Dovizioso: "La velocità c'è, il dubbio è se può durare tutta la gara"

Il ducatista non fa drammi per la prima fila sfuggita per un soffio, anche se è stupito dalla pole di Valentino Rossi. In ottica gara pensa di poter essere competitivo: l'obiettivo è il podio, anche se non sarà facile da raggiungere.

Dopo essere stato nei primi tre praticamente per tutto il weekend, è normale che per Andrea Dovizioso possa un po' bruciare l'aver visto sfuggire la prima fila del GP del Giappone davvero per un soffio. La quarta piazza però non è male per iniziare la gara di Motegi. Una corsa nella quale il ducatista pensa di poter lottare per una buona posizione.

"Quando dico che possiamo giocarci una bella posizione, intendo che essendo tutti in un decimo è giusto guardare dal primo al sesto. Parlare di possibilità di vittoria non è facile, anche se bisogna cercare di pensare positivo. Non ha senso in questo momento dire che non ci possiamo giocare le posizioni là davanti. Non credo che sarà facile giocarsi il podio, ma il nostro obiettivo è quello" ha detto durante il suo debrief.

Se da un certo punto di vista era prevedibile che Marquez e Lorenzo fossero davanti, il forlivese è rimasto stupito per la pole di Rossi: "Non capisco se Valentino ne ha di più, ha lavorato e semplicemente ha fatto il tempo al momento giusto o invece magari riesce solo ad essere veloce con le gomme nuove. Essendo cinque o sei in un decimo nella FP4, veramente tutto è possibile".

In questo weekend la prestazione non è mancata alla sua Desmosedici GP. Il dubbio è se potrà durare per tutta la distanza di gara: "Non mi preoccupa la velocità, perché quella ce l'abbiamo. Siamo stati veloci in tutti i turni, ma bisogna vedere se possiamo mantenere un buon passo per tutta la distanza di gara. Questo è il mio punto interrogativo sia a livello di consumo della gomma dietro che a livello di energie, perché questa pista è tosta perché si frena davvero forte".

Infine, ha spiegato perché il tracciato di Motegi è tanto impegnativo dal punto di vista fisico: "E' faticosa perché in staccata devi usare tantissime energie. Le frenate sono dritte, quindi più riesci a stabilizzare la moto e più freni forte. Ma è impegnativa anche dal punto di vista dei movimenti in uscita, perché naturalmente si cerca di usare più potenza possibile, ma questo innesca dei pompaggi".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP del Giappone
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Twin Ring Motegi
Piloti Andrea Dovizioso
Team Ducati Team
Articolo di tipo Intervista