MotoGP
28 giu
-
30 giu
Evento concluso
05 lug
-
07 lug
Evento concluso
02 ago
-
04 ago
Evento concluso
09 ago
-
11 ago
Evento concluso
G
GP di Gran Bretagna
23 ago
-
25 ago
G
GP di San Marino
13 set
-
15 set
Prossimo evento tra
21 giorni
G
GP di Aragon
20 set
-
22 set
Prossimo evento tra
28 giorni
G
GP della Tailandia
04 ott
-
06 ott
Prossimo evento tra
42 giorni
G
GP del Giappone
18 ott
-
20 ott
Prossimo evento tra
56 giorni
G
GP d'Australia
25 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
63 giorni
G
GP della Malesia
01 nov
-
03 nov
Prossimo evento tra
70 giorni
G
GP di Valencia
15 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
84 giorni

Dovizioso resiste a Marquez e fa bis per la Ducati al Red Bull Ring

condivisioni
commenti
Dovizioso resiste a Marquez e fa bis per la Ducati al Red Bull Ring
Di:
13 ago 2017, 12:56

La Rossa bissa il successo di un anno fa in Austria, con il forlivese che risponde colpo su colpo ad un Marquez aggressivo, riportandosi a 16 punti. Pedrosa completa il podio davanti a Lorenzo, male invece le Yamaha.

Ormai non ci sono più dubbi: Andrea Dovizioso e la Ducati sono da Mondiale! Qualora ce ne fosse ancora bisogno, il forlivese lo ha dimostrato a tutto il mondo nel GP d'Austria di MotoGP, nel quale ha conquistato il suo terzo successo stagionale al termine di un duello spettacolare con Marc Marquez.

Se in passato si diceva che a "Desmodovi" forse mancava qualcosa a livello di carattere, questa volta ha risposto colpo su colpo ad un mastino come lo spagnolo della Honda, che fino all'ultima curva ha provato a negare alla Ducati la seconda vittoria consecutiva al Red Bull, ma poi si è dovuto inchinare.

I due si sono scambiati la posizione tantissime volte nell'arco della gara, con il campione del mondo in carica che ha commesso anche un paio di errorini alla curva 3. Ma Dovizioso è stato abilissimo a non perdere mai la calma e a gestire divinamente la gomma posteriore morbida su cui ha puntato, a differenza di Marc che invece aveva la dura.

A tre tornate dal termine Marquez ha fatto un lungo alla curva 1 e sembrava tutto finito, ma con lo spagnolo non si può mai sapere fino alla bandiera a scacchi. E infatti proprio all'ultimo giro ha tentato un attacco della disperazione, finendo però larghissimo e permettendo a Dovizioso l'incrocio che gli è valso la quinta vittoria in carriera.

Un successo che lo rende il diretto inseguitore del #93 anche nella classifica iridata, nella quale ora lo segue di 16 lunghezze. E quindi ora più che mai lui e la Ducati possono provare a sognare in grande fino alla fine dell'anno.

Sul gradino più basso del podio c'è l'altra Honda di Dani Pedrosa: lo spagnolo è partito un po' in sordina e all'inizio era settimo, poi ad un uno ad uno è andato ad infilare tutti quelli che aveva davanti, fino ad arrivare a riagganciare il tandem di testa. In quel frangente però gli è mancata la zampata per provare a inserirsi nella lotta per la vittoria. Comunque il terzo posto lo tiene a -35 dal compagno di box.

Ai piedi del podio c'è Jorge Lorenzo, che forse oggi ha disputato la sua gara migliore da quando veste i colori della Ducati. Il maiorchino ha comandato la corsa per i primi 11 giri, poi la sua gomma posteriore morbida è calata, ma comunque ha mantenuto un buon ritmo, chiudendo a soli 4" dal podio finale.

E' stata una giornata decisamente negativa invece per la Yamaha. Basta pensare che la migliore delle M1 è stata quella di Johann Zarco, che con il quinto posto si è messa dietro le due ufficiali di Maverick Vinales e Valentino Rossi, per i quali ora il Mondiale si fa veramente in salita, rispettivamente a -24 e -33.

Lo spagnolo è stato protagonista di una gara veramente anonima, che lo ha visto chiudere davanti a Valentino solo per un paio di errori di troppo del pesarese, che invece era riuscito a stare agganciato al trenino dei migliori almeno per una quindicina di giri, prima di accusare anche lui un forte calo.

Continuando a scorrere la classifica, in ottava e nona posizione ci sono le due Ducati di Alvaro Bautista e Loris Baz, con a completare la top 10 la KTM di Mika Kallio, con il collaudatore che ha regalato una bella soddisfazione alla Casa austriaca nella sua gara di casa.

Finalmente torna a punti anche Andrea Iannone, 11esimo con la sua Suzuki, mentre è stata una gara piuttosto deludente per l'Aprilia, con Aleix Espargaro che non è riuscito a fare meglio del 13esimo posto. Male anche Cal Crutchlow, solamente 15esimo a causa di un lungo alla curva 1, mentre Danilo Petrucci e Jonas Folger sono stati entrambi costretti al ritiro.

Cla #PilotaMotoGiriTempoGapDistaccokm/hRitiratoPunti
1   4 italy Andrea Dovizioso  Ducati 28 39'43.323     182.6   25
2   93 spain Marc Márquez Alenta  Honda 28 39'43.499 0.176 0.176 182.6   20
3   26 spain Daniel Pedrosa  Honda 28 39'45.984 2.661 2.485 182.4   16
4   99 spain Jorge Lorenzo  Ducati 28 39'49.986 6.663 4.002 182.1   13
5   5 france Johann Zarco  Yamaha 28 39'50.585 7.262 0.599 182.0   11
6   25 spain Maverick Viñales  Yamaha 28 39'50.770 7.447 0.185 182.0   10
7   46 italy Valentino Rossi  Yamaha 28 39'52.318 8.995 1.548 181.9   9
8   19 spain Alvaro Bautista  Ducati 28 39'57.838 14.515 5.520 181.5   8
9   76 france Loris Baz  Ducati 28 40'02.943 19.620 5.105 181.1   7
10   36 finland Mika Kallio  KTM 28 40'03.089 19.766 0.146 181.1   6
11   29 italy Andrea Iannone  Suzuki 28 40'03.424 20.101 0.335 181.0   5
12   45 united_kingdom Scott Redding  Ducati 28 40'08.846 25.523 5.422 180.6   4
13   41 spain Aleix Espargaro  Aprilia 28 40'10.023 26.700 1.177 180.6   3
14   17 czech_republic Karel Abraham  Ducati 28 40'10.644 27.321 0.621 180.5   2
15   35 united_kingdom Cal Crutchlow  Honda 28 40'11.419 28.096 0.775 180.4   1
16   42 spain Alex Rins  Suzuki 28 40'16.235 32.912 4.816 180.1    
17   8 spain Hector Barbera  Ducati 28 40'17.435 34.112 1.200 180.0    
18   38 united_kingdom Bradley Smith  KTM 28 40'19.746 36.423 2.311 179.8    
19   53 spain Tito Rabat  Honda 28 40'25.727 42.404 5.981 179.4    
20   22 united_kingdom Sam Lowes  Aprilia 28 40'35.815 52.492 10.088 178.6    
  dnf 43 australia Jack Miller  Honda 19 27'14.577 9 giri 9 giri 180.6 Accident  
  dnf 9 italy Danilo Petrucci  Ducati 6 8'52.492 22 giri 13 giri 175.1 Ritirato  
  dnf 94 germany Jonas Folger  Yamaha 3 4'51.263 25 giri 3 giri 160.1 Ritirato  
  dnf 44 spain Pol Espargaro  KTM 2 3'38.834 26 giri 1 giro 142.0 Ritirato
Prossimo Articolo
Sei piloti in lizza per le due Ducati di Avintia nella MotoGP 2018

Articolo precedente

Sei piloti in lizza per le due Ducati di Avintia nella MotoGP 2018

Prossimo Articolo

Mondiale MotoGP: Dovi torna a -16 da Marquez, Rossi "cade" a -33

Mondiale MotoGP: Dovi torna a -16 da Marquez, Rossi "cade" a -33
Carica commenti