lo avremo per tutto il fine settimana, dunque dovremo necessariamente trovare una soluzione".

L'asfalto del Motorland ha sempre avuto poco grip, ma in questa stagione la situazione sembra peggiorata. "Aragon ha da sempre questa caratteristica riguardo il grip dell'asfalto, ma in questa stgione sembra tutto amplificato. Dobbiamo lavorare nel dettaglio per capire il consumo delle gomme. Sono dure, ma non sappiamo se ci saranno problemi di consumo".

"Non è così importante questa situazione perché è uguale per tutti. Abbiamo notato che in questa stagione quando c'è poco grip andiamo meglio con gomme più morbide, ma non le abbiamo, quindi dovremo lavorare. Non è stata una giornata facile e dobbiamo capire quanto margine di miglioramento abbiamo".

Le difficoltà palesate dal forlivese questo pomeriggio potrebbero protrarsi anche nelle libere di domani, laciandolo fuori dalla Top 10 nelle Libere 3 e costringerlo ad effettuare anche la Q1 nelle Qualifiche di domani pomeriggio.

"Può non essere facile entrare eni 10 per le Qualifiche. Sono decimo, a 7 decimi dal primo. Abbiamo visto che la gomma ha solo un giro buono. Se non fai un giro perfetto non ci sono possibilit à di rimediare. Quello che mi interessa davvero, però, è migliorare il passo. Con le gomme dure nel secondo run ho fatto 1'50"0. Non è lento e dobbiamo migliorare. Anche altri piloti come Valentino hanno lo stesso passo".

Oggi le Honda hanno mostrato di non soffrire come le altre moto lo scarso grip sul tracciato di Aragon. Dovizioso ha provato a dare una spiegazione alla supremazia delle RC213V nella prima giornata di prove sulla pista iberica:
"Secondo me nelle piste dove c'è poco grip loro riescono a essere molto competitivi soprattutto nei primi turni perché è una moto sce scivola molto e possono giocare sulle linee. Noi guidiamo più puliti e soffriamo di più. Questa è una mia spiegazione, non so però se sia effettivamente quella giusta".

"Michelin sta cercando di arrivare a una base migliore dell'attuale per far andare bene a tutti i loro prodotti. E' normale che ci sia una continua evoluzione tutta la stagione. Questo non facilità il lavoro di nessuno Non è bello da parte nostra, non sai mai cosa aspettarti. Ma se mi metto nei loro panni fanno bene e un bel lavoro. E' giusto ambire ad arrivare al top. E' un campionato anomalo rispetto alle ultime stagioni ma la situazione è uguale per tutti. Bisogna essere bravi e furbi per sfruttare al meglio il pacchetto che si ha a disposizione".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP di Aragona
Sub-evento Venerdì, prove libere
Circuito Motorland Aragon
Piloti Andrea Dovizioso
Team Ducati Team
Articolo di tipo Intervista