Dovizioso: "Per ora non ho offerte sul tavolo"

Il pilota della Ducati non si sbilancia sul suo futuro e per ora preferisce concentrarsi sul weekend di Misano e sulla corsa al titolo iridato.

Dovizioso: "Per ora non ho offerte sul tavolo"

La tappa di Misano potrebbe essere fondamentale per le ambizioni iridate di Andrea Dovizioso, che arriva al sesto round stagionale con appena tre punti da recuperare su Fabio Quartararo. Nella conferenza che ha aperto il weekend del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini però la maggior parte delle domande sono state rivolte al futuro del ducatista, che al momento ha solo la certezza di lasciare la Rossa.

Ma bisogna dire che il forlivese non ha dato troppi indizi, ribadendo che per il momento non ci sono scenari chiari e che comunque si prenderà il suo tempo per ogni decisione, con la consapevolezza di avere intenzione di correre solo se ci sarà la possibilità di vincere.

"Al momento non ho ancora nulla sul tavolo. Non ci sono novità. Devo aspettare, ma non devo neanche prendere necessariamente una decisione adesso. Voglio concentrarmi sul lavoro da fare in questa stagione e poi vedremo" ha detto Dovizioso.

"Io ho preso la mia decisione per delle ragioni molto chiare. So esattamente di cosa ho bisogno per essere competitivo in MotoGP. Quando ci sarà qualcosa sul tavolo, lo potremo dire, perché non voglio correre solo per il gusto di farlo. Io sono assolutamente aperto a tante possibilità, ma per ora non c'è ancora nulla di preciso davanti a me, anche se nel prossimo mese magari si muoverà qualcosa. Parlerò quando ci sarà maggiore chiarezza" ha aggiunto.

Leggi anche:

Intanto si va incontro al weekend di Misano, dove lo scorso anno faticò parecchio, soprattutto a causa dello scarso grip offerto dall'asfalto. Per questo è convinto che il nuovo manto possa essere una carta favorevole alla Ducati.

"Nessuno è riuscito ad essere costante in queste prime cinque gare. Qui ci sono alcuni elementi nuovi, come l'asfalto, che porterà ad una situazione del tutto inedita. Poi ci sono anche le gomme nuove, quindi non so come andrà per noi, anche se credo meglio dell'anno scorso, perché avevamo incontrato davvero tante difficoltà. Mi ero subito reso conto dai test di agosto che non avevamo velocità. Mi aspetto di essere più competitivo, ma quest'anno ogni gara è a sé, quindi attendo con impazienza le prime libere per vedere come andrà".

I collaudatori di Ducati, Suzuki e Honda, ma anche i titolari di KTM ed Aprilia hanno avuto modo di fare un test pochi giorni fa ed alcuni si sono lamentati dei bump che presenta già il nuovo asfalto. Questa però non sembra essere una grande preoccupazione per Dovizioso.

"Ho parlato con un po' di piloti, ma le curve alla fine sono sempre le stesse. Pedrosa si è lamentato abbastanza, ma forse è una questione legata anche al suo stile di guida, che gli provoca degli scossoni alla moto. Però Pirro non si è lamentato troppo. L'anno scorso c'era stato chi si era preoccupato per l'asfalto e chi per le gomme, quindi capiremo qualcosa in più solo domani. Ma sarà interessante vedere come andranno le cose nella parte più veloce della pista".

Infine, gli è stato domandato se ritiene che il fatto che da qui a fine campionato ci siano 9 gare in 11 settimane possa essere un problema: "Non è un grosso problema. Quattro giorni tra una gara e l'altra sono sufficienti per recuperare ed essere pronti a tornare in pista. Certamente, è diverso, ma è solo diverso".

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
1/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
2/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
3/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
4/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
5/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
6/15

Foto di: Ducati Corse

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
7/15

Foto di: Ducati Corse

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
8/15

Foto di: Ducati Corse

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
9/15

Foto di: Ducati Corse

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
10/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
11/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Pramac Racing, Andrea Dovizioso, Ducati Team

Jack Miller, Pramac Racing, Andrea Dovizioso, Ducati Team
12/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
13/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
14/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
15/15

Foto di: MotoGP

condivisioni
commenti
Rossi: "Mi ritiro? Sarebbe una grossa notizia, ma è falsa"

Articolo precedente

Rossi: "Mi ritiro? Sarebbe una grossa notizia, ma è falsa"

Prossimo Articolo

Rossi e Quartararo in coro: "Perché Lorenzo non fa test?"

Rossi e Quartararo in coro: "Perché Lorenzo non fa test?"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di San Marino
Location Misano Adriatico
Piloti Andrea Dovizioso
Team Ducati Team
Autore Matteo Nugnes
Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021
Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir Prime

Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir

Nonostante la decisione della Suzuki di non fare appello contro il rifiuto della Race Direction di penalizzare Jack Miller dopo l'incidente con Joan Mir a Losail, dovrebbe essere fatto qualcosa per evitare il ripetersi di qualcosa del genere, che sarebbe potuto finire facilmente in tragedia.

MotoGP
7 apr 2021
Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail Prime

Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail

Andiamo a scoprire come mai le due Ducati ufficiali sono da considerarsi le vere sconfitte della doppia gara di MotoGP disputatasi sul tracciato qatariota di Losail. In una pista amica come quella araba, a brillare sono state altre Desmosedici di Borgo Panigale, non quelle che ci si sarebbe aspettati...

MotoGP
6 apr 2021
La MotoGP trova una nuova stella in Martin, ma manca un leader Prime

La MotoGP trova una nuova stella in Martin, ma manca un leader

L'esplosione immediata del rookie della Ducati Pramac ha aggiunto un nuova stella all'elenco sempre più lungo dei piloti che possono ambire a fare grandi cose in MotoGP. Per lui, come per tanti altri, si prospetta un grande futuro, anche se al momento all'orizzonte non si vede ancora un talento capace di prendere l'eredità di quella leadership che è stata prima di Valentino Rossi e poi di Marc Marquez.

MotoGP
6 apr 2021