Dovizioso: "Le Yamaha partono favorite, ma non siamo lontani"

Il ducatista è soddisfatto del lavoro fatto oggi, perché ha fatto un passo avanti a livello di set-up ed ha raccolto tante informazioni importanti da una simulazione di gara fatta in coppia con Petrucci.

Dovizioso: "Le Yamaha partono favorite, ma non siamo lontani"
Carica lettore audio

La classifica della giornata conclusiva dei test in Qatar sembrerebbe dire altro, ma Andrea Dovizioso ha concluso la tre giorni di Losail con un sorriso stampato in volto. Nonostante il decimo tempo, anche se a soli quattro decimi dalla vetta, il forlivese è soddisfatto del passo avanti fatto a livello di set-up.

La soluzione trovata oggi ha migliorato il feeling con la sua Desmosedici GP, ma soprattutto apre alla possibilità di fare un ulteriore miglioramento nel corso del weekend di gara.

Inoltre, come già sperimentato anche lo scorso anno, oggi ha fatto una simulazione di gara in coppia con il compagno Danilo Petrucci, dalla quale è riuscito a raccogliere molte informazioni interessanti, concludendola anche con un buon ritmo, seppur non al livello di quello delle Yamaha.

Leggi anche:

"Sono contento per come è finita oggi, perché è stato il giorno migliore dei test: siamo riusciti a migliorare il feeling e il set-up che abbiamo scelto ci apre una porta per migliorare ancora un po'. Faremo questa prova nel weekend, ma stiamo parlando di rifiniture" ha detto Dovizioso.

Poi si è addentrato nel discorso della simulazione di gara in coppia, spiegando appunto che si è rivelata particolarmente utile.

"Abbiamo fatto la simulazione di gara insieme io e Danilo. Non ho fatto tutta la distanza di gara come lui, ma a livello di gomme sì, perché sono partito con delle gomme usate. A livello di feedback è stato importante, perché girare dietro ad un altro pilota che ha il tuo passo ti permette di scoprire delle cose interessanti, che altrimenti vengono fuori solo in gara".

Con grande onestà, ha ammesso che le Yamaha sembrano avere qualcosa in più al momento, anche se ritiene che lui e la sua Ducati non siano stati troppo distanti.

"Le due Yamaha Petronas, nella simulazione, hanno fatto un passo un po' più veloce del nostro e questo conferma che le Yamaha sono particolarmente in forma. Partono favorite, ma noi non siamo lontani. Abbiamo lavorato forte e alla fine quello che conta è la simulazione e non i tempi sul giro. Prima di arrivare qui, avrei messo la firma per finire il test così".

Oggi sulla sua Ducati si è notata l'assenza dei pulsanti del regolatore d'altezza e Andrea ha spiegato che prima di pensare a sfruttare quelle finezze bisogna essere a posto con tutto il pacchetto.

"Bisogna essere a posto per usare queste cose. Ognuno prende le proprie decisioni. Ci possono essere delle piste dove conviene usarlo ed altre no. E' tutto in evoluzione".

Infine, gli è stato domandato anche delle difficoltà che sembra avere la Honda, che oggi ha fatto anche provare la moto 2019 a Marc Marquez. Secondo il ducatista però non bisogna commettere l'errore di dare per spacciato il campione del mondo.

"Normalmente, quando fai prove di questo tipo, è perché quello che è arrivato non è a posto come avresti sperato, quindi fai delle prove per avere delle conferme, perché adesso si parte per la stagione e certe cose devono essere omologate. Da Marc bisogna sempre aspettarsi qualsiasi cosa, quindi ci sarà anche se non si è visto molto nei test".

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
1/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
2/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
3/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
4/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
5/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
6/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
7/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
8/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
9/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
10/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
11/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
12/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
13/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
14/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team, dettaglio della moto
Andrea Dovizioso, Ducati Team, dettaglio della moto
15/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
16/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Test MotoGP Losail, Giorno 3: Vinales vola, Rossi cade
Articolo precedente

Test MotoGP Losail, Giorno 3: Vinales vola, Rossi cade

Prossimo Articolo

Petrucci: “Siamo tornati ad essere i più veloci sul rettilineo”

Petrucci: “Siamo tornati ad essere i più veloci sul rettilineo”
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021