Dovizioso: "Oggi siamo stati subito veloci. Non ho avvertito vibrazioni"

Andrea Dovizioso ha regalato alla Ducati un secondo e un quinto posto nei primi due turni di prove libere della MotoGP. Il forlivese è contento del comportamento delle gomme e anche dell'assetto della sua Desmosedici numero 04.

I primi due turni di libere sul tracciato di Le Mans, sede del Gran Premio di Francia di MotoGP, hanno restituito un Andrea Dovizioso di ottimo umore, perché è riuscito a portare a casa un secondo e un quinto posto che danno fiducia anche al team Ducati.

"Oggi è andata bene. Siamo stati veloci e questo è molto importante, soprattutto se lo si è sin dal primo turno come lo siamo stati noi. Ti dà la possibilità di lavorare su piccoli dettagli in configurazione gara. Molto bene", ha detto Andrea al termine delle Libere 2 all'incontro con la stampa.

"Questo pomeriggio abbiamo fatto la comparazione delle due gomme posteriori. E' importante per avere un'idea su cosa lavorare nella giornata di domani. Non è andata molto bene con l'anteriore, il feeling non era perfetto e dobbiamo migliorare, soprattutto per quanto riguarda la frenata, ma soprattutto la percorrenza di curva, ma questo è un bene, perché sappiamo di avere ampi margini di miglioramento. Lorenzo è il più veloce e ha un po' di margine ma abbiamo ancora due turni e siamo abbastanza costanti, anche con le gomme usate, quindi son positivo".

Riguardo ai test del Mugello fatti all'inizio i questa settimana, "Dovi" ha dichiarato: "I test aiutano se fatti con intelligenza e aiutano a sistemare delle piccole cose. Al Mugello non abbiamo fatto nulla di eccezionale, ma il feeling era buono e abbiamo aiutato Michelin a capire come sistemare il problema di grip che abbiamo un po' tutti sul posteriore. Secondo me è stato positivo, anche per il set up".

A Le Mans, così come nelle prime quattro uscite di questo Motomondiale 2016, giocheranno un ruolo fondamentale le gomme. In Ducati dovranno essere bravi a scegliere la giusta combinazione che dovrà consentire a Dovizioso di puntare al podio dopo tre gare molto sfortunate: "Quando hai un grip diverso può condizionare l'assetto della moto e l'anteriore. Non lo ha stravolto. La differenza non è molto grande. prima non riuscivo a essere veloce come volevo. Il grip dietro è molto simile ma potevo andare più forte. Non so se la gomma morbida decadrà prima. Questa è una pista con poco grip, quindi se monti una dura scivoli di più e questa non lavora bene. Dunque non è detto che la morbida sia l'opzione peggiore per la gara. Sarà complicato per tutti in gara gestire le gomme. Ci sarà certamente un calo perché c'è molto spin nei primi giri al posteriore. Dopo 15 giri le gomme chiedono aiuto".

Per concludere, Andrea ha fatto una considerazione anche riguardo le gomme anteriori a disposizione per il tracciato "Ettore Bugatti: "All'anteriore... La 34 era un male quando abbiamo avuto la vibrazione. In due GP abbiamo avuto la vibrazione e non l'abbiamo utilizzata. Quindi la preoccupazione è sempre la stessa su ogni pista. se questa vibrazione c'è si sente sin dal giro in cui esci dai box, dunque senza spingere. Questa volta non ho avvertito nulla. Quindi è positivo. L'anteriore si comporta abbastanza bene. Abbiamo provato la morbida questa mattina e la media al pomeriggio e hanno lavorato bene".

"Dobbiamo decidere oggi su cosa scegliere per la gara. Probabilmente ci concentreremo sulla gomma nuova per indirizzare il lavoro di domattina. Poi vedremo quanto saremo veloci e costanti. Comunque tra le due gomme non c'è molta differenza".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP di Francia
Sub-evento Venerdì, prove libere
Circuito Le Mans Circuit Bugatti
Piloti Andrea Dovizioso
Team Ducati Team
Articolo di tipo Intervista