MotoGP
23 ago
-
25 ago
Evento concluso
13 set
-
15 set
Evento concluso
20 set
-
22 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
2 giorni
G
GP della Malesia
01 nov
-
03 nov
Prossimo evento tra
9 giorni
G
GP di Valencia
15 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
23 giorni

Dovizioso: "Sbagliata la strategia a inizio gara. Colpa mia e del team"

condivisioni
commenti
Dovizioso: "Sbagliata la strategia a inizio gara. Colpa mia e del team"
Di:
6 ago 2017, 15:41

Andrea divide le colpe tra sé e Ducati riguardo il risultato odierno. Sbagliata la tattica riguardo la seconda moto, preparata per il bagnato e poi dotata di gomme slick soft, meno performanti delle medie.

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso era partito per giocarsi la vittoria con i piloti con cui divide la lotta per il titolo mondiale Piloti 2017 della MotoGP, ma una scelta errata fatta nei primi giri del GP della Repubblica Ceca gli ha tolto la possibilità di farlo.

Partito con gomme medie da pioggia, Andrea ha scelto al pari di Rossi e Zarco con cui condivideva la vetta della classifica di rimanere in pista nonostante la pista si stesse asciugando rapidamente, con Marquez che ha anticipato tutti nel cambio moto. Mossa che gli è valsa l'opportunità di beffare tutti quanti e andare a vincere la gara di Brno.

"Un vero peccato. Non abbiamo portato a casa il bottino che avremmo potuto. Tanti errorini sotto tutti gli aspetti. Dalle esperienze negative come quella di oggi dobbiamo imparare e sicuramente ci tornerà utile in futuro. Certo che quando ti stai giocando il Mondiale certe cose sarebbe meglio non accadessero. Ma non siamo stati gli unici, è complicato gestire queste situazioni", ha dichiarato il pilota della Ducati al termine della gara.

"Avevamo preparato una strategia con due moto pronte per l'acqua a inizio gara, se per caso avessimo avuto un problema all'inizio. non avevamo la moto pronta per l'asciutto nei primi giri. A prepararla non si impiegano pochi secondi, ma anche 2 o 3 giri. Abbiamo dovuto aspettare così prima di poterla avere. Io voglio ammettere che non sarei entrato ai box nei giri prima pur avendo la moto pronta. Sono errori che abbiamo commesso sia io che la Ducati. Ma ci servirà d'esperienza per poter fare meglio più avanti. Non avevamo lasciato nulla al caso per quanto riguarda la strategia, solo che era per il bagnato. E abbiamo sbagliato".

"Desmodovi" ha poi parlato di come potranno, lui e il team, migliorare in determinate situazioni che vede uscire sempre alla grande Marquez e molto meno i suoi avversari.

"Fare strategie migliori da parte del box penso sia semplice, nel senso che bisogna fare scelte diverse da quelle di oggi. Per quanto riguarda i miei errori dovrò lavorarci su. Fermarsi prima è molto complicato, perché in certi momenti pensi che la pista non sia ancora pronta per cambiare le gomme, ma mentre lo pensi la pista sta mutando e quindi devi anticipare una situazione che non ti appare così. Sono stati fatti errori sotto più fronti e ci lavoreremo".

Il secondo errore della giornata è legato al tipo di mescole montate sulla seconda moto. Sulla Desmosedici numero 04 sono state adottate due gomme soft, mentre la gran parte degli avversari ha optato per le medie. Scelta che alla fine è stata giusta, mentre Dovizioso ha faticato non poco negli ultimi giri della gara.

"Abbiamo sbagliato anche la scelta delle gomme sulla seconda moto. Abbiamo montato due morbide e ho accusato molto il degrado su quella posteriore negli ultimi giri. Nonostante questo sono positivo. Mi sentivo molto bene, ho recuperato tante posizioni. Ho fatto più o meno i tempi dei primi. Devo essere positivo. E' difficile quando rientri in pista, sei 16esimo e non c'è nessuno davanti a te. Devi saper gestire la cosa e ci sono riuscito. Sono molto contento anche di questo aspetto. Di questo weekend prendiamo tutto per migliorare in futuro".

"Per quanto riguarda la strategia è il pilota che sceglie, ma se dentro al box vedono cose che il pilota non vede possono intervenire e mi danno indicazioni. Ma questo ha funzionato. Era proprio la strategia a non aver funzionato. E io non sarei entrato prima di mio. Per cui sono cose che dobbiamo migliorare".

"Ducati mi ha chiamato ai box quando ha visto che Marquez stava andando forte. Marquez è molto bravo in queste situazioni. Certo, quando fa queste cose tu devi tenerle in considerazione nel corso della gara, ma non è detto che facendo la medesima strategia altri piloti non sarebbero caduti rientrando con le slick su pista umida. Vedere Valentino davanti nei primi giri non mi ha condizionato. Io non stavo tirando, anzi, stavo cercando di salvaguardare le gomme. In quel momento lì ti senti nella situazione giusta e sei focalizzato a salvare la gomma e a guidare bene".

"Ho perso lucidità nel senso di non riuscire ad anticipare la mossa. La pista non era pronta e riuscire ad anticipare una situazione che può farti fare un errore è molto complesso. Per questo non me la sono sentita di rientrare. Mi sarei dovuto violentare. E poi la pista si è asciugata molto rapidamente, in due giri".

Prossimo Articolo
Marquez: "Non andavo piano per nascondermi prima del flag to flag!"

Articolo precedente

Marquez: "Non andavo piano per nascondermi prima del flag to flag!"

Prossimo Articolo

Lorenzo: "Flag-to-flag pericoloso. La MotoGP non è la F.1"

Lorenzo: "Flag-to-flag pericoloso. La MotoGP non è la F.1"
Carica commenti