MotoGP
28 mag
-
31 mag
Evento concluso
18 giu
-
21 giu
Canceled
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
12 giorni
G
GP di Andalusia
24 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
19 giorni
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
32 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
39 giorni
G
GP di Stiria
21 ago
-
23 ago
Prossimo evento tra
47 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Canceled
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
67 giorni
G
GP dell'Emilia Romagna
18 set
-
20 set
Prossimo evento tra
75 giorni
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
82 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
-
04 ott
Canceled
09 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
96 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
102 giorni
G
GP di Aragon
16 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
103 giorni
G
GP di Teruel
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
110 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Canceled
G
GP d'Europa
06 nov
-
08 nov
Prossimo evento tra
124 giorni
G
GP di Valencia
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
131 giorni
20 nov
-
22 nov
Canceled

Dovizioso: "Palese quanto soffriamo a centro curva. Se miglioriamo tutto può succedere"

condivisioni
commenti
Dovizioso: "Palese quanto soffriamo a centro curva. Se miglioriamo tutto può succedere"
Di:
4 lug 2019, 14:27

Il forlivese della Ducati non si dà per vinto e crede che se Ducati riuscirà a migliorare la sua velocità, il Mondiale possa ancora essere aperto. Poi aggiunge: "Con Petrucci nessun problema, si è meritato il rinnovo!".

Andrea Dovizioso arriva al Sachsenring dopo aver dovuto stringere i denti per portare a casa un quarto posto comunque deludente. La Ducati è un'ottima moto, ma l'accoppiata Marquez-Honda, almeno in questo momento, ha dato prova di essere la meglio assortita del Mondiale 2019 di MotoGP.

Non è un caso che anche quando il catalano sia in difficoltà riesca a chiudere agilmente sul podio, mentre Dovizioso sia costretto a lottare con unghie e denti per artigliare un posto nella Top 5. Il forlivese è da sempre una persona molto analitica e lucida, non a caso ha sottolineato i meriti del suo avversario principale nella lotta al titolo iridato.

"Il problema attuale non sono i punti di distacco dalla vetta della classifica, il fatto è che Marquez ha mostrato sin dalla prima gara di essere il migliore. Noi dobbiamo migliorare la nostra velocità se vogliamo recuperare punti su Marc. Non ci stiamo riuscendo in troppe gare proprio perché dobbiamo migliorare. I punti contano, ma fino a un certo punto. Se diventiamo più competitivi di lui, tutto può succedere. Dobbiamo capire come e dove farlo".

Andrea ha poi spostato la sua attenzione su Danilo Petrucci. Ducati ha ufficializzato nel primo pomeriggio di oggi di aver rinnovato il contratto del ternano anche per la prossima stagione, mantenendo così la coppia tutta italiana per un ulteriore anno.

Non solo, perché al termine della gara di Assen tra i due sembrava essere sorta della tensione, avvertita dalle parole rilasciate alla stampa. Dovizioso si è affrettato a dissipare questi dubbi, facendo inoltre i complimenti a Danilo e mostrando tutta la sua felicità per la scelta fatta dalla Ducati.

"Tra me e Danilo non c'è tensione. Dopo la gara lui era teso perché stava vivendo una situazione dura per il contratto, doveva ancora mettersi d'accordo con Ducati, poi ad Assen non è arrivato il risultato che ci aspettavamo, ha perso posizioni negli ultimi chilometri. La sua frustrazione non era nei miei confronti".

"Ci siamo incontrati non solo perché condividiamo certi allenamenti, ma anche perché vivendo nella stessa città cerchiamo di avere un rapporto per migliorare quello che possiamo fare. Ieri eravamo a cena assieme e lo abbiamo fatto da amici. Abbiamo parlato di certe cose ma in modo molto normale. Doveva chiarire la sua situazione con Ducati ed è andata come doveva andare. Se lo merita il rinnovo perché è il pilota che se lo merita di più, ha fatto uno step in più rispetto all'anno scorso e sono molto contento per lui. Felice di proseguire questo rapporto che penso possa aiutare molto entrambi".

"Il rapporto tra me e Danilo si concilia proprio come abbiamo fatto sino a ora anche se siamo vicini in classifica. Lavoriamo assieme a casa, durante il weekend. Tutto quello che possiamo ottenere assieme è buono per entrambi. In gara cerchiamo di non fare lotte dove perdiamo tempo. Se lui ne ha di più va, così com'è stato sino a ora e continuerà ad essere. Ieri abbiamo ragionato su come non fare sorpassi stupidi per non perdere tempo".

Al termine del Gran Premio d'Olanda c'è chi ha ipotizzato un problema legato all'elettronica sulle Rosse di Borgo Panigale, che invece è stato uno degli aspetti che più hanno funzionato nelle ultime tre stagioni. Anche in questo caso Dovizioso ha sottolineato come queste ipotesi non fossero altro che illazioni, affermando con forza che il vero problema delle Desmosedici GP sia da ricercare a centro curva e sia a oggi ben visibile anche in TV.

"Qualcuno ha detto che ad Assen non fossimo a posto dal punto di vista dell'elettronica. Posso dire che è una gran cavolata. Mi sorprende questa idea che, sinceramente, è detta da una persona che mi piace ascoltare. Non so perché abbia avuto questa sensazione. E' vero che da fuori non si possono vedere tutte le cose che succedono mentre noi sì. Non capisco come non siate riusciti a vedere quanta fatica facessimo a centro curva. Parlo in generale".

"E' palese, si vede tantissimo quanta fatica che facciamo in quel punto. Ad Assen è stata una gara veloce dal primo all'ultimo giro, infatti il gap è stato grosso. Quando c'è una differenza di passo, si paga a fine gara. Per di più in una gara dove la fluidità è determinante. Senza contare il vento e la sua direzione nel corso della gara. Questo ha peggiorato le cose per tutti, ma soprattutto per chi ha una moto potente e difficile da gestire in questo tipo di piste. Noi faticavamo molto di più di Quartararo. Non sono sorpreso di quanto successo. Ci sono situazioni in cui siamo competitivi, in altre accusiamo molto di più ed è stato il caso di Assen".

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

Scorrimento
Lista

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
1/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
2/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
3/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
4/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
5/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
6/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
7/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
8/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
9/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
10/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
11/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
12/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
13/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
14/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
15/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
16/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
17/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
18/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
19/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
20/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
21/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
22/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
23/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
24/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team, Marc Marquez, Repsol Honda Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team, Marc Marquez, Repsol Honda Team
25/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team, Marc Marquez, Repsol Honda Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team, Marc Marquez, Repsol Honda Team
26/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
27/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
28/28

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Prossimo Articolo
Ufficiale: la Ducati ha rinnovato Danilo Petrucci anche per il 2020

Articolo precedente

Ufficiale: la Ducati ha rinnovato Danilo Petrucci anche per il 2020

Prossimo Articolo

Rossi: "L'importante è ritrovare il feeling con la moto e stare più avanti possibile"

Rossi: "L'importante è ritrovare il feeling con la moto e stare più avanti possibile"
Carica commenti